Passa ai contenuti principali

B.B.B. Award, parliamo di libri!

Dopo una settimana riprendo a pubblicare, approfittando della nomina di Francesca A. Vanni (grazie Francy!) per questo nuovo contest, il "B.B.B Award", a tema libri. Il B.B.B. sta per Bastian Balthasar Bux (la traduzione italiana mi deprimeva), protagonista del celebre libro la Storia Infinita!

Regole (interpretabili a piacere!):
- ringraziare chi vi ha dato il premio (ecco, questa regola è meglio rispettarla) e prendere il banner;
- rispondere alle domande;

- girare il premio ad almeno tre blogger (qui in realtà potete farci dentro quanto volete, più si è e meglio è!).

Ribalto le regole, partendo dalle nomine!

Nomino delle brave lettrici:

- Sugar Free de "La giostra dei libri";
- Lucrezia di "Tra un libro e l'altro sopravvivo";

e Paola S. che è ora che ripubblichi anche lei! (A chi non è come neve).

Le domandone

Le domande sono:

1- cosa sono per te i libri?
2- consiglieresti mai un libro?
3- copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenza da questi tre elementi nella scelta di un libro?
4- autori nuovi: sì o no?
5- libri semi/auto pubblicati: sì o no?
6- leggi più libri insieme o uno alla volta?
7- il libro che vorresti aver scritto?

Io personalizzo le domande, parlando sia di libri che di fumetti!

1- I libri sono una fonte di sapere e delle parentesi grazie alla quali fermare il tempo, immaginare e raffigurare luoghi, volti e persone. I fumetti sono i compagni indissolubili di una vita!

2- Certo che sì! Consiglierei libri e soprattutto fumetti, in particolare fumetti Disney, vista la mia conoscenza della meateria.

3- Assolutamente no, se l'argomento mi interessa può anche essere di 900 pagine: anzi meglio, più l'argomento mi attira, più deve essere lungo! La copertina e il titolo raramente mi spingono a leggere un libro. E' fondamentale la sinossi!

4- Ho letto tanti libri di scrittori 'nuovi'.

5- Assolutamente sì. La considero una cosa positiva sia per chi investe su se stesso, sia per il lettore. Più libri ci sono e più c'è possibilità di scelta. No?

6- Con il Kobo (lettore e-book) è facile iniziare più libri, ma in genere preferisco iniziare e finirne uno. Per i fumetti è diverso, può capitare che alle lettura del Topolino settimanale si affianchi qualche altra lettura. Ma è una lettura diversa, più veloce!

7- Mi piacerebbe scrivere un libro mio, di pensieri, poesie, oppure raccontare personaggi 'tipici' delle mie parti. Ma non è un sogno nel cassetto: è solo la risposta alla domanda!


Commenti

  1. Tra l'altro come fumetti voglio segnalare se mi permetti, anche quelli con tematiche sociali della Becco Giallo.
    Sereno giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima segnalazione Cav! Grazie e buona domenica

      Elimina
    2. Bella dritta :) Fa piacere che quelli di Becco Giallo sono sempre più conosciuti

      Elimina
  2. 1- cosa sono per te i libri? Avventure con amici in mondi diversi.

    2- consiglieresti mai un libro? Ovviamente! Leggerevè vita.

    3- copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenza da questi tre elementi nella scelta di un libro? Il titolo e lac opertina mi possono intrigare ma è sempre l'incipit che concince.

    4- autori nuovi: sì o no? Sì,ogni generazione ha i suoi autori. Mai rinnegare il nuovo per il vecchio a partito preso.

    5- libri semi/auto pubblicati: sì o no? Sì, tranne per le grandi case editrici (mondadori ect ect) quelle valgono persino un minore compenso.

    6- leggi più libri insieme o uno alla volta? È capitato che iniziassi più libri insieme.

    7- il libro che vorresti aver scritto? Li ho scritti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggere è vita. Bellissima definizione Anna!

