Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da luglio 22, 2018

Pariet a me!

Oggi è la mia ultima serata a Pesaro, finiscono infatti le mie vacanze al mare (ma non le ferie dal lavoro, fiu'). Domenica è il giorno del rientro a casa. Ma ovviamente, perché non complicarsi l'ultimo "vero" giorno di vacanza (domenica precisamente non lo si conta tra sistemazione bagagli, sistemazione  casa e viaggio di ritorno)? E' quanto ho fatto io, grazie a un "qualcosa" non ancora classificato (mi auguro sia un virus intestinale, non una colica renale) che mi ha costretto al k.o. tecnico dopo un'oretta di mare e che ha costretto mia zia materna, dottoressa, a lavorare anche nel giorno libero. Alla fine una compressina di Pariet mi ha fatto rimettere, cosa che non capitava dal lontano maggio 2009, ultimo episodio di virus gastrointestinale di quella fattispecie (attendo il commento di Claudia sul fatto che ricordo l'ultimo, anzi penultimo episodio di vomito).

Così ho trascorso il sabato vegetando tra il cellulare e la lettura di "Ma…

I Power Rangers del 1969 e la loro tragica fine: la storia nei fumetti Boom!

Nella serie a fumetti "Mighy Morphin Power Rangers" dei "Boom!Studios" tra i personaggi nuovi c'è Grace Sterling, una misteriosa miliardaria a capo dell'organizzazione Promethea. Ma Grace Sterling nasconde un passato da Ranger.



Proprio così, nell'innovativa serie a fumetti, prima di Jason e compagni, i Power Rangers furono Grace, Terona, Daniel, Nikolaj e Jamie. Nel 1969 l'uomo sbarca sulla luna, ma inavvertitamente viene risvegliato un terribile nemico dell'umanità. Lo Psycho Ranger verde! (Gli Psycho Ranger sono potentissimi nemici dei Ranger nella serie "In Space". Nel fumetto è citato Dark Specter!).



Lo Psycho Ranger era stato inviato per aprire la "prigione" di Rita Repulsa (il famoso cassonetto-dumpster), ma Zordon era riuscito a fermarlo. Risvegliatosi, lo Psycho Ranger è pronto a compiere la sua missione. Zordon deve reclutare in fretta e furia cinque ragazzi da mandare sulla Luna e affidare loro le monete del poter…

Guerin Sportivo n.8 agosto 2018: la recensione

Il Guerin Sportivo, per il numero uscito lo scorso 10 luglio, presenta alcune piccole modifiche grafiche e soprattutto un nuovo direttore. Ivan Zazzaroni, già guida della rivista a cavallo di vecchio e nuovo millennio, firma il nuovo editoriale che è la specialità della casa: il ricordare quanto erano gloriosi i vecchi tempi e di quanto fossero super le firme del Guerin Sportivo.

La nostalgia non esiste solo tra i nerd, ma anche tra gli appassionati di calcio e gli addetti ai lavori del settore. Quella del Guerin Sportivo è una nostalgia mista ad autocompiacimento, che purtroppo rischia di interessare poco alla maggioranza dei lettori, che comprano una rivista sul calcio per leggere articoli sul calcio.

Così, con tutto il rispetto per una grande penna come Italo Cucci, troviamo 7 pagine di celebrazione del vecchio Guerin Sportivo. Cristiano Ronaldo alla Juventus? Niente. Il mondiale? Un articoletto su qualche giocatore rivelazione. Il Guerin Sportivo di questo mese è qualcosa che ve…