Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da ottobre 16, 2011

Loro Gheddafi, io gli zombie

Ieri tutti i notiziari e tutti i siti internet di informazione ci hanno regalato l'immagine del dittatore Gheddafi morto, insanguinato e calpestato. Che Gheddafi fosse uno stronzo ok. Che adesso manchi alla conta un solo dittatore, ok (non c'e' bisogno di violenza, per carità...). Conosco anche i doveri "deontologici" del giornalista. Le giustificazioni sono infinte, però...Non capisco perchè si debba tanto ostentare la foto di un cadavere. Esibirla come macabro trofeo. Si può anche informare senza cedere alla morbosità del dettaglio truculento. Quella morbosità e quel gusto dello splatter che in fondo risiede nel nostro animo e che bisogna in qualche modo sfogare. Io la sfogo con uno film splatter: stacco il cervello 80 minuti, guardo zombie e mostri vari fare a pezzi le persone, prima di essere fatti a pezzi. Su un vero cadavere, chiunque ne sia il proprietario, preferisco mettere sopra un velo. Perchè come insegnava il grande Faber, "Che la pietà non vi …

Auguri Mamma !

Oggi e' il compleanno della mamma... eccoci in una famosa foto...io, lei e Perceptor (tarocco)...tra le tante, volevo ringraziarti per una cosa...mi hai insegnato a sognare con le poesie dei nostri Faber e Rino...grazie di cuore...io invece ti ho fatto conoscere Bruno Mars (chiiiii ?)...al cambio ci perdi sicuramente...per questa volta però non mi dilungo, mi limito a dire: ti voglio bene ! Auguri mamma !

Idoli: Gordon Ramsay

Ho scoperto Gordon Ramsay quest'estate, sotto l'ombrellone, in una splendida intervista sul magazine della Gazzetta
Qualche settimana dopo, forse a fine agosto, mi sono imbattuto nel suo "Cucine da incubo" ed é stato amore a prima vista. Non sono una grande forchetta, ma mi piace vedere cucinare; qua però non siamo in presenza delle squallide cucine della tv italiana, ma di un programma che descrive le prodezze di Gordon, chiamato a risollevare ristoranti in difficoltà. Non si tratta solo di insegnare ricette a chef un po' distratti o di cambiare menù, ma di restaurare il locale, trovare strategie di marketing funzionali; poi c'e' il lavoro psicologico, capire le difficoltà delle persone, cercare di aiutarle a dare il massimo, spesso risolver loro i problemi extra-lavorativi. Si dice che Gordon Ramsay sia una belva dal cuore di ghiaccio; non ho mai visto "Hell's Kitchen", il reality dove prende a cazzotti aspiranti chef, ma per quello che h…

Omaggio a Terence Hill...

Terence Hill, uno dei pochi appigli di una Rai allo sbando grazie alla gestione pidellistica, é uno dei miei (tanti) idoli, ma indubbiamente é il piu' longevo. Fin da piccolo infatti il gigante buono Bud e l'atletico biondino Terence mi entusiasmavano ad ogni loro passaggio televisivo. Un anno fa, in occasione del compleanno di Terence, ho azzardato e gli ho scritto una lettera. Una lettera. Come facevano le ragazzine con Tony Hadley e quell'altro dei Duranduran negli anni '80. Forse l'unica cosa decente che ho scritto tra tanta merda.

Caro Terence, volevamo condividere con te un pensiero in questo giorno speciale. Qualcuno ti ha fatto mito per la sola ragione di aver dato un senso al tasto n. 4 del telecomando, altri per le padellate di fagioli divorate, noi ti consideriamo un mito perche’ ci hai fatto sognare un mondo migliore. Un mondo dove i cattivi non sono così cattivi, ma sono soprattutto pasticcioni. Un mondo dove i bimbi sorridono sempre, perche’ sanno che …

Al primo posto nella classifica digitale, c'e' solo chi vince il talent

Ho tralasciato colpevolmente questo blog, sarà la volta buona per riprendere a scrivere ? Bene, domenica 16 ottobre, post pranzo e pre puntata di fuorigioco. Gli italiani, si sa, sono un popolo bizzarro. Ho ascoltato da poco in radio l'ultimo pezzo di Giusi Ferreri, "Noi brave ragazze". Una copia spudorata di una canzone random di Alberto Fortis. Alberto Fortis chi ? Se lo chiederanno tante fan della Ferreri. La musica italiana è fatta così. Basta uscire da un reality e tutti ti adoreranno. Pazienza poi che di 10 singoli successivi al talent non ce ne sia uno decente. Penso ad Emma Marrone e Alessandra Amoroso che sfornano pezzi col ciclostile, come in quella vecchia storia di Casty su Topolino. Penso a quel melodrammatico di Mengoni. In questo mondo c'e' ingiustizia: alla radio passerà Giusi Ferreri con la sua scopiazzatura e tutti: "Quanto é brava". Metti Fortis e tutti si chiederanno: "Chi é costui che copia Giusi Ferreri?".  "Vince…