      Elimina
  3. 1- cosa sono per te i libri? Come ho già scritto da qualche parte, sono uno svago, un momento per arricchirmi, per riflettere, e per staccarmi dalla realtà. In effetti fanno fermare il tempo
    2- consiglieresti mai un libro? Sì certo, poi dipende. Nel senso che chiedo magari il genere, perché ad esempio i fantasy non li leggo.
    3- copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenza da questi tre elementi nella scelta di un libro?
    Dipende: la copertina in libreria mi attira ma online meno. E poi non è sempre sintomi di acquisto. Il titolo è più o meno come la copertina se non lo conosco già. Il numero di pagine idem, magari non so, so che ho un viaggio da fare, non scelgo un mattone da leggere, vuoi per il peso vuoi per il tempo che ho a disposizione.
    4- autori nuovi: sì o no? Sì!
    5- libri semi/auto pubblicati: sì o no? Sì!
    6- leggi più libri insieme o uno alla volta?
    Uno alla volta, anche se vorrei provare a leggerne più di uno.
    7- il libro che vorresti aver scritto?
    Domandone! Non saprei sinceramente. Forse un bel romanzo, ma sicuramente non un libro che è già stato scritto. Nel senso se la domanda è quale libro che ho letto vorrei aver scritto non ho una risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, se si deve viaggiare bisogna guardare anche al peso del bagaglio. Anche se il problema va risolto con un e-reader: il compagno ideale di lettura per le ferie (in effetti con i fumetti vado in crisi, mi devo scegliere un paio di grossi volumi e farli durare...). Come scrittore sapresti benissimo descrivere stati di animo, personaggi e paesaggi. Ti dovresti mettere alla prova proprio con la trama :P

      Elimina
  4. Io faccio l'errore di leggere troppi fumetti nello stesso periodo, rischiando di far passare troppo tempo tra una sessione e l'altra XD
    Tipo ora sto leggendo Black Clover, Macerie Prime Sei Mesi Dopo e Invincible (senza contare ciò che leggo settimanalmente o mensilmente con cui sono in pari)... ma ho già preso Devilman Saga ed è lì che mi guarda in attesa di esser letto ahahah
    Non devo iniziarlo prima d'aver finito uno dei tre fumetti del momento ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devilman ti guarda con occhi...meglio leggerlo al più presto :D. Mi ricordo del tuo post recente su Invincibile: viva Saitama :D

      Elimina
  5. E bravo, Riky!
    Mi sono proprio piaciute le tue risposte :-)
    Comunque potresti scrivere un saggio sui personaggi Disney, sei un mega esperto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Francy! Naaa, gli esperti del forum Papersera sono molto più competenti. Io mi limito alle mie recensioni\pareri :)

      Elimina
  6. Oh, bentornato! Mi hai lasciato con tutti blogger puzzoni logorroici, finalmente uno corto!
    Se mi nominavi pure a 'sta botta, ti mandavo a cagare!
    Comunque complimenti per il premio, meritatissimo, a prescindere perché non ho capito in base a cosa viene dato.
    3. non concordo, coi mattoni ci costruisco casa!
    7. ho già la copertina! Un enorme semaforo rosso!
    Sereno fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaha Ema :D, ho scritto un post abbastanza lungo, ma non so quando sarà pubblicato. Ho preferito nominare blogger appassionate di libri o comunque di letture, magari faccio una modifica e preparo io un award dedicato solo ai fumetti :D.

      Il libro mattone (come dimensioni ma non come contenuto) è appunto quello che ho letto in questi giorni e che ho recensito nel post abbastanza lungo :D

      Elimina
    2. Ti uccido se modifichi l'award!
      Passerò sicuramente a farti i complimenti per aver letto tutto il mattone.

      Elimina
    3. ahhahahahaha! beh, è a tema calcistico :D

      Elimina
  7. No ma grazie!!!!!!!!!!!!!!!
    Adesso posto anche io!

