Passa ai contenuti principali

Forza Milan n.3 marzo 2018, la recensione

Inauguriamo un nuovo filone di recensioni di riviste sul Bazar, parlando nello specifico di Milan. Per quale motivo l'acquisto di "Forza Milan", rivista ufficiale della squadra rossonera edita da Panini?

Da bambino sono stato lettore anche di "Forza Milan": il numero dedicato alla vittoria con la Steaua in Coppa dei Campioni (1988, praticamente oggi quella rivista è uno straccio, ma prima o poi la ricompro), i numeri del successivo campionato (già ricomprati tutti) e qualche altro "Forza Milan" del 1991 e del 1992. Altri periodi in cui ho letto la rivista è tra il 1999 e il 2000, nel periodo dei festeggiamenti per il centenario della società.

Perché ho ricomprato "Forza Milan". che era sparito dalla mia edicola? Riporto il dialogo tra il sottoscritto e la mia edicolante.

E: "Senti, vuoi comprare Forza Milan? Qualche tempo fa me lo aveva ordinato una ragazza perché era interessata a un articolo su un giocatore, io gliel'ho ordinato, ma non potevo farlo con un solo numero, quindi per qualche tempo continuerà ad arrivarmi. Però le ho detto che avrebbe dovuto prendere anche i numeri successivi".
R: "Ragazza?"
E: "Ragazzina, minorenne, fa le superiori"
R: "Peccato".
E: "E questo numero non è venuto a prenderlo, lo vuoi tu?"
R: "Sì" (ovviamente).


Così "Forza Milan" è tornato nella mia libreria. Le impressioni?

Rivista molto sottile (costa 3,9 euro), ma con pochissima pubblicità: Panini, Fly Emirates (main sponsor Milan), Adidas (sponsor tecnico Milan). La parte più interessante è quella dedicata alle partite, due facciate per ogni gara dei rossoneri: con la sparizione del Guerin Sportivo settimanale, nell'epoca di Internet, un piacevole tuffo nel passato, anche se una volta quelle due facciate erano ricche di foto più belle e significative.

La rivista mi ha dato l'impressione di un onesto galleggiamento, tra un servizio di apertura dedicato a Romagnoli, approfondimenti di tipo amarcord, poi in realtà lo spazio dedicato al settore giovanile è rimasto immutato e questo è indubbiamente un punto di forza.

Nell'epoca di Internet io resto un cultore del cartaceo e una bella rivista di calcio, sia essa il Guerin Sportivo o il "Forza Milan", per me avrebbe forza ugualmente anche percorrendo strade già viste: un bel reportage fotografico di una partita resta tale, soprattutto a livello collezionistico, anche se si è vista la partita in ogni angolatura.

Tuttavia questo mio pensiero lo condividono in pochi, visto il calo di vendite e il relativo calo di inserzionisti pubblicitari.

Commenti

  1. Non ho capito la storia della ragazzina. Solo che ha bidonato l'edicolante 'piacione'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forza Milan non arriva alla mia edicola, poiché non c'è nessuno che lo compra XD. La ragazzina ha chiesto però all'edicolante di ordinarle una copia di non so che mese, perché c'era un servizio sul suo calciatore del Milan preferito. L'edicolante glielo ha ordinato, ma dicendole che avrebbe dovuto ordinare il mensile per più mesi, assicurandosi la promessa che lei avrebbe acquistato tutti i numeri ordinati. Invece lei ne ha saltato uno (il secondo? Il terzo? Il quarto? Non so) e l'edicolante me l'ha appioppato :D

      Elimina
  2. Anche a me piacciono le riviste cartacee, più di quelle online.
    Però il prezzo mi pare altino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io on-line leggo solo blog e notizie :D(anche se ancora leggo e compro i quotidiani). Fumetti e riviste obbligatoriamente li preferisco in cartaceo!

      Elimina
  3. Per un periodo ho avuto l'abbonamento a Hurrà Juventus, ma con Internet era diventato quasi "inutile" ed è ormai da molto che ho disdetto, peccato però ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'era anche "Hurrà Milan" ovviamente :D, ma era una rivista dai contenuti più per tifosi che per appassionati dal punto di vista tecnico (come era il sottoscritto anche da bambino :D, anche se da bambino ero anche un tifoso scatenato)

      Elimina
  4. Ohhh, alleluja! finalmente il look in chiaro, gioia per gli occhi, bravo! :D

    oddio, mi sembra di vederti con gli occhi illuminati e a cuoricino nel dire "ragazza?" ahaha
    dài, diventerà maggiorenne, vedi di scovarla, potrebbe essere la tua anima|gemella! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto Toby? Ho impiegato due ore per scegliere :D. Volevo la sidebar a lato, ma niente, i temi con la sidebar di lato non mi piacevano. Ho rimediato mettendo comunque i follower in homepage :D (I blog amici invece sono vicino a cerca.

