Passa ai contenuti principali

Io&Pippo, una raccolta Disney da prendere assolutamente

Siete amanti delle storie di Topolino e Pippo? Non potete perdervi una raccolta di storie uscita a inizio mese in edicola, per la collana "Mickey Superstar" (Super Disney)

14 storie che coprono un lasso temporale dal 1982 al 2011: tre storie degli anni '80, una degli anni 2009, le altre concentrate ad inizio millennio. Questa raccolta dedicata a Topolino e Pippo non delude le attese, a partire da una storia per me inedita, a firma Guido Martina e disegnata da Renato Scarpa: "Topolino e la famosa erba voglio".

Altre perle che giustificano l'acquisto:

- I predatori nel tempio perduto, la storia in due parti che introduce il personaggio di Indiana Pipps;
- Pippo e le mele verdi, con il cameo di un divo della televisione italiana;
- Topolino e il giornalismo di campagna, storia del maestro Panaro impreziosita dai disegni di Giovan Battista Carpi;
- Topolino e Pippo in i due mariachi, prima storia di un breve ciclo con i nostri protagonisti che si trovano a dover vestire i panni dei mariachi (in periodo di 'Coco' è una lettura ulteriormente consigliata, benché molto più spensierata).

Ci sono anche due storie ottime di Casty e Tito Faraci. Ma soprattutto un piccolo gioiellino di comicità firmato da Rudy Salvagnini: "Le vacanze di assoluto riposo". Una breve in cui giganteggia un Pippo totalmente fuori da ogni logica.

Un volume assolutamente da acquistare (costo 5,9 euro).

Lo consiglio in particolare ad alcuni amici blogger: Emanuele Di Giuseppe, poiché ama le storie di Topolino; Daniele DeLux, poiché essendo giovane deve recuperare certe pietre miliari; Orso Chiacchierone, poiché è un buongustaio.

Commenti

  1. Io di storie di Topolino e Pippo ho bei ricordi di quelle in cui viaggiavano nel tempo, ad esempio quella in cui incontrano Leonardo da Vinci che rimane colpito dal sorriso di Pippo e lo applicherà alla Gioconda! Spero ristampino pure quel ciclo di storie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno dei prossimi post :D però quella storia che dici tu (bellissima) manca nella raccolta che hanno pubblicato a dicembre. Quella è dedicata ai viaggi nel tempo. Questa invece non presenta storie di quel tipo!

      Elimina
  2. Interessante, ma tendo a non essere fan di storie nuovissime.
    E probabilmente quelle anni '80 le ho già. Strano non ci sia nulla degli anni '90...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Topolino e il giornalismo di campagna! Ops :D

      Elimina
    2. Quindi ci sono storie degli anni '90!? Perché credo siano fra le poche che ho letto :D

      Elimina
    3. Che nell'ottica del fatto che leggevo poco Topolino potrei non aver letto :D

      Elimina
    4. ahahha, diciamo che poi non è una delle più famose :D

      Elimina
  3. Sono anni che non leggo storie di Topolino, certamente una ventina :D però sono contenta escano ancora raccolte come questa per i veri appassionati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti in questo 2018 segnalerò agli appassionati quelle che secondo me sono raccolte meritevoli! (Che poi saranno appunto quelle che acquisterò XD).

      Elimina
  4. Solitamente non amo le raccolte che hanno solo determinati personaggi ma potrei fare una eccezione solo per bilanciare le poche storie sui topi che appaiono sul settimanale!
    Le mele verdi credevo fosse riferito alle ragazzine delle sigle di cartoni animati 😝
    Comunque da prendere solo per la prima applicazione di Indiana Pipps!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compralo compralo! Quella di Indiana Pipps già vale il prezzo del fumetto.

      Elimina
  5. 😂😂😂😂😂 non lo avevo mica capito senza il semaforo 😂😂😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi sfidare Annuccia :D che potrei stupirti :D

      Elimina
  6. VENDUTO! XD
    L'avevo visto su Anteprima ma non ero convinto.
    Ma in quanto buongustaio... voglio assolutamente rileggere Pippo e le mele verdi!
    Credo che sia una delle poche storie di cui ho un ricordo preciso... forse perché sono amante delle mele!
    Questa cosa dei consigli specifici mi piace ma un po' mi fa paura... quando mi consigliano una cosa la compro sempre! XP

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah grande Orso! Ma di me ti puoi fidare XD. Poi aspetto la tua recensione!

