Passa ai contenuti principali

Topolino e i viaggi nella storia, recensione

Tra i tanti fumetti natalizi, c'è stato anche un volume che non contemplava vicende a tema. La raccolta "Topolino e i viaggi nella storia" (Tutto Disney n.81-dicembre 2017) è infatti un insieme di storie di viaggi nel tempo di Topolino e Pippo, grazie alla macchina del tempo.

Per me erano tutte storie non inedite, ma mi ha fatto piacere averne alcune in una seconda ristampa, così come mi ha allettato l'idea di un volume con 9 storie lunghe su una saga a me molto cara: quella dei viaggi nel tempo.

Sono quattro le storie degli anni '80, una dei '90, poi siamo negli anni 2000: una storia del 2003, una del 2004, una del 2007 e una del 2014. Quest'ultima, secondo me, è l'unica nota stonata del volume che ci ripresenta quattro creazioni del mitico Giorgio Pezzin e una di Bruno Concina. Non mancano, tra gli autori, Carlo Panaro e Francesco Artibani.

I tre gioielli sono "Topolino e l'Atlantide continente perduto", "Topolino e il mistero del Nautilus" (ben due le storie dedicata al Nautilus!) e soprattutto "Topolino e l'intruso spazio-temporale". Quest'ultima storia, seguito della storia "Topolino e Battaglia di Lepanto", vede Topolino e Pippo calati nell'epoca dell'invasione barbariche, alla caccia di Gambadilegno, per la seconda volta alla caccia di tesori nel passato. Da notare che ai protagonisti viene inflitta una triplice condanna a morte (la prima per decapitazione, la seconda sul rogo, la terza per lancio di frecce). Purtroppo nel Topolino moderno questi aspetti sono tutti in genere censurati o smussati.

Commenti

  1. Anche a me l'argomento spazio e tempo mi sono affascinanti. Anche senza Topolino 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece mi confondo con tutti questi piani temporali :D.

      Elimina
  2. A me piace paperino e mi sta antipatico topolino.
    Per quello che vale una mia impressione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Topolino delle 'avventure temporali' è più simpatico :). Ma comunque il top è sempre Pippo, nella coppia.

      Elimina
  3. Dei viaggi nel tempo di Topolino ricordo quelli fatti ai tempi di Leonardo (e relativo mistero del sorriso della Gioconda svelato!) e quello con oggetto un disco misterioso, non ricordo di che civiltà..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La prima storia la ricordo benissimo, la seconda sinceramente al momento ho un blackout :)

      Elimina
  4. Cavolo sembrano storie interessantissime!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìsì, secondo me questo è un'ottima raccolta per chi legge sporadicamente Topolino o non lo legge da tempo. Ci sono storie avventurose!

      Elimina
  5. Avevo dato un'occhiata a questo volume ma poi ho deciso di non prenderlo perché molte storie le avevo già lette....
    Quasi quasi lo prendo al prossimo ordine sul sito della Panini! 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come va la febbre Benny? Ma sai che questi volumetti sono carini, sono corposi..Poi a me il tema "macchina del tempo" è sempre piaciuto. Stamani ho comprato invernissimo..una storia per me inedita, due cult (una degli anni '80) e roba che al momento non mi ha suscitato ricordi. Ma la mia edicolante sa essere convincente..come fai a dire di no alle bionde con gli occhi chiari?

      Elimina
    2. La febbre c'è ancora purtroppo! 😥
      Grazie per avermelo chiesto! 😘

      Ahahah! Allora la tua edicolante fa affari con te!
      E così sei particolarmente sensibile alle bionde con gli occhi chiari eh... 😉

      Facci sapere se Invernissimo merita di essere preso!

      Elimina
    3. Praticamente io son sensibile a tutti gli sbattimenti di ciglia...ahahahah...a parte gli scherzi Invernissimo è in dubbio come consiglio: certo che quella storia anni '80 del Cervino per me è cult. Ma potrebbe essere un po' di nostalgia che 'pompa' la suddetta storia :D

      Elimina
    4. Ah ok! Se fossi stato sensibile solamente agli occhi chiari mi sarei sentita "tagliata fuori"... 😊

      Vabbè dai... credo che un ordine Panini sarà presto in arrivo!
      Un abbraccio!

      Elimina
    5. la mia Simo ha gli occhi chiari però <3 :D

      Elimina
  6. Sai, credo di aver letto gli originali, già bella storia ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una bella selezione! Copre una buona scansione temporale.

      Elimina
  7. Io adoro queste storie, secondo me sono bellissime! Però il volume non l'ho preso perché le ho già tutte :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai davvero? De Andreiana e Topoliniana? Ti devo riservare una poltrona extralusso :D

      Elimina
  8. Probabilmente non ne ho letta nessuna :D
    Buona giornata Riccardo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quelle del Nautilus le vedo adatte :) a te che ami molto il mare

      Elimina
  9. Sai che paradossalmente non ho mai troppo amato questo genere di storie?
    Alcune son belle quando le trovo particolari, per il resto mai troppo affascinato dai viaggi spaziotemporali.
    Un paio di queste però devo averle lette e forse le ho anche in qualche raccolta.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece le ho sempre amate, anche se ultimamente non hanno più il mordente di una volta (ci credo, sono state battute..tutte le piste storiche).

      Elimina
  10. Topolino e Paperino non mi hanno mai deluso.
    Grazie di ciò che mi hai fatto ricordare e conoscere in questo post.
    Buona serata Riccardo. Ciao.

    RispondiElimina
  11. Io amo gli incastri spazio/tempo (ti consiglio il magico Edge of tomorrow), ma amo anche troppo Paperino, e Topolino è sempre venuto ..."topo" ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Franco che c'è una storia di Paperinik che praticamente sembra scritta da Franco Battaglia? :)

      Elimina
  12. E' un topolino con solo storie di Topolino? Credo che potrei amarlo *W*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, sono raccolte di storie, in questo caso dedicate alla coppia Topolino-Pippo e ai loro viaggi nel tempo.

      Elimina
  13. Ma sono le storie col professor Zapotec e il professor Marlin?
    Le ho sempre adorate, fin da piccolo. Potrei farci un pensiero anche se devo ancora recuperare il volume con Pippo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente, anche a me da piccolo piacevano entrambi i personaggi. Compra entrambi i volumi, ne vale la pena!

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Guerin Sportivo n.6 giugno 2018: la recensione

Il Guerin Sportivo n.6 fa un passo indietro rispetto agli ultimi due numeri, tornando agli standard non elevati che caratterizzano la gestione "Corriere dello Sport". Tralasciamo il pistolotto anti arbitro presente nell'editoriale del direttore, quanto mai superfluo (allora è giusto anche parlare delle polemiche arbitrali italiane, ma su quelle il Guerin Sportivo glissa..), ciò che stupisce è il ritorno del solito articolone sul calciomercato già vecchio al momento della pubblicazione (non ho capito ad esempio perché Ben Arfa dovrebbe essere un'idea per il Milan...). Magari sarebbe bello leggere un'analisi su ciò che servirebbe alle squadre italiane, non buttare così nomi e cognomi che un giorno sono presenti sui quotidiani e il giorno dopo no.  Ricordo ancora un bellissimo servizio del Guerin Sportivo nella primavera del 1996 che ipotizzava acquisti e formazioni della Serie A dell'anno successivo, vero, non era un articolo che volesse predire il futuro, ma…