      Naa troppo giovane per me! Oggi invece ho visto un figone, l'edicolante ha fatto anche una battuta per mettermi in buona luce, invece come sempre mi sono intimidito..e niente :D

      Elimina
  5. L'edicolante STA TRUFFANDO: non è assolutamente vero che, richiedendo un numero di una rivista, si è obbligati a prendere anche i successivi. Assolutamente! :o
    La gente per i soldi farebbe di tutto.
    Comunque a te è andata bene, meglio così.
    Ricordo la rivista in passato. Era uguale per tutte le squadre, no? :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella che ricordi tu è sicuramente "Hurrà Milan!". Ahah, dici? Allora domani mattina la sgrido :D

      Elimina
  6. Confermo, puoi prendere un solo numero e non tutta la collezione xD
    Comunque non ti gasare, probabilmente la ragazzina è solo innamorata di qualche belloccio della squadra xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto per un po' di mesi entrerà Forza Milan in casa mia, ci scommetto XD

      Elimina
  7. Confermo, puoi prendere un solo numero e non tutta la collezione xD
    Comunque non ti gasare, probabilmente la ragazzina è solo innamorata di qualche belloccio della squadra xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah ovviamente, figurati se vado dietro alle ragazzine :D, galera - ceffoni - e quelle hanno il target alto!

      Elimina
    2. Scusa per il commento doppio, ma il WiFi non mi funzionava bene mentre commentavo. Comunque che vada alle superiori non significa che sia minorenne xD

      Elimina
    3. se fa la quinta no, è maggiorenne, ma è piccola lo stesso, per me. Galera!

      Elimina
  8. Ricordo le riviste di Hurrà, ma più che altro le compravo soltanto quando usciva qualche gadget interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco io di Hurrà Milan avevo un paio di diari che erano bellissimi, in uno c'era un fumetto con animali che giocavano una partita di calcio (ohh stile pomi d'ottone e manici di scopa). C'erano poi in regalo ogni numero un sacco di adesivi!

      Elimina
    2. Se uscivano adesivi o poster o persino il calendario con tutte le partite da portarti appresso ( manco fosse un santino ) io lo compravo e poi dopo un breve sguardo gettavo la rivista.

      Elimina
    3. Da me sono durate di più, ma ammetto di averle buttate via anche io. Ho tenuto solo i fumetti che mettevano nel mezzo del giornale, fumetti che peraltro mescolavano realtà e fantasia (tipo una storia su un attaccante che ricordava Massaro e che passava dal basket al Milan :D)

      Elimina
  9. Anch'io compro quotidiani e riviste, preferisco sicuramente la classica edicola ai vari abbonamenti.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, io mai abbonato: ho sempre preferito l'acquisto diretto in edicola. Ciao mitico Cav!

      Elimina
  10. In casa mia il Forza Milan è un'istituzione. Credo che mio marito abbia conservato tutti quelli che per lui sono importanti e non ho dubbi che abbia anche il numero del 1988 dedicato alla vittoria con lo Steaua Bucarest, terza Coppa dei Campioni D:
    In merito alla passione per il cartaceo, tu sfondi una porta spalancata, sebbene io legga molto anche on-line, non rinuncerei per nulla al mondo all'acquisto settimanale delle mie riviste preferite. Lunga vita a loro, anche se ti confermo che purtroppo le maggiori case editrici sono in difficoltà economiche per lo scemare progressivo degli acquisti cartacei, che sta portando a molte chiusure editoriali. Del resto questo è un trend negativo che è partito nei lontani anni '90 e non si fermerà.
    Leggeremo sempre meno su carta e sempre di più in internet, il che significa un approfondimento minore che lascia sempre più campo a superficialità e improvvisazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero che davvero non si verifichi mai il totale passaggio dal cartaceo all'online. Per me il passaggio del Guerin Sportivo da settimanale a mensile è stato una ferita che ancora non riesco a curare del tutto :D. Bravo il marito, quel numero lì poi è fantastico: io a breve lo ricompro su Internet. C'era anche il fumetto sul Milan XD disegnato da Paolo Ongaro (tralaltro anche disegnatore di Topolino).