      Elimina
    2. Mi fido, mi fido! Anzi, sono contentissimo del tuo consiglio... è il portafogli che non è tanto d'accordo! XD
      E farò la recensione!

      Elimina
    3. Zittisci il portafoglio ahhahah

      Elimina
  7. Alcune di queste storie le avrò lette sicuramente in quel periodo.
    Fino a quando alla soglia delle scuole medie abbandonai completamente il genere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente le prime due, l'erba voglio e quella di Indiana Pipps :)

      Elimina
  8. Non sono mai stata una grande fan dei fumetti, ma mi ricordo che una volta uscì una collana dei fumetti Disney dove riprendevano i grandi classici della letteratura, ecco, uscisse un'altra cosa così come "I Promessi Paperi" farei scorpacciata di tutta la collana *.* Per questa passo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che io ho sempre preferito i "Promessi topi" ai "Promessi Paperi"? :D. I "Promessi Topi" è una delle storie che da bambino leggevo quasi tutte le settimane! Comunque la raccolta che fa per te è quella che esce ogni mese e che ripubblica le grandi parodie (anche recenti) di film\romanzi.

      Elimina
    2. Ma qual'è? Ti prego aggiornami su codesta raccolta! :)

      Elimina
    3. Sono singoli volumetti con singole storie (in genere sono storie da due parti). Adesso c'è la parodia di twin peaks. La collana mensile si chiama 'parodie collection'

      Elimina
  9. Risposte
    1. Ottimo Marco! Non rimarresti deluso.

      Elimina
    2. Io sono convinta che le vecchie storie le abbia già lette e siano assieme ai miei Topolino a casa dei miei genitori.
      Ma lo cercherò e comprerò.
      Grazie!

      Elimina
    3. Consigliatissimo :), una bella antologia del Topolino 'moderno' ma non troppo

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Tema del soldato eterno e degli aironi, la poesia di Roberto Vecchioni

Questa canzone di Roberto Vecchioni fa parte di uno dei dischi della mia infanzia, 'Per amore mio': fu infatti pubblicata nel 1991, quando ero un 'pischello' di seconda elementare. Dopo 'La guerra di Piero', un'altra canzone sul tema della guerra riuscì a catturare la mia attenzione.

'Tema del soldato eterno e degli aironi' trasforma in un singolo la moltitudine di soldati che hanno combattuto le guerre, dalla battaglia di Maratona alla battaglia di Fort Alamo, fino a Waterloo. E' una riflessione sull'insensatezza della guerra (non a caso il traditore viene perdonato e chi non ha tradito viene ucciso) e sulla impossibilità di scrutare il destino (la metafora del cielo, troppo grande per essere capito dagli aironi). C'è l'amore, un'illusione che tiene in vita i ragazzi che sono mandati al massacro, a combattere.

Questa canzone rappresenta per me anche una metafora della vita. La vita è in fondo un combattimento, ogni giorno siamo…

La mia fuga da Facebook, recensione del saggio di Francesca A. Vanni

Dopo molto tempo ho riattivato il Kobo, il lettore di ebook. Ho deciso di inaugurare il ciclo 2.0 di letture (termine che calza a pennello, visto che sono sparite tutte le vecchie statistiche di lettura) con il saggio dedicato a Facebook scritto da un'amica blogger, Francesca A.Vanni.

Il saggio si intitola "La mia fuga da Facebook". Francesca racconta la sua (breve) deludente esperienza come utente del noto social network, un'esperienza avviata per dare visibilità alla propria attività di scrittrice.

Quello che mi ha colpito è che Francesca non affonda i colpi sugli aspetti che in apparenza si prestano più facilmente agli attacchi: la diffusione delle bufale e la viralità di certi post che, secondo me, dipendono anche direttamente dal social network stesso (come vengono scelti ad esempio gli aggiornamenti delle personali homepage? Su centinaia di amici, a parte le varie opzioni come segui, cosa porta certi post ad essere visualizzati?), oppure i tanti reati che pos…