Passa ai contenuti principali

Topolino n.3229, la recensione 'crossover' con il Reign of Ema

Dopo uno scambio di messaggio con il mitico Ema, abbiamo deciso di condividere recensioni settimanali di Topolino. Un cross-over tra blogger! In pratica qui sul Bazar troverete la prima parte della recensione a due, sul blog di Emanuele troverete la seconda. Speriamo che questa iniziativa attiri la vostra curiosità!


LE STORIE
1 Tutti i milioni di Paperone - Il mio ventesimo milione
2 Paperinik e il segreto del giardino discreto - Seconda parte
3 Archimede, Paperoga e il problematico posizionometro
4 Pippo e la somiglianza soggettiva
5 Paperino e il cugino perfetto scocciatore

1
RIKY: si chiude la saga dei "milioni di Paperone". La promuovo anche se arrivare fino al 20esimo capitolo è stato un rischio (il raschiare il fondo del barile alla ricerca di spunti). In effetti gli ultimi capitoli sono inferiori qualitativamente rispetto ai primi. C'è però l'alta qualità della scrittura di Fausto Vitaliano. Da adulto le sue storie si possono apprezzare maggiormente.

EMA: come sai e come sa chi legge il mio blog, questa saga ho deciso di saltarla per poi forse riprenderla in futuro. Mi fa piacere che si sia conclusa dato che, come mi avevi scritto, speravi che questo sarebbe stato l'ultimo capitolo.
L'unica cosa che posso dire avendolo solo sfogliato è che ha dei bei disegni di Paolo Mottura.

2
R: ahimé, la storia non mantiene le promesse della sua prima parte, che era stata cupa anche per le minacce di morte rivolte a Zio Paperone prigioniero. L'azione è circoscritta all'irruzione di Paperinik nel deposito. Tutto sommato efficace l'idea di Paperinik che vuole sacrificare la 'Numero uno' per salvare la vita di Zio Paperone. Forse una storia che avrebbe reso di più se pubblicata in un unico numero.

E: a differenza della prima parte, qui Paperinik serve a qualcosa (nello scorso poteva tranquillamente essere un'avventura del semplice Paperino) e fa il verso, parodico, a Diabolik o a Phantomius. Concordo con te sul calo qualitativo e sulla troppa lunghezza di questa seconda parte (ma a me rompono tutte le storie che superano le 20 pagine).

3
R: storia breve che mi è sembrata piuttosto confusionaria.

E: simpatica ma che non va oltre il mediocre. Paperoga quando non interagisce col cugino mi sta più simpatico, altrimenti odio i suoi continui pasticci. Archimede comunque è un ipocrita, nella storia Paperino E Il Robottino Avvisatore (n. 3216) rimproverava il protagonista perché cercava di evitare il cugino pasticcione... ma qui cosa fa il moralista? So che non c'è continuity ma ci tenevo a ricordare una storia in cui l'inventore mi ha irritato un po'.

IL SEGUITO? Leggi sul blog di Emanuele!

Commenti

  1. Olé!
    Bellissima la copertina 😀
    E grazie per il "mitico", troppo buono 😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero dimenticato di metterla, la foto di copertina xD. Fatta al volo!

      Elimina
  2. Cavolo, un numero che già per me -saltuario- parte male:
    due storie sono un ventesimo e un secondo episodio XD
    Archimede moralista? Beh, si adegua alla controparte non proprio positiva che ha in Duck Tales :p

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah già, la storia di Pippo non basterebbe da sola!

      Elimina
    2. Ma dici il nuovo Archimede di DT? Quello è Sheldon Cooper gallina come mi ha fatto notare Riky 😁
      Nella storia che cito è sorridente e cerca di fare la morale a Paperino in modo amichevole.

      Elimina
    3. In effetti Archimede è sempre stato di sani principi :D

      Elimina
  3. I cross over mi fanno impazzire, figuriamoci un cross over tra blogger, figuriamoci un cross over tra blogger che parlano di Topolino!
    Solo una critica... così mi fate venire la voglia di fare l'abbonamento ma non ho soldi! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahah Orso :), magari possiamo sottolineare i numeri 'indispensabili' per l'acquisto :D

      Elimina
    2. Felicissimo che tu abbia apprezzato!
      Topolino causa forte nostalgia, la quale ti fa ricadere nel tunnel!

