Passa ai contenuti principali

The Real Ghostbusters: citazioni, curiosità e una presa in giro per i 'rivali'

Qualche settimana fa ho avuto l'onore di scrivere un post in uno dei blog più famosi, apprezzati e visitati, il "Moz O' Clock". Ho avuto il piacere di scrivere una retrospettiva sul cartone animato "The Real Ghostbusters", mentre qui sul Bazar Miki Moz contraccambiava con un post analogo dedicato all'altro, celebre cartone sugli acchiappafantasmi: "Filmation's Ghostbusters".

Dovete sapere che in "The Real Ghostbusters" c'è un episodio che prende in giro, velatamente, i "rivali". Si chiama "Il medium pasticcione" e il protagonista, Bassingame, veste inequivocabilmente in maniera simile a Jack Cong Jr., protagonista della serie "Filmation's", anche se come aspetto ricorda l'attore Vincent Price.

Non è l'unica curiosità dell'episodio: Winston canta imitando James Brown. Nella versione italiana canta e basta. Peccato.

Sono tantissime le curiosità (e le citazioni) di questa lunga serie di cartoni animati.

Nella prima stagione, nell'episodio “Amico fantasma”, Peter racconta a una giornalista i fatti successivi alla sconfitta di Gozer. Vediamo come Slimer si è avvicinato agli acchiappafantasmi, ma soprattutto avranno un ruolo centrale..le vecchie tute grigie, sostituite da quelle caratteristiche di colore marrone, grigio, azzurro e bianco.

Sempre nella prima serie, l'episodio “Avventura in aereo” è una sorta di “metateatro” in forma di cartone animato. I quattro acchiappafantasmi sono sul set di un film a loro dedicato e al termine dell'episodio assistono alla proiezione.. di Ghostbusters! E Peter, che si era auspicato di vedere nella sua parte Robert Redford, si lamenta dell'attore, che “non gli assomiglia per niente”. Winston legge invece la lista degli attori, i cognomi, commentando: “Sembra un ufficio legale”. Nel doppiaggio italiano i cognomi di Murray&C. vengono invece leggermente modificati (aggiungendo un notevole effetto comico).

In "Soci melmosi" (episodio 5 della stagione 5) Egon cita Vigo il flagello dei Carpazi, l'antagonista del film Ghostbusters 2. 


Nella serie un fantasma ricorrente è il mitico “Marshmallow”, che diventa un alleato degli acchiappafantasmi. Ad esempio li aiuta a sconfiggere la colossale mantide “Murray”.

In “Cartoni troppo animati” , altro esempio di “metateatro” applicato al cartoon, abbiamo Walt Fleischman: un creatore di cartoni animati che omaggia contemporaneamente Walt Disney e i fratelli Max and Dave Fleischer.

In “Uno cento mille Slimer”, Peter menziona “Zio Paperone” come nuovo possibile presidente dell'America. Nel doppiaggio originale cita Howard il papero.

Winston ascolta “Alan Parson Project” (dall'episodio “La balena bianca”).



Nell'episodio “Ciak!Motore!Fantasmi!” i nostri eroi sono catturati e sono messi davanti al plotone di esecuzione, con i fantasmi pronti a ucciderli con gli stessi fucili a protoni. In un finale emozionante, Egon e compagni sono salvati dai fantasmi buoni di alcuni attori cinematografici passati a miglior vita.

Commenti

  1. I fucili a protoni costano assai?
    Ciao Riky .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha! Sì, costavano assai. Ma anche le parcelle dei Ghostbusters :D

      Ciao Gus

      Elimina
  2. Bellissimo post pieno di chicche, per altro la storia di Howard il papero possibile nuovo presidente è vero, lo so che sembra assurdo, ma nel 1976 la Marvel lo promosse come candidato, con tanto di “Election kit” acquistabile (spilla “Howard for president” adesivi e altra roba elettorale), quindi di fatto è una battuta che hanno fatto bene a tradurre, con un equivalente locale più familiare a noi italiani, anche perché sarebbe stata incomprensibile. Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cass! Howard insomma era una vera e propria celebrità :D. Io resto più affezionato alla versione italiana, al buon Zio Paperone!

