Passa ai contenuti principali

Una squadra di calcio 'fortissimi': la nazionale dei blogger!


Non vi piace il calcio? Pazienza, questo post può essere ugualmente interessante. In un'ipotetica dimensione alternativa, esiste una squadra di calcio fortissima, quella formata da noi, amici blogger! Siete curiosi di sapere come gioca e quali sono i giocatori? Ovviamente si tratta di un divertissement!



Portiere: ARCANGELO. Ha le ali...figurativamente, vola da un palo all'altro sventando i tiri degli attaccanti avversari. Osserva il gioco tra i pali, ma quando è il momento di intervenire lo fa sempre con molta efficacia. E' un portiere che predilige uno stile essenziale: meglio una parata in presa che una spettacolare deviazione. Quando è chiamato a giocare la palla con i piedi, lo fa sempre con un'abile lettura dei movimenti dei compagni.

Terzino destro: EMANUELE DI GIUSEPPE. E' il classico terzino di spinta, che ama attaccare gli spazi e farsi vedere anche in fase di conclusione. Odia le veroniche e i fraseggi: l'obiettivo deve essere prendere il pallone e fare gol agli avversari. Incita i compagni e recrimina con l'arbitro roteando il pugno, non si preoccupa ad entrare a gamba tesa sugli avversari: è un vero duro! I suoi compagni lo rispettano e lo ammirano, perché lui c'è sempre.

Difensore centrale: CRISTIAN MARITANO. I suoi occhi, quando gli avversari attaccano, sono come quelli di Lee Van Cleef. E' come un bounty killer: centra sempre il pallone, per l'attaccante avversario è uno ostacolo insormontabile. Ha una grande capacità di leggere il gioco e i suoi sviluppi. Sempre molto riflessivo, è il classico leader silenzioso.

Difensore centrale: GIULIO ANDREOTTI (Exvideogiocatore). Non è il classico difensore tutto marcatura: ha piedi da centrocampista e sa tessere il gioco; gioco del quale legge con abilità gli sviluppi, sia in fase d'attacco che in fase di difesa, scovandone sempre i 'bug' o i difetti di programmazione (tattica). Diventa un toro quando lo affronta un attaccante nerd: in quel caso è pronta la più dura delle scivolate.

Terzino sinistro: ORSO CHIACCHIERONE. E' il Bruce Harper della squadra, infatti occupa lo stesso ruolo. Celebri i suoi salvataggi di faccia sui tiri dell'avversario. Lui ha un po' rammarico per questo ruolo che gli è stato assegnato: da piccolo amava costruire con i mattoncini e lui vorrebbe giocare a centrocampo e costruire gioco. In fase di marcatura però è arcigno e roccioso, complice anche la sua mole che spaventa gli avversari.

Esterno destro: MARCO GOI. Dei due esterni, Marco è quello che parte esterno per poi accentrarsi, diventando una fonte inesauribile di gioco. Tocca un'infinità di palloni a partita e raramente ne spreca uno. Gli avversari lo temono e lo chiamano il 'Cannibale', perché come Suarez del Barcellona ogni tanto lascia il segno sui loro colli e gambe! In sostanza state attenti sui calci d'angolo!

Mediano: PIETRO SABATELLI. Pietro è l'elemento su cui ogni squadra può contare, lavora tantissimi palloni con il suo calcio senza troppi virtuosismi e sempre molto concreto. Palloni che non perde mai e che recapita sempre con bravura ai compagni dell'attacco. E' il Philip Callaghan della situazione, un elemento tenace, ma molto rispettato dagli avversari per il suo gioco sempre pulito.

Regista: PIER(EF)ECT. Pier è il regista arretrato, l'uomo che arretra cercando il pallone e ordinando il gioco della squadra. Come il principe Redondo e come Julian Ross, ha un incedere sempre elegante sul rettangolo verde e ha una grande capacità di leggere il gioco. Ha sempre una parola di incoraggiamento per il compagno in difficoltà.

Esterno di sinistra: FABRIZIO PERALE. Fabrizio è il classico esterno che spopolava negli anni '90. Dribbling secco, arriva sul fondo e mette palloni interessanti per gli attaccanti. Non è un funambolo, perché alla fine cerca sempre la giocata che sia più funzionale al gioco, non la giocata spettacolare fine a se stessa. Grande lavoratore, è sempre presente, i compagni sanno sempre di poter contare su di lui.