    RispondiElimina
  8. Io ammetto che mi faccio spesso e volentieri incantare dalle copertine! sarà il background "artistico" che ho, ma una copertina per fatta e intrigante è quello che mi fa prendere in mano un libro in negozio per leggerne la trama. Nella speranza poi che il mood impostato venga mantenuto dal contenuto, altrimenti è una gran delusione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh è un po' rischioso affidarsi solo alla copertina...però come dici tu stessa, prima di comprare si legge la sinossi. Quindi la copertina aiuta ma non decide :D

      Elimina
  9. Hai fatto bene a inserire anche i fumetti, sempre considerati di serie B (e invece... quanti libri fanno pietà!). Io proprio non riuscirei a leggere col kobo... disdegno :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido il tuo commento, è vero, ci sono un sacco di libri che fanno pietà e tanti fumetti scritti benissimo. Un esempio è Frammenti di autunno (Paperinik New Adventures n.22), forse la più bella storia Disney della storia.

      Elimina
    2. Non la conosco, mi fido!^^

      Moz-

      Elimina
    3. In futuro leggerai di quella storia da queste parti :)

      Elimina
  10. 1- cosa sono per te i libri?
    passione e sogni
    2- consiglieresti mai un libro?
    lo faccio di frequente
    3- copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenza da questi tre elementi nella scelta di un libro?
    si - si - si
    4- autori nuovi: sì o no?
    senza problemi
    5- libri semi/auto pubblicati: sì o no?
    senza problemi
    6- leggi più libri insieme o uno alla volta?
    uno alla volta, altrimenti mi confondo
    7- il libro che vorresti aver scritto?
    "Harry Potter"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, ti fai influenzare dalla copertina? :). Diciamo che la copertina è l'apparenza, è l'essenza che conta :P. Grazie per aver risposto cara :)

      Elimina
  11. Carino questo award, rispondo anche io se non ti spiace :)

    1- cosa sono per te i libri?
    Evasione.
    2- consiglieresti mai un libro?
    Certo, l'ho fatto diverse volte.
    3- copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenza da questi tre elementi nella scelta di un libro?
    Da quando compro quasi esclusivamente e-book, queste influenze esterne sono ridotte all'osso. Prima c'erano sicuramente.
    4- autori nuovi: sì o no?
    Si, mi piace far entrare aria nuova.
    5- libri semi/auto pubblicati: sì o no?
    Certo, non ho pregiudizi
    6- leggi più libri insieme o uno alla volta?
    Di solito uno alla volta.
    7- il libro che vorresti aver scritto?
    L'ho scritto. E' su una chiavetta. Insieme ad alcuni altri che probabilmente non vedranno mai la luce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dama :). Ma il libro che hai scritto di cosa parla? Sono curioissimo :P

      Elimina
  12. I have kobo too!
    Grande Riky, mi piacciono le tue risposte e spero che tu scriva a book very soon ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo scriverò mai :D, al massimo qualcosina lo leggerete qui sul blog

      Elimina
  13. Il film lo avrò visto una dozzina di volta anche perchè l'ho registrato. Riguardo ai libri, dico solamente che una vita senza libri sarebbe un deserto. Almeno per me, anche i libri hanno un'anima. Abbraccio siempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella la definizione: "la vita senza libri è un deserto". Grazie Farfalla!

      Elimina
    2. A conferma della mia affermazione: https://lalibreriadifarfallaleggera.wordpress.com/
      Mi faccio un pò di pubblicità senza marketing ma solo per passione.
      Abbraccio siempre

      Elimina
    3. Caspita, hai un bel po' di blog! Comunque qui la pubblicità come condivisione è sempre gradita, non sono gradite le proposte di prestito XD

      Elimina
  14. Mi piace questa tua scelta di affiancare i fumetti ai libri, sono letture complementari. Per quanto riguarda il libro che vorresti scrivere, mai dire mai, io resto in attesa di poterlo leggere un giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che faccio prima a sposarmi che a pubblicare un libro :P, ma meglio così: il mondo abbonda di buoni scrittori, quindi meglio che rimanga tra le file dei lettori eheh