      Elimina
  3. Questa mega sviolinata a Moz ti costerà cara. Carissima.
    Mai una volta che spendi una parola d'encomio per me.
    Ed io, fessa, ti cito pure.
    È finita.
    Questo matrimonio blogger non s'ha da fare! 😂😂😜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moz è il mio mentore :D. Io sono il tuo mentore :D.

      Nel contempo studia un po' l'argomento Ghostbusters!

      Elimina
    2. Tu sei che?!?!?
      La mia mentore è Marta!
      Lei sì che mi ha insegnato cose, volendomi bene e trattandomi con i guanti.
      Tiè!
      Quanto ai Ghostbusters, sai dove puoi metterteli???

      Elimina
    3. Magari li potessi mettere nella mia dvdteca ^_^

      Elimina
  4. Rispetto ai cartoni, mi piacevano più i film. La scena mitica era il pupazzo della Michelin.
    Sereno pomeriggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, il mitico fantasma "Marshmallow" è uno degli elementi iconici della serie (sia cinematografica che televisiva). Grazie Cav!

      Elimina
  5. Interessantissimo.
    Insomma, citazioni a gogo, e come era usuale fare, anche qualche cambiamento alle stesse da edizione a edizione.
    Potevano mettere Paperino, in Italia, al posto di Howard... era più in linea coi personaggi...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh invece suonava meglio "I Repubblicani hanno scelto Zio Paperone come candidato alla Presidenza", eheh!

      Elimina
    2. Ah, in questo senso sì :D

      Moz-

      Elimina
    3. Che poi, O.T., memorabile quel Topolino di qualche anno fa che divise i personaggi Disney in tre partiti politici :D

      Elimina
  6. Quante ne sai Riccardo, complimenti vivissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara, questo è uno dei miei..pani :D

      Elimina
  7. Un post che fa viaggiare nel tempo, complimenti.
    sinforosa

    RispondiElimina
  8. Confesso la mia ignoranza in merito a questi cartoni animati, ma scorrendo il tuo post mi si è accesa una lampadina quando ho letto "Winston ascolta Alan Parsons Project” ... perché io ADORO questo gruppo e tutte le loro canzoni 😍
    Lo so che c'entra poco con il discorso del post, ma... non potevo non scrivetelo 😉😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'entra c'entra! Infatti è una cosa che mi sorprese, di solito nei prodotti di fantasia i cantanti\personaggi famosi in genere hanno i nomi storpiati. E poi sì, è un grande gruppo!

      Elimina
  9. Il cartone lo vedevo, ma ti confesso che non lo amavo particolarmente.
    Preferivo quello " originale ".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora ti dirò una cosa che alzerà il gradimento: Cthulhu appare in un episodio!

      Elimina
    2. Ma dai.
      All'epoca non conoscevo Cthulhu e le opere del sommo Lovecraft e quindi non avrei potuto godermi la citazione.
      Peccato.

      Elimina
    3. Pensa quante citazioni saranno presenti dell'immaginario collettivo horror e della letteratura di genere che da bambino non potevano essere percepite minimamente..

      Elimina
  10. Il cartone dei Gosthbusters non l'ho visto ma i film sì, sono nella mia cineteca e Sole si diverte tanto quando vede Slimer. Ora però andrò a cercare il cartone, con il tuo post hai acceso la mia lampadina della curiosità :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Amanda! Ci sono alcune puntate veramente belle. Ma...dovrai aspettare agosto. Farò un post con cinque indimenticabili puntate, con insegnamenti molto profondi :)

      Elimina
  11. Apprezzavo moltissimo i cartoon di entrambi i "Gostbusters", sia i Real che i "rivali", questi ultimi avevano dalla loro anche una bella sigla molto rockeggiante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La colonna sonora di Shuky Levi è davvero splendida!