Attaccante: MIKI MOZ. Moz è un centravanti atipico: ama svariare molto sulle fasce, sia su quella destra, che sinistra. Ma è un attaccante implacabile: il bersaglio lo centra sempre. Gioca dritto per diritto, basando al sodo e senza perdersi in inutili francesismi e 'veroniche'. Non si sottrae alle schermaglie con i difensori avversari e sa trattare bene le palle sporche, infilando la porta avversaria con grande abilità.

Attaccante: CASSIDY. Cassidy è il classico 9 1\2, il fantasista che gioca in attacco, perché negli ultimi 20 metri sa essere spietato come il suo idolo Robocop e segna tanti gol. E' un punto di riferimento per ogni compagno di squadra, un elemento di grande tecnica a cui piace anche arretrare e creare gioco, mandando in gol gli esterni e i centrocampisti. Non ama molto i colpi di testa perché è una persona sempre molto equilibrata e riflessiva.

In panchina

Portiere: IO. Mi prendo il ruolo di secondo portiere, confidando di poter essere sempre affidabile nei casi in cui io sia chiamato in causa, limitando, il più possibile, gli errori!

Regista: FRANCO BATTAGLIA. Grandissima visione di gioco (e di vita), tecnica sopraffina, accarezza la palla e inventa morbide traiettorie a pallonetto; grande capacità di cambiare gioco e di servire perfettamente gli inserimenti dei compagni, un po' Ray Wilkins, un po' Rui Costa, ma non Pirlo, nè Pirla. Purtroppo l'età avanzata lo costringe a dosare le forze.

Centrocampista: MICHELE (Cumbrugliume). Ha l'unico difetto di distrarsi troppo pensando alla gnocca, ma d'altra parte il suo primo sogno è giocare nel campionato brasiliano, dove le tifose si tolgono spesso la maglia per festeggiare i gol dei propri idoli. Il suo secondo sogno è avere Ludovica Pagani in camera che gli legge ogni domenica risultati e classifica.

Mezzapunta centrale: DANIELE DE LUX. E' uno dei giovani talenti della squadra, ha una tecnica strepitosa e una lettura delle situazioni di gioco che è tipica del veterano. Il problema è che talvolta manca di velocità negli inserimenti senza palla. Invece del 'tiro della tigre', ha più semplicemente il tiro di 'un ragazzino qualunque che gioca a calcio in una squadra qualunque talvolta ascoltando prima delle partite i Cure, ma qualche volta anche Cesare Cremonini'.

Attaccante: TOBIAS. Lo chiamano il 'Tipetto impertinente', perchè ama irridere gli avversari con 'veroniche' e tunnel. Anche lui uno dei giovani talenti della squadra, ha notevoli qualità tecniche: lo sa e talvolta si specchia molto in esse! Ma davanti al portiere, ha già la freddezza del veterano e riesce sempre a centrare il bersaglio.

Questi sono i primi selezionati nella squadra blogger, ma non 'disperino' per gli amici che ho iniziato a seguire da poco e che non sono stati convocati: posto in squadra c'è per tutti! Se qualcuno di voi vuole avanzare la sua candidatura o cambiare ruolo, lo scriva nei commenti.

E le ragazze? Beh, abbiamo bisogno di tifose, manager, addette stampa, MASSAGGIATRICI :D. Avanzate le vostre candidature!

Commenti

  1. Ma che bello Ricky, con te è mozy mi si è aperto un mondo qui. Un mod o di "blogger che non conoscevo , mi piace anche se non mi intendo di molti argomenti mi piace l'idea di conoscere e di rivangare il passato . Una vostra tifosa va bene ??? Tifo per voiiii

