Passa ai contenuti principali

Una strana scatola...con dentro piccole cose 'pop' anni 80-90

Una scatola trovata 'seppellita' nel mio armadio, con tante piccole sorprese 'pop' anni '80-'90. Siete curiosi di vedere il meglio di quanto ho trovato all'interno?
Miki Moz sul suo blog ha raccolto una trentina di 'cose pop' legate al passato. Anche io ho voluto cercare qualche cimelio del passato..

DISTINTIVO TOPODETECTIVE: datata 1994, fu regalata con Topolino. Un bel distintivo per giocare a Detective e ladri. Tutto in plastica, ma molto carino.

BARATTOLINI MULINO BIANCO con sorprese: questi sono tra gli ultimi 'barattolini' regalati nelle confezioni di merendine Mulino Bianco (o erano biscotti?). Non ricordo cosa ci fosse dentro. Io per non sbagliare ho infilato qualche sorpresina 'antica' degli ovini Kinder. Dedicato a Lucius Etruscus!


MIGHTY MAX: in perfetto stato di conservazione (perché ci ho giocato poco) questa chicca anni '90. Il ragno si 'apre' e diventa un piccolo playset (stile Polly Pocket) con Mighty Max e il suo nemico.


FANTASMINI GHOSTBUSTERS: quattro di questi fantasmini erano associati alle originali action figures dei Ghostbusters (io di quella linea possedevo Ray, Peter ed Egon). Il fantasmino giallo accompagnava Egon, quello blu Peter, il viola Ray, l'arancione con i piedi a papera Winston. I cloni del giallo e il 'papero' li ho trovati nelle confezioni di Ergo Sprint. I fantasmini arancione e verde fluo erano accompagnati a delle versioni di Winston ed Egon diverse da quelle canoniche.


NESQUIK GAME: ed ecco dagli anni '80 un simpatico gioco 'slot machines' regalato con il mitico Nesquik


Commenti

  1. buongiorno Riky! troppo carini i barattolini! dovrebbero tornare a regalarli anziché fare quelle raccolte|punti infinite che per prenderti una tovaglietta devi ingozzarti di merendine ahaha
    forte anche la slot|Nesquik! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le fanno ancora le raccolte? Non so perché non prendo più prodotti MulinoBianco :D

      Elimina
  2. Salto carpiato indietro nel tempo! I Barattolini e i fantasmini dei Ghostbusters li avevo rimossi ma li ricordo molto bene, così come Mighty Max, mi fai tornare bambino con questi post! ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La colpa è di Moz! Casa mia è ricca di immond ehm di cimeli!

      Elimina
  3. Ciao Riky!
    Che bel tuffo nel passato ci hai fatto fare! 😍
    Bellissimo il distintivo da detective!
    E i barattolini del Mulino Bianco erano stupendi!
    Un abbraccio e buon mese di dicembre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il distintivo è un bel ricordo, giocavo a detective-agente segreto, avevo la mia valigetta (cioè quelle valigette di plastica orribili trasparenti che si usavano a scuola e dentro mettevo tutti gli arnesi, tipo una pistola giocattolo ad acqua, il topo binocolo e altri gadget Disney.

      Elimina
  4. Che bei ritrovamenti!
    Purtroppo io i barattolini li ho gettati tutti in uno dei ripulisti "da maggiorenne", quando ancora non ero diventata una nostalgica nerd. E anche il distintivo da detective, ahimé! Di quei tempi ho però ancora il "trofeo" di Topolino 2000, quel disegno di cartone fatto da Cavazzano con la protezione di plastica che lo rendeva tridimensionale...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Babol, anche io ho molta cosa che langue negli scatoloni in soffitta e cantina. E ovviamente anche io ho sacrificato qualche cosa...Non mi ricordo il trofeo di Topolino 2000...

      Elimina
  5. Mi stai dicendo che il mio Winston non era la versione normale? D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No infatti mi sono spiegato male :D il fantasmina corallo piedi a papera accompagnava il Winston versione 'cartone' (io possedevo il fantasmino trovato nello 'sprint'), quello arancione sulla destra accompagnava una versione di Winston non canonica, che faceva le boccacce, con un outfit diverso dalla mitica tuta.

      Elimina
  6. Stai diventando come Moz adesso? no scherzo...gran belle cose, che io credo ormai di aver perso, buttato e dimenticato, peccato ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaha, si, Miki mi spinge a fare questi post :D

      Elimina
  7. Mighty Max! Ho già visto in giro questi playset apribili :) molto carucci! bellissimi anche i fantasmini Ghostbusters!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io amavo quei fantasmini *_* Io amavo i Ghostbusters (sia i The Real che i Filmation's)

      Elimina
  8. Praticamente hai fatto il #POPCEMBER :)
    Ottimi ritrovamenti, davvero. Nesquik mitico (ma davvero ha più appeal ora? Non ci credo, la grafica gialla spacca il culo) e mitici anche i barattolini Mulino Bianco.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho fatto un plagio :D poi ti avevo già reso partecipe di questi ritrovamenti :D. Se non sbaglio della Mulino Bianco anche tu avevi i mulini vero?

      Elimina
  9. Oddio i barattoli della Mulino Bianco, che hai tirato fuori! 😍 Anche se a casa mia non sono mai passati sempre perché si comprava poca roba di questo genere per la mia ipercolesterolemia.
    Bellissimo MM, quello lo aveva un mio cuginetto.
    Bellissimi i fantasmi che si infilavano in capoccia. Sui Ghostubuster ho una storia di Natale, questo mese da me 😉
    La slot Nesquick l'aveva un latro mio cugino. Come indirizzare i bambini al gioco d'azzardo 😆

    👏👏👏👏👏👏👏
    Per l'articolo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per i complimenti Ema, allora attenderò con piacere il tuo articolo sui Ghostbusters. Ah io potrei fare una recensione del loro episodio natalizio, uno dei miei favoriti XD.
      Verissimo, i fantasmini si potevano inserire nelle teste :D. Invece dalla seconda linea di pupazzetti, questi si attaccavano in genere alle armi dei Ghostbusters.