      Elimina
  12. Ripeto, la serie Real Ghostbusters la ricordo molto divertente..ignoravo però tutti questi omaggi e Easter Eggs!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi poi sono quelli colti da me, immagina quanti ce ne possano essere!

      Elimina
  13. Ahahah SUPER POST!
    Mi avevi già catturato con la prima citazione ma quella dei fratelli Fleischer, che adoro per via del cartone di Superman degli anni 40, attualissimo anche oggi (è invecchiato superbamente), è la mia preferita.
    Riguardo quella su Zio Paperone, meglio l'originale con Howard (da piccolo amavo il film, anche se non c'entra un cazzo col fumetto).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhah grazie Ema! Peraltro c'è un 'altra puntata che omaggia lo stesso Superman!

      Elimina
  14. Ciao Riccardo, riesco a commentarti solo ora; in effetti in Ghostbusters ci sono diversi episodi in cui si fa riferimento ad altro ... questo qui non lo ricordo bene e credo che dovrò usufruire di Youtube per rinfrescare la memoria! un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su youtube una volta c'erano tutti gli episodi, ma credo li abbiano tolti per il copyright. Comunque, come dicevo a Sara, ci sono 2-3 puntate molto profonde, che vanno al di là della caccia al fantasma...ne parlerò :)

      Elimina
  15. davvero delle citazioni interessanti!!
    aspetto curiosa il post di agosto..
    secondo me stupirai!!

    RispondiElimina
  16. Bello questo post pieno di chicche: conosco i Ghostbusters ma sinceramente non così bene dal saperne così tante in proposito!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto che tuttologo, sul tema Ghostbusters? :D

      Elimina
  17. Io non mi ricordo per niente di questi episodi, nonostante non mi perdessi una puntata (e tu come fai a ricordali tutti?), tuttavia interessante rinfrescata ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, tieni conto che ho riguardato tutte e tre le prime serie un paio di anni fa :). Ed è un cartone animato che avrò visto dodici-tredici volte, addirittura Italia1 lo trasmetteva d'estate anche a fine anni '90 e inizio anni 2000. Guardavo Dragonball e ..i Ghostbusters :D.

      Elimina
  18. Molto interessante questo articolo, io conoscevo solo il film Ghostbusters e non i cartoni animati!😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vane! Come detto ad altri, ad agosto esco con un altro post 'curioso' su questa serie, dove parlerò di messaggi lanciati da questo cartone!

      Elimina
  19. Ecco, io dei Ghostbusters ho visto solo il film con le ragazze quindi immagina quante non ne so!
    Grazie per il post ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah bene, hai iniziato..dal peggio, ahha! Grazie a te, comunque ti consiglio di recuperare almeno il primo film "storico"

      Elimina
  20. A me piacevano un sacco entrambe le serie, ma se dovessi scegliere probabilmente propenderei per The Real Ghostbusters...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io propendo per i The Real..bastano i 5-6 episodi di cui vi parlerò tra un mesetto :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

5 canzoni 'trash' del passato che sono diventate mito, la classifica

Oggi abbiamo Rovazzi, trash che vende dischi e che raccoglie milioni di click su youtube (con relativi introiti da click). Una volta avevamo personaggi di ben altra caratura: che non erano fenomeni mainstream usa e getta, ma erano comici, personaggi dello spettacolo. Non volevano certo scalare le hit parade. Eppure le loro canzoni in radio ci finivano, eccome.


5) Federico Salvatore - Azz




Federico Salvatore fu protagonista al Maurizio Costanzo Show, con simpatiche canzoni che gli diedero notorietà nei primi anni '90. "Azz" raccontava un divertente confronto tra due napoletani (con echi gaberiani): uno di buona famiglia e l'altro di famiglia modesta. Non teatro canzone, ma cabaret in musica. Ma Salvatore era anche un cantautore profondo. Anche incompreso, quando a Sanremo portò una canzone sull'omosessualità.

4) Pippo Franco - Che fico



"Mi scappa la pipì", canzone della mia infanzia che suonava spesso nelle feste dell'asilo, assieme al "Ballo …