    RispondiElimina
  2. Guarda, stavo già per scusarmi dicendo che i tuoi post calcistici li leggo ma non posso commentarli perché non è il mio sport, poi mi trovo questa fantasticheria! ;-) Bellissimo e ti ringrazio di cuore, mi fa ridere pensare a me nel ruolo di attaccante, ho degli zoccoli al posto dei piedi, sembro Hellboy! ;-) Pensa che nell’ora di ginnastica a scuola (unico momento della mia vita in cui ho giocato a calcio) al secondo pallone toccato con le mani, tutti, avversari e compagni di squadra mi dicevano: Meglio se vai in porta (storia vera). D’altra parte da giocatore di basket era anche l’unico ruolo che potevo coprire ;-) Grazie ancora, super post! Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahah attaccante e peraltro di qualità :D, beh comunque siamo in un'altra dimensione, quindi ci può stare! :D

      Elimina
    2. Giusto in un'altra dimensione potrei essere un bravo calciatore :-P Grazie mille davvero un gran post sei un grande! Cheers

      Elimina
    3. Pensa alla dimensione in cui Cassidy odia il cinema e odia in particolare Carpenter. Naaa, impossibile, molto più plausibile il Cass calciatore :)

      Grazie a te per le belle parole :)

      Elimina
  3. Con una squadra così seguirei anch'io il calcio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era il mio obiettivo :D post calcistico che però sia interessante anche per chi non segue il calcio :D

      Elimina
  4. Io seguo il calcio vero e sono un fetentissimo tifoso della Juve e non del Milan.
    La tua idea è buona anche se della squadra conosco solo due persone e uno non dovrebbe stare nemmeno in panchina.
    La mia formazione non la dico. Pochi maschietti e molte donne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tieni conto che io ho pensato a dei ruoli che riflettessero un po' le caratteristiche dei blogger. Trovati i ruoli, ho composto la formazione :). Il fatto che ci siano dei 'panchinari' (io stesso lo sono) non significa che essi siano più scarsi dei titolari: nei grandi club, come la Juve, ci sono sempre due titolari per ruolo :)

      Elimina
    2. Nel mio elenco di lettura trovo solo Moz che è un amico.
      Battaglia mi sta bene. Gli altri non li conosco.

      Elimina
    3. Franco bisogna centellinarlo un po' in campo :D (infatti si centellina anche lui, spesso fa molte pause tra un post e l'altro :))

      Elimina
  5. Ahaha grazie per il bellissimo ruolo e descrizione, io a calcetto di solito gioco (giocavo..) o difensore centrale o medianaccio di rottura o attaccante centrale, essendo alto 1.90 e lento quello posso fare.. :D

    RispondiElimina
  6. Ahahaha, questo è un post favoloso anche e soprattutto per il sessismo estremo che trasuda! Le ragazze relegate a ruoli non di squadra... mamma mia, qua rischi che scendano a vendere azalee in piazza contro il tuo post di violenza sulle donne XD

    Attaccante, mi sta bene, a volte però mi sento come il calciatore Diavolo Illuso della canzone omonima, sai?
    Mi sa che mi becco numerose squalifiche!^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha Miki, il calcio per me è sacro, nonostante tutto: uomini e donne non possono giocare assieme :D. E poi nello spogliatoio come facciamo (commento sessista :D)? Come in Svezia: uomini e donne tutti nudi assieme :D

      Elimina
    2. Qualcuno lo conosco...
      Hanno tutti un blog?
      Ti seguirò, ciao.

      Elimina
    3. Sisi, tutti hanno un blog :D. Li trovi nel mio blog roll: Fabrizio è 'Cent'anni di Nerditudine', Cassidy 'La bara volante', Marco Goi 'Pensieri cannibali'. Cristian Maritano è 'Once Upon...'

      Elimina
    4. Denudiamoci senza pudor, tanto agli occhi di Dio siamo tutti uguali :D

      Elimina
    5. In effetti Riki questo post, pur bello che sia, è piuttosto maschilista.
      Ho visto che non avete un allenatore... quindi, invece che fare le massaggiatrici e le ragazze pon pon, noi blogger femmine possiamo unire le forze e fare le allenatrici... e farvi sgobbare a dovere! Ci vuole per forza qualche donna a "guidare" un gruppo di uomini... 😝

      Elimina
    6. Ue', adesso piango che dai ragione al Moz :D

      Elimina
    7. No no Ricky, sul fatto del maschilismo / femminismo io e lui non andiamo proprio d'accordo! Tu mi sembri un po' meno "estremista" su questo argomento...