      Elimina
    2. Non lo ricordo affatto l'episodio natalizio... anzi, a dire il vero ricordo poco di quel cartone. Esigo la recensione! Ci scegliamo un giorno e lo facciamo in contemporanea!

      Elimina
    3. Per me va benissimo! Quando pensavi?

      Elimina
  10. I barattolini li ricordo bene, li davano con le confezioni doppie di merendine! Tralaltro credo siano ancora molto ricercati dai collezionisti, perché erano molto belli e la loro distribuzione non durò tantissimo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se erano completi, questi barattolini, allora potevo anche ricavarci due soldini :D

      Elimina
  11. No, mi spiace, questa volta non conosco proprio nulla. Nemmeno un vago ricordo. Mi sento fuori dal mondo T.T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahha Pier! Allora ti dovrò istruire un po' sui The real ghostbusters! :)

      Elimina
    2. Perché, ci sono anche altri Ghostbusters 😅?

      Elimina
    3. Siiiiiii in futuro ti istruiro' a dovere XD

      Elimina
  12. Che bellini questi giochi, soprattutto il Mighty Max, anche se non lo conosco assolutamente, ma a pelle mi colpisce xD
    Comunque vedo una statuetta dei Puffi, lo sai che mio cognato è un fan accanito? Ne ha tantissimissimi, ha anche le casette, le lenzuola. Sono rimasta meravigliata quando ho visto la sua collezione *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ricordo..che rapporto hai con i ragni XD? A me fanno schifissimooo. I puffi? Quella è una sorpresina Kinder ma mia sorella aveva un sacco di puffi di plastica e anche le casette a fungo . Lei gli adorava. Io invece. .ahaha.

      Ps oggi ti ho pensato: alla nostra radio era ospite Tiziano ahhaha.

      Elimina
    2. No, Riccardo, parliamo di cose serie e non scherziamo: lo hai incontrato?!Perché io non ci sono mai, dammi il suo numero di telefono ti prego xD

      Elimina
    3. No, perché era nella maxi sede centrale di carpi. Io sono nell'estrema periferia XD. Hanno fatto una lunga diretta con interviste e canzoni.

      Elimina
    4. Sicuro era bellissimo, simpatico, dolce, bellissimo, divertente, bellissimo, intelligente, brillante, bellissimo come sempre. Se avessi fatto una foto con lui ti avrei odiato ma sarei stata anche felice xD

      Comunque adesso che mi sono calmata posso rispondere xD
      I ragni mi fanno schifo, il giocattolo mi piace perché bello colorato, viola e giocoso :-D
      Comunque i puffi del mio cognatuzzo bello sono centinaia, sarebbe contenta tua sorella xD

      Elimina
    5. Non so se era bellissimo ma a sensazione è stato simpatico intelligente e brillante :D
      Hai usato molti aggettivi in quel commento, anche per il ragnone XD

      Elimina
    6. E questo come ti fa sentire? Felice, triste, infastidito, gioioso? XD

      Comunque col telescopio la luna (purtroppo è spesso nuvoloso ultimamente ed il cielo invernale non è pienissimo quindi non si vedono troppe cose) è bellissima, stupenda, incredibile e tanti altri aggettivi xD

      Elimina
    7. Mi fa stare bene :P. Il telescopio ha un ruolo chiave nell'ultimo film top che ho visto, il cacciatore di zombie :D.

      Elimina
  13. Io sicuramente a casa dei miei ho scatole "magiche" di questo tenore.. robe incredibili che sicuramente prima o poi andrò a rispulciarmi... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente avrai dei tesori da mostrare!

      Elimina
  14. Bellissimo il Nesquik Game, lo avevo anch'io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se poi c'erano delle ulteriori versioni rispetto a quella in mio possesso..grazie Pirkaf, benvenuto :)

      Elimina
    2. Quant’è bella giovinezza,
      che si fugge tuttavia!
      chi vuol esser lieto, sia: di doman non c’è certezza.
      (Ma ricordo sì ;)

      Elimina
    3. Verissimo Anna: ricordi felici e piacevoli, che ci danno forza per affrontare le incertezze del domani.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Intervista a Paolo Samarelli, l'artista dei calcio e i suoi fantastici disegni

Conoscete la mia passione per il Guerin Sportivo e per l'Almanacco del Calcio Panini, passioni che si fondano soprattutto sugli splendidi disegni dei gol e delle azioni delle partite che li arricchivano.

Da "secoli" mi batto per esaltare e celebrare la bellezza di questi disegni, che purtroppo sono spariti dai giornali specializzati e dai quotidiani. Spariti molto prima del proliferare di Internet e dei telefonini, complice anche la volontà degli editori e dei direttori di testata di tagliare i costi, a scapito però di noi collezionisti.

Oggi parleremo con uno degli artisti che riproduceva le prodezze dei calciatori: Paolo Samarelli, presente negli anni '80 sulle pagine del Guerin Sportivo e negli anni '90-2000 su quelle di Repubblica. Il maestro Samarelli mi ha concesso gentilmente un'intervista.

1-Paolo, come realizzava i suoi disegni all'epoca della collaborazione con il Guerin Sportivo? I gol li guardava su 90esimo minuto? Quale metodo di lavoro segui…