      Elimina
    3. E io ci sono ricaduto, mi manca devvero solo Topolino ormai!

      Elimina
    4. ahahha siamo tutti nel tunnel delle nostre dipendenze!

      Elimina
  4. Penso che abbiate avuto una bella idea :) E' un bel modo per scambiarsi opinioni e magari anche i lettori :-D
    Certo peccato che io non sia una grande conoscitrice di Topolino e non vi possa dare un grande contributo xD
    Però apprezzo molto, molto l'iniziativa!

    P.S. Che strano pensare che il mio fidanzato fa il blogger e non abbiamo mai fatto una cosa del genere xD
    P.P.S Che nomi particolari per dei fumetti: la somiglianza soggettiva, il giardino discreto, il posizionometro... xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola :). Beh dai, pensate anche voi due, più avanti, a fare il cross-over!

      Ahah, in effetti titoli curiosi, attirano l'attenzione.

      Elimina
    2. Grazie anche da parte mia, Paola!
      Con la mia ragazza ieri ho fatto un altro tipo di crossover... abbiamo pulito casa insieme -_-'

      Elimina
    3. ahhahaahhaah è un crossover molto comune quello!

      Elimina
    4. Ciao Emanuele :) piacere di conoscerti ^.^
      Comunque niente, neanche quel tipo di cross-over per me perché sono maniaca del controllo e quindi dovrei stargli dietro e fare il doppio del lavoro sprecando più tempo xD

      Però voi uomini provateci sempre lo stesso, bravi xD

      Elimina
    5. ahhahahaha quindi se Mauri mette una statuina 1,5 cm più avanti rispetto alla sua posizione originaria scatta il tuo urlo?

      Elimina
    6. Dipende dal mio umore xD può anche capitare che non urli ma con gesto ninjesco rimetta al posto giusto la statuetta xD

      Elimina
    7. ah beh, allora in questo ci siamo, anche io sono da gesto ninjesco per rimettere le cose a posto come le voglio io :D

      Elimina
    8. @Riky: non è molto comune perché nei periodi in cui lavoro tanto, ci pensa solo lei, nei periodi in cui lavoro di meno, ci penso solo io.

      @Paola: piacere mio.
      Noi siamo una squadra fica, lei maniaca della pulizia/igiene, io dell'ordine.
      Qual è il blog del tuo lui? Magari lo conosco...

      Elimina
    9. Anche lui è ordinato ma questo non significa che io possa non controllare XD

      Comunque non penso tu lo conosca, tra le mie sedute di stalking non ti ho mai incontrato mi pare :-D
      righelibere.blogspot.it

      Elimina
  5. Richy, lo so che non c'entra con il tuo post , ma ieri sistemando ho trovato un numero di Topolino il 3054...la grafica non è la solita che ricordavo però , non mi piace..una cosa bella c'è :la guida all città di Paperopoli, con la mappa del deposito !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un numero speciale, dedicato interamente a Paperino :). Ci sono disegni di artisti che in genere non hanno nulla a che vedere con il mondo Disney. Tienilo da parte, in futuro sarà un numero da collezione

      Elimina
  6. Grandi! Ovviamente sulle storie non posso esprimermi non leggendo Topolino

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Le quattro canzoni degli 883 che hanno fatto la (mia) storia

Max Pezzali e gli 883, con mia grande sorpresa, sono un mito per tantissimi, nella blogosfera. Quando c'è un tag sull'infanzia, Max e la sua storica band (inizialmente un duo, in realtà) spuntano sempre fuori nelle varie citazioni. Mi fa sorridere ricordare che ero l'unico, tra i miei amici, ad ascoltarlo! E poi era opinione comune che le canzoni degli 883 fossero banali e c'era anche chi riempiva di disprezzo chi le ascoltava (o forse disprezzando me, disprezzava le canzoni che ascoltavo. Vabbè). Io, come spesso accadeva in gioventù, ero fiero di andare controcorrente. E siccome siamo nel cuore dell'estate e le canzoni degli 883 hanno fatto sempre da colonna sonora alle mie estati, ho deciso di pubblicare questo post. In realtà ho scelto quattro canzoni che hanno qualcosa di più: un legame con alcuni momenti della mia vita.

O ME O QUEI DEFICIENTI LI'



Gli 883 hanno sfatato per me il tabu' delle parolacce, anche se, ovviamente, quando cantavo i loro brani, l…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…