      Elimina
    8. io sono un promotore del detto "in medio stat virtus".

      Il medio è anche quello che mi alzano adesso Moz ed Ema :D

      Elimina
    9. Ma quale allenatrice, ragazza pon pon, massaggiatrice, ecc. Noi donne saremo quelle che contano (i soldi xD). Voi prendetevi gli insulti dei tifosi, le pallonate in faccia, il sudore, la dieta ferrea, i fischi, ecc. noi gestiremo tutto comodamente sedute su una bella scrivania d'oro xD

      Elimina
  7. Quanto mi ha divertito questo post :) la fantasia non ti manca di certo.
    Ma voglio un ruolo anche io. Vado bene come motivatrice/ragazza pon pon? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: la fantasia non mi manca. Chi mi porta a casa, porta a casa un carico di fantasia. E poco altro :D

      Va benissimo, le ragazze pon pon son ben accette :D (a proposito di sessismo del mio post) :D

      Elimina
  8. Riky, io ho solo 4 maschietti e se dice di no la Dama non posso fare nemmeno la squadra di calcetto.

    Allora:

    LaDama portiere non ha una buona presa ma fa presa.
    Neritudine attaccante di non movimento.
    Moz stopper come quelli di Nereo Rocco
    Battaglia prima punta
    Riki giochi perché bisogna pescare anche nella squadra allievi.


    Solo una cortesia. Se la Dama viene da te come ragazza pon pon devi chiamarmi.
    Vorrei sedermi accanto a lei. Come chi va per vedere il film e guarda solo la ragazza accanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nerditudine è Fabrizio Perale! Io l'ho messo ala perché il suo blog è molto fantasioso, trattando sempre argomenti quali libri, fumetti, film ecc. ed è un blogger molto costante. Comunque da quel che racconta è meglio prima punta, metti Moz a svariare. Stopper al Moz non lo vedo proprio. Franco prima punta? Al massimo fantasista, un po' anarchico e molto fantasista.

      La Dama: mi piace la definizione che hai dato di lei. Comunque sicuramente: il posto vicino a lei te lo garantisco!

      Elimina
  9. Io i massaggi (scritto in minuscolo però, non in maiuscolo! 😉) li faccio per lavoro quindi potrei anche candidarmi...
    Bellissimo questo post!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, allora io e il Moz siamo già sui lettini :D (ma penso che ci sarà la fila con una massaggiatrice così).

      Grazie :P

      Elimina
  10. Ahahah idea deliziosa, e mi propongo per il ruolo che ho ricoperto durante ogni partita di calcetto di liceo: io faccio quello con la videocamera che riprende la partita, passa una copia ad ogni giocatore e mette i rumori buffi nelle scene dove sbagliano, mandandole al rallentatore, tipo Paperissima :-P
    Non so quale sia il nome tecnico di questa figura, ma mi si addice alla perfezione.
    P.S.
    I miei vecchi compagni di liceo devono ringraziare che sono una persona discreta, perché ho ancora tutti i video dove fanno figure barbine a calcio: sarebbero star di YouTube! Una volta alcuni si misero in testa di giocare a rugby, e dopo un'ora a dirsi le regole inizia la prima azione e uno si rompe il naso: 10 secondi di gioco e già un infortunio. E io ero là a riprendere tutto come iena videns :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiudicato Lucius: altrimenti ti avrei inserito tra i centrocampisti, alla Angelo Colombo :D. Comunque hai un tesoro: io pagherei per rivedere i vecchi tornei di calcetto delle medie! Tanto io non sono sceso in campo :D.

      Elimina
  11. In effetti il gioco pulito e senza virtuosismi mi piace, tanto che è il mio tipo di gioco preferito ;)
    Comunque idea stravagante ma bellissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che questo post vi abbia divertito :D, è una pazzerella idea che mi è venuta a getto...La tua descrizione secondo me ti calza proprio a pennello :)

      Elimina
  12. Nonostante non sappia giocare a calcio e non ne capisca nulla, hai avuto un'idea carinissima ed originale! :D Tra l'altro hai un po' spiegato i ruoli quindi mi sono raccapezzato :D Devo ficcanasare nel tuo blog roll!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti è un post calcistico aperto a tutti :)

      Elimina
  13. Mi candido come raccattapalle. :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro? In squadra c'è posto per altri giocatori! Il campionato è luuuungo,serve turn-over!