      Elimina
  11. Hai cambiato colore ma gli avatar ancora niente 😄
    Ahahah vecchio trapano, subito a informarti sulla ragazza, ti dovevi far lasciare comunque il numero e aspettare che diventasse maggiorenne!
    Romangoli non lo avevo più seguito, manco sapevo che lo aveste ancora voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho dato un po' di restyling, sono in parte soddisfatto (Ma mi manca il blog roll fisso, non riesco a fissare la sidebar).
      ahahha, vecchio trapano, che definizione :D.
      Romagnoli mi ha sorpreso: è un acquisto che è andato oltre alle aspettative. Grazie anche a Gattuso , a Bonucci e all'impianto di gioco costruito con il mercato tanto criticato in estate.

      Io resto convinto che con un grande attaccante esterno e una grande mezzala al posto di Suso e Bonaventura e un centravanti migliore di Kalinic\Silva potremmo giocarci tranquillamente i posti Champions.

      Elimina
    2. Neanche mi ero accorto della tendina! In effetti così la sidebar è proprio nascosta.

      Elimina
    3. non dirmi così che piango :(, ho provato a mettere il menu' sotto ma niente, viene tutto storto.

      Elimina
  12. Io a ricordavo Hurrà Juventus (quello della mia squadra). Non sapevo che ai tempi di internet uscissero ancora queste riviste! Sarei curioso di sapere chi fosse il calciatore preferito della ragazzina..

    RispondiElimina
  13. Guarda, ti saluto e basta perché il calcio proprio non mi piace in nessuna salsa. Perdonami!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saluto molto gradito :), ma resta sintonizzata perché a breve ci sarà un post che potrebbe interessarti :)

      Elimina
  14. Io compravo Juve Squadra Mia quando ero bambino, mentre mio fratello Milan Squadra Mia... non ti dico le lotte su quali poster appendere in camera :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco sì!!! Non era Hurrà Juve-Milan, ma Juve-Milan Squadra Mia! Mi riferivo a quelli. Hurrà Juventus era la rivista ufficiale della Juventus, il corrispettivo di Forza Milan.

      Elimina
  15. E niente, gli avatar sono ancora assenti ahah qualcuno ti avrà fatto il malocchio ahah
    Comunque non pensavo ci fossero ancora riviste del genere... soprattutto cartacee!!
    Sono in pochi a resistere al web XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non capisco, ahahha, è impossibile: il cambio di template doveva assicurarmi il ritorno degli avatar :D. Un mistero.

      Elimina
  16. Anch'io l'ho comprato per anni...poi cambiando le passioni (però sono sempre tifoso rossonero), ho dato la precedenza ad altre riviste, fumetti...
    Un giorno ho cominciato a vendere tutta la mia collezione e così ho conosciuto ragazzi/e di tutta Italia, con cui sono rimasto in contatto per un po' di tempo...Ci si scriveva una lettera al mese circa...Tempi in cui internet e whatsapp erano ancora fantascienza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita io sto pensando di comprarmi l'annata 1988, ho trovato un'inserzione interessante su Ebay :D. Molti anni fa andavano di moda i mercatini stile 'online' senza l'online: inserzioni sulle riviste, si prendevano contatti con il telefono e giu' di spedizione. Ecco ora con le tecnologie abbiamo fatto passi da gigante :D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Guerin Sportivo n.6 giugno 2018: la recensione

Il Guerin Sportivo n.6 fa un passo indietro rispetto agli ultimi due numeri, tornando agli standard non elevati che caratterizzano la gestione "Corriere dello Sport". Tralasciamo il pistolotto anti arbitro presente nell'editoriale del direttore, quanto mai superfluo (allora è giusto anche parlare delle polemiche arbitrali italiane, ma su quelle il Guerin Sportivo glissa..), ciò che stupisce è il ritorno del solito articolone sul calciomercato già vecchio al momento della pubblicazione (non ho capito ad esempio perché Ben Arfa dovrebbe essere un'idea per il Milan...). Magari sarebbe bello leggere un'analisi su ciò che servirebbe alle squadre italiane, non buttare così nomi e cognomi che un giorno sono presenti sui quotidiani e il giorno dopo no.  Ricordo ancora un bellissimo servizio del Guerin Sportivo nella primavera del 1996 che ipotizzava acquisti e formazioni della Serie A dell'anno successivo, vero, non era un articolo che volesse predire il futuro, ma…