Passa ai contenuti principali

Inverno e riscaldamento: casa stile fortezza di Superman o spiaggia hawaiana?

Ebbene sì, sono come Sheldon Cooper, protagonista di 'The Big Bang Theory'. Tra le torture riservate da Sheldon al coinquilino Leonard, c'è quella del termostato: guai a utilizzarlo nel modo non previsto dal contratto tra coinquilini. Il controllo del termostato spetta a Sheldon, che essendo sensibile ai cambiamenti, non sopporterebbe le variazioni alla temperatura dell'ambiente da lui desiderata e stabilita.
b

A casa mia fa fede il termostato del corridoio delle camere: esso di inverno non deve superare la soglia giornaliera dei 20.8, massimo massimo 20.9°! La temperatura giornaliera è compresa tra un range di 18.5\19° e appunto 20.8°. Preciso che quando l'inverno fa l'inverno (durante le famose sciabolate artiche o quando siamo sotto gelidi influssi dai Balcani), anche tenendo i termosifoni accesi 12-13 ore su 24, si arriva bene o male a quella temperatura, come massimo.

Non mi piace l'idea di dormire con temperatura superiore ai 21 gradi, con il 'rischio' di sentire caldo, tirare fuori le braccia e non godermi il sonno nella la zona confort creata sotto il piumone. Pigiama? Rigorosamente di caldo cotone, basta e avanza. D'altra parte, bisogna ricordare il parere degli esperti, secondo cui la notte la temperatura delle camere dovrebbe essere di 18°.

Di giorno sto benissimo anche con temperatura sui 19°, ovviamente ai piedi di inverno ho sempre i miei due calzettoni di pile, perché quella è la zona più sensibile, in cui sento più freddo.

C'è però chi esagera più di me: case con temperatura sui 17° quando il riscaldamento è spento, che non arriva ai 20° quando è al massimo. Stile casa di Renato Pozzetto nel 'Ragazzo di campagna'. No, non il monolocale: la casa di campagna, quella dove alla mattina rompe il ghiaccio nel lavandino per avere l'acqua. Ecco, in quelle abitazioni è d'uopo avere due calzettoni di pile, una sottomaglia almeno di cotone caldo, una bella felpa sopra, altrimenti si 'bubbula', come si dice dalle mie parti! Va bene che il freddo fa conservare bene e che se fuori ci sono 0°, si sente meno l'escursione termica, però...

Passiamo da un eccesso all'altro: ci sono infatti case, in inverno, in cui la temperatura è di 24°. Gente che gira in casa in maglietta a maniche corte anche il 25 dicembre e che dorme con il piumone. Magari con il pigiamone pesante. Io con il piumone e 24° dovrei dormire nudo. Quindi se mi invitate a casa, sappiatelo!

E voi? Come vi regolate con il termostato a casa?

Commenti

  1. Io lo programmo che vada a 20 gradi per una mezzora prima della sveglia e fino a che non parto da casa, e poi lo riaccendo verso il pomeriggio sempre con target 20 gradi..ho la fortuna di stare in un appartamento ben isolato che difficilmente va sotto i 19 gradi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che gusto :D, casa mia invece tende a raffreddarsi molto di inverno e scaldarsi altrettanto in estate. Un po' abbiamo tamponato nel 2012, quando abbiamo rifatto il tetto post nevone di febbraio. Servirebbe un cappotto termico.

      Elimina
  2. Le temperature che scegli sono quelle giuste. Conosco un amico che in casa e nella BMW la temperatura, sia d'estate che d'inverno, deve essere di 25 gradi. Essì, lui quando fuori è gelo in casa va in giro con la canottiera. Riky, dici che è matto?
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla Bmw posso capire (mi toglierei il giubbotto), ma in casa, a fine maggio, con quella temperatura inizio ad essere in allerta per l'apertura finestre XD. Matto no, ma non so se tiene alla sua salute :D

      Elimina
    2. E comunque inquina un riscaldamento così alto sempre. Io lo chiamerei viziato.

      Elimina
    3. Infatti c'è anche l'aspetto ambientale da tenere in considerazione..

      Elimina
  3. Siamo allineati sulle temperature, d’inverno devo godermi il tepore del piumone, per avere caldo esiste già l’estate ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora Cass quando sarò un senzatetto verrò a bussare a casa tua :D per avere un pasto caldo e il giusto comfort :D

      Elimina
  4. Piumone e pigiama di cotone d'inverno per la notte a riscaldamento spento, tuta felpata di giorno per casa a riscaldamento acceso sui 21 gradi. Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta :). Ah però, un fanciulla che non ha bisogno di troppo caldo :D, brava!