      Elimina
    2. anche perché io mi faccio squalificare sicuramente, picchio l'arbitro :)

      Moz-

      Elimina
  14. Ahahahahah, direi perfetto! Come panchinaro sto comodissimo e non mi stanco :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scherzi? Turnover e spesso in campo :D

      Elimina
    2. Occhio che quando giocavo da ragazzo facevo il terzino e mi chiamavano spezzagambe. Il mio stile era ispirato a quello di Pasquale Bruno: espulsioni assicurate!

      Elimina
    3. ahhaah Pasquale Bruno, un nome una garanzia. Va bene lo stesso: ti metto in mediana a spezzare le rotule

      Elimina
  15. Massaggiatrice? Ma stiamo scherzando? Io voglio giocare da libero. Ok? 😁😁😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Libero alla Baresi o alla Bonucci? :D

      Elimina
    2. Bisogna avere rispetto per i grandi ( e penso a Baresi) ma per me c'è solo un esempio: Zanetti.😉

      Elimina
    3. niente esterni alla Zanetti nella mia rosa: anche se il buon Ema è il mio Cafu, pendolino sulla fascia!

      Elimina
  16. Ma quindi io sarei più Baresi o più Bergomi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Baresi! Il quale Baresi ogni tanto non risparmiava dure entrate agli attaccanti avversari, oltre a intimidire gli arbitri con il suo braccio alzato.

      Elimina
    2. Però come spessore di sopracciglia sono più Bergomi, e di certo non chiedo aiuto agli olandesi per ingrandire la famiglia. Come la mettiamo?

      Elimina
    3. ahhah, direi che comunque per caratteristiche tecniche sei Baresi, per caratteristiche fisiche Bergomi :D

      Elimina
  17. Risposte
    1. Quando vuoi farti due risate, sai dove puoi passare :D

      Elimina
  18. Ehehe carina come idea.
    Io ovviamente faccio l'arbitro.... Ok, questa è pessima XD

    RispondiElimina
  19. In tempi bui per il calcio nazionale, ecco il riscatto dell'anima de li mejo blogger de tutto er cucuzzaro (i romani perdonino eventuali errori)! Non conosco tutti, ma sembra una selecao, un dream team da fare invidia a quei puzzoni di WordPress! (ahem io sono di quella squadra lì, ma tifo entrambi perché siamo in periodo di par condicio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. é un vero dream team ma annovera anche elementi di WordPress! :D però i colori sociali sono obbligatoriamente l'arancio e il bianco!

      Elimina
    2. Giusto inserire gli oriundi e gli "stranieri" per una squadra veramente mittel-blogosferosa!

      Elimina
    3. ahahh, i nostri Eder e Camoranesi :D

      Elimina
    4. Quindi io sarei Orsinho? XD
      Mi piacciono i colori sociali!

      Elimina
    5. Siiii Orsinho :D. E' un soprannome migliore di orsetto da masturbare di turbococcole :D

      Elimina
  20. quindi sarei un panchinaro|narcisista?! be', in effetti... ahaha :P
    bel post cazzeggione! xD e profili davvero azzeccati, almeno per quei blogger che conosco.
    ho pure imparato cos'è una veronica! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come già detto, le grandi squadre non si limitano solo ad undici giocatori :D (guarda la Juve ad esempio). Però stamattina mi hai fatto preoccupare e quindi ti tengo in panchina per punizione :D. Sì, è un post meravigliosamente di cazzeggio :D

      Elimina
    2. eh? stamattina ti ho fatto preoccupare?! per il mio blog oscurato intendi? ahahaha c'erano dei lavori di restyling in corso xD

      Elimina
    3. Esatto XD avevo già attivato il Moz segnale. E lui giustamente: "Guarda che starà facendo lavori di restyling". Che poi, guarda come sono attento ai dettagli, io mi ero subito fiondato sul tuo ultimo post senza soffermarmi sull'header XD

      Elimina
  21. Spiegami... perché a voi maschi piace tanto il calcio?
    Io lo trovo molto noioso!
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da piccolo era veramente una passione totale :). Diciamo che il calcio entra facilmente nelle vene di noi maschietti: basta essere in due e avere un qualcosa di sferico..e il gioco è fatto. Diciamo che diventa noioso quando il tifo è esasperazione, del tipo stasera c'è la partita e guai a chi fiata. Quella fase l'ho passata da mò :D.

