Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da aprile 22, 2018

Cannavacciuolo diventa Paperacciuolo su Topolino 3257

Nuovo appuntamento con le recensioni di Topolino, un numero particolarmente gradito per la presenza dello chef Cannavacciuolo, trasformato in un personaggio dell'universo dei paperi: Paperacciuolo! Sono di parte, lo ammetto, ma la storia scritta da Riccardo Secchi e disegnata da Nicola Tosolini, "L'agente speciale Ciccio - Uno chef da sogno" è il vero gioiello del numero.

Inevitabile per lo spettatore di "Cucine da Incubo" divertirsi nel vedere le pacche di Paperacciuolo e l'immancabile preparazione dei piatti con il frullatore, con un Ciccio in vena di disastri (di solito nelle storie degli G.N.A.M.  Gruppo Nuovi Assaggiatori Municipali non pasticcia, ma risolve casi inconsapevolmente).

La divertente storia è seguita da un'intervista di cinque pagine allo chef e una pagina con la ricetta della torta di mele e yogurt.

Il resto del numero? Trascurabile. "Paperina e Amelia amiche per la pelle" (Gaja Arrighini-Stefano Intini) ha guizzi di …

Guerin Sportivo n.5 maggio 2018: la recensione

E finalmente il Guerin Sportivo si ricordò del Milan. Allegato al n.5 del mensile troviamo finalmente un poster a tinte rossonere, per celebrare il passaggio alla finale di Coppa Italia. Sull'altro del poster c'è ovviamente l'immancabile Juventus. Oltre al ritorno di un poster dedicato alla mia squadra del cuore, possiamo dire che il Guerin Sportivo abbia finalmente trovato una svolta positiva.

E' vero, l'articolo "inutile" non manca, questa volta dedicato alle capigliature dei calciatori.

Ma negli ultimi numeri il Guerin Sportivo sembra finalmente proporre qualcosa di più rispetto all'informazione giornaliera di Corriere dello Sport e Tuttosport (vi ricordo che sul Guerin Sportivo scrivono tutti giornalisti o collaboratori di queste due testate, dopo la crisi che ha colpito i mensile, un tempo settimanale).


Pregevole lo spazio dedicato al calcio internazionale: i profili dei nuovi talenti sudamericani Lautaro Martinez (neo attaccante dell'Inte…

La mia fuga da Facebook, recensione del saggio di Francesca A. Vanni

Dopo molto tempo ho riattivato il Kobo, il lettore di ebook. Ho deciso di inaugurare il ciclo 2.0 di letture (termine che calza a pennello, visto che sono sparite tutte le vecchie statistiche di lettura) con il saggio dedicato a Facebook scritto da un'amica blogger, Francesca A.Vanni.

Il saggio si intitola "La mia fuga da Facebook". Francesca racconta la sua (breve) deludente esperienza come utente del noto social network, un'esperienza avviata per dare visibilità alla propria attività di scrittrice.

Quello che mi ha colpito è che Francesca non affonda i colpi sugli aspetti che in apparenza si prestano più facilmente agli attacchi: la diffusione delle bufale e la viralità di certi post che, secondo me, dipendono anche direttamente dal social network stesso (come vengono scelti ad esempio gli aggiornamenti delle personali homepage? Su centinaia di amici, a parte le varie opzioni come segui, cosa porta certi post ad essere visualizzati?), oppure i tanti reati che pos…