      Elimina
  15. E scrivere una sceneggiatura di un fumetto, ti piacerebbe? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissima domanda, Fabri. Vi rispondo con un NO secco: non è proprio nelle mie corde :D. Anche se da bambino con i miei giocattoli inventavo storie, ma alla fine era tutto un copia e scopiazza da quello che vedevo in tv :D

      Elimina
  16. Beh, la sinossi deve anche essere scritta bene... Ne ho lette alcune che ti facevano posare immediatamente il libro. Magari invece era bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahha, allora niente, non c'è metodo: bisogna leggere il più possibile senza affidarsi a intuizioni, copertine e sinossi!

      Elimina
    2. Temo proprio di sì! Fidarsi del proprio istinto e basta! :D

      Elimina
    3. Sperando non ci tradisca anche l'istinto ;)

      Elimina
  17. Eccomi qua :-)
    Grazie per il premio!

    1- cosa sono per te i libri?
    Amici e maestri.

    2- consiglieresti mai un libro?
    Mah, boh, se lo facessi avrei un blog :-)

    3- copertina, titolo, numero di pagine: ti fai influenza da questi tre elementi nella scelta di un libro?
    Sì, sto fresca se mi faccio influenzare da queste cose!

    4- autori nuovi: sì o no?
    Venite a me, autori nuovi!

    5- libri semi/auto pubblicati: sì o no?
    Certo che sì, a patto che siano grammaticalmente ben fatti.

    6- leggi più libri insieme o uno alla volta?
    Almeno due alla volta.

    7- il libro che vorresti aver scritto?
    Oh, la lista è molto lunga! Però vorrei aver scritto i Promessi Sposi giusto per far mettere Lucia con Don Rodrigo che secondo me si divertiva di più ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Curiosa questa tua rilettura dei promessi sposi :D. Ma quindi il libro lo scegli a tutto istinto? :D

      Elimina
  18. Ciao Riccardo :) Grazie (anche qui) del tag che come vedrai dal tuo blogroll ho onorato :) Come vedrai, sulla domanda relativa a sinossi, titolo e copertina siamo in totale disaccordo xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaah, ma tu guardi all'esteriorità e valuti un libro dalla copertina XD. Grazie a te, vado a commentare senza pietà :D

      Elimina
  19. Sarà che ho una passione per tutto ciò che è packaging ma sostengo l'importanza della copertina. Non dico che arrivi ad essere un fattore determinante per la scelta di un libro come lo sono argomento, incipit e stile, però una bella copertina è un piacere per gli occhi. :)
    Detto questo, prediligo i libri capaci di trasportarmi altrove, per me la lettura deve essere intrattenimento ed evasione, come vedere un film ma su carta. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, complessivamente concordo: è sempre meglio una bella copertina di una brutta copertina. Però sì, non può essere fattore determinante :)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Intervista a Paolo Samarelli, l'artista dei calcio e i suoi fantastici disegni

Conoscete la mia passione per il Guerin Sportivo e per l'Almanacco del Calcio Panini, passioni che si fondano soprattutto sugli splendidi disegni dei gol e delle azioni delle partite che li arricchivano.

Da "secoli" mi batto per esaltare e celebrare la bellezza di questi disegni, che purtroppo sono spariti dai giornali specializzati e dai quotidiani. Spariti molto prima del proliferare di Internet e dei telefonini, complice anche la volontà degli editori e dei direttori di testata di tagliare i costi, a scapito però di noi collezionisti.

Oggi parleremo con uno degli artisti che riproduceva le prodezze dei calciatori: Paolo Samarelli, presente negli anni '80 sulle pagine del Guerin Sportivo e negli anni '90-2000 su quelle di Repubblica. Il maestro Samarelli mi ha concesso gentilmente un'intervista.

1-Paolo, come realizzava i suoi disegni all'epoca della collaborazione con il Guerin Sportivo? I gol li guardava su 90esimo minuto? Quale metodo di lavoro segui…