      Il mio approccio alla materia calcistica ora è molto 'tecnica', ma non mi sto a dilungare, sì che ti annoierei :D.

      Elimina
    2. Lucrezia, il calcio è uno sport violento dove conta solamente vincere.
      Uno sport maschio. Perché a me non piace portare la borsetta?
      Sono queste diversità che fanno scoccare la scintilla dell'amore.

      Elimina
    3. Oddio, io da piccolo non volevo perdere ai giochi di società XD. Però ribadisco la mia più semplice spiegazione sul fatto che il calcio sia un gioco immediato e praticato facilmente :D

      Elimina
  22. Idea fantastica, grazie per la citazione :D

    RispondiElimina
  23. Ahahah post fantastico e bellissima la mia versione calcistica!
    Mancava solo "se l'arbitro sbaglia, non si preoccupa di mandarlo all'ospedale, rischiando la squalifica a vita" 😆
    Fantastiche anche le altre trasposizioni, almeno dei blogger che conosco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaah no dai, l'arbitro non si tocca :D. Solo proteste civili!

      Elimina
    2. Eh ma io fino a che ero una testa calda, mi dovevano bloccare. Sarà per quello che non ho mai sfondato negli sport? Oltre che ero una schiappa ma questo è un altro dettaglio😝
      Seconda media, giocavo a basket... o meglio, inseguivo chi mi stava sul cazzo, nonostante non avesse la palla. L'allenatore a mia madre "prima era svogliato ma ora ha troppa grinta" 😆

      Elimina
    3. inseguivo chi mi stava sul cazzo..ahahha...praticamente facevi rappresaglie in campo

      Elimina
  24. Grandissimo! XD
    Mi piace l'accostamento con Bruce, siamo anche molto simili, anche se i palloni in faccia me li meriterei per le mie Strisce... sai che ci hai azzeccato alla grande? Quando ero piccolo giocavo sempre in difesa, ero davvero arcigno (più o meno) e roccioso!
    Poi oh, magari mi mettevano lì perché ero scarso o magari sottovalutato... ma una volta da attaccante ho fatto addirittura una rovesciata che è rimasta nella storia!

    RispondiElimina
  25. Mi ero perso questa perla! (Sono assente da qui da un po' ammetto) e niente, grazie per avermi scelto anche se il calcio non è esattamente il mio sport, l'importante è che non vi arrabbbiate con me quando prendo goal come succedeva da piccolo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dillo ad Ema, è lui quello che si arrabbia :D

      Elimina
    2. Ahah tranquilli, mi arrabbio solo con avversari e arbitri! 😠

      Elimina
    3. Non fare il gesto delle manette!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Le quattro canzoni degli 883 che hanno fatto la (mia) storia

Max Pezzali e gli 883, con mia grande sorpresa, sono un mito per tantissimi, nella blogosfera. Quando c'è un tag sull'infanzia, Max e la sua storica band (inizialmente un duo, in realtà) spuntano sempre fuori nelle varie citazioni. Mi fa sorridere ricordare che ero l'unico, tra i miei amici, ad ascoltarlo! E poi era opinione comune che le canzoni degli 883 fossero banali e c'era anche chi riempiva di disprezzo chi le ascoltava (o forse disprezzando me, disprezzava le canzoni che ascoltavo. Vabbè). Io, come spesso accadeva in gioventù, ero fiero di andare controcorrente. E siccome siamo nel cuore dell'estate e le canzoni degli 883 hanno fatto sempre da colonna sonora alle mie estati, ho deciso di pubblicare questo post. In realtà ho scelto quattro canzoni che hanno qualcosa di più: un legame con alcuni momenti della mia vita.

O ME O QUEI DEFICIENTI LI'



Gli 883 hanno sfatato per me il tabu' delle parolacce, anche se, ovviamente, quando cantavo i loro brani, l…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…