      Elimina
    2. Ehm una fanciulla di quasi 65 anni, ma grazie perchè l'appellativo mi piace assai.

      Elimina
    3. é lo spirito che conta :P :)

      Elimina
  5. Ommadonna! Ho iniziato a leggere e ho pensato:"Riky si è dato alle rubrichette 'Life & Style' e i buoni consigli della casalinga di Voghera"! ;)
    Ora che lo so, se dovessi ospitarti a casa mia, inchioderò il termostato sui 20 gradi perché - per quanto magari hai un fisico scultoreo - non ci tengo a vedere un uomo nudo in giro per casa. Comunque sono anche io per una casa adeguatamente riscaldata sui 20 gradi, sempre che "qualcuna-che-conosco-bene" abbia l'insalubre idea di spalancare le finestre per fare "prendere aria" alla casa...e una polmonite a me. Odio il freddo e vorrei morire in camicia waikiki, mutanda fiorata e infradito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaa ecco, quello delle finestre aperte di inverno è una cosa altrettanto abominevole come tenere 25 gradi di inverno XD. Poi quando c'è la combo (25 gradi+finestre aperte) scatta la IUUUULENZA!

      Sempre ricambiare aria, ma per tre minuti e ovviamente a locali vuoti.

      Comunque io sono come la nonnina di Voghera :D, noioso e petulante :D, ma sono anche becuto (ma le casalinghe nonnine lo sono, becute!) e curioso di sapere qualcosina anche delle vostre vite :D.

      Elimina
  6. 20 gradi massimi di giorno e spento la notte: come i veri campioni XD

    RispondiElimina
  7. Io sono cresciuta in una casa stile Renato Pozzetto perché dove ora abita solo mia madre si crepa dal freddo. Si accende quando va sotto i 18 al piano terra. Adesso però al piano terra c'è il caminetto perché altrimenti la nipotina more de freddo, povera. Mentre di sopra dove ci sono le camere (ma anche il bagno però!) d'inverno è capace di arrivare a 15, e lascia che si accenda solo negli orari programmati. Ma ora che è da sola un po' ci sta come cosa, mentre quando abitavo lì e studiavo in camera, accendevo ben di più e mi chiudevo dentro in modo da creare un microclima. Il problema è che è una casa vecchia e grande e riscaldarla tutta costerebbe davvero troppo. Qui tengo a 20.4 quando proprio ho freddo (tieni conto però che io qui ci lavoro, quindi sono ferma al computer quasi tutto il giorno) ma la notte metto a 19.5. Anche questa casa è vecchia, ma ha un solo piano e per fortuna i vecchi proprietari avevano messo gli infissi nuovi, quindi non disperde troppo. Non amo che si accenda di notte perché mi dà fastidio proprio, però non posso tenere troppo basso altrimenti quando mi alzo perché si sveglia la piccola ho freddo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita che brava donna :) non ha bisogno delle temperature hawaiane. Ovviamente è giusto non fare partire il freddo ai bimbi, ma neanche il contrario (farli vivere in un ambiente troppo caldo). Vero che anche gli infissi inficiano su raffreddamento\riscaldamento, anche quelli li abbiamo rifatti di recente, qualche anno fa. Oggi invece le case nuove sono già un lusso, ben isolate termicamente..

      Elimina
    2. Mia madre è una lady di ferro :D
      La casa dove abitavo fino all'anno scorso invece era più nuova e più piccola e si riscaldava in meno tempo, ma non uniformemente (alcune zone su cui d'inverno non batteva quasi mai il sole erano molto umide). Temevo molto il passaggio a questa casa più grande e più vecchia e invece alla fine è meglio dell'altra.

      Elimina
    3. Bene così :), il comfort casalingo è fondamentale. Piuttosto dovrò fare un altro post sul luogo di lavoro, ahahhaha.

      Elimina
  8. Dunque non sono l'unica che la notte non vuole soffrire il caldo. Parlandone in giro mi hanno guardato male in parecchi. C'è da dire che qui l'inverno vero non l'ho ancora sentito, ad esclusione di una sola settimana a inizio dicembre. Ho un po' di paura per febbraio perché è il periodo in cui solitamente lo avverto di più, ma staremo a vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti mi fa piacere che siate anche voi donne a preferire temperature più umane :D. L'inverno qui a gennaio è stato latitante, a dicembre no, ma sicuramente anche dalle mie parti è febbraio il mese più a rischio nevicate!

      Elimina
  9. 24 son davvero troppi, comunque poiché soffro abbastanza il freddo, sta sempre a 21 o massimo 22, tengo il pigiama caldo e la trapunta di notte ma non sudo praticamente mai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio sui 21 che sui 22 :P bravo Peter!

      Elimina
  10. i calzettoni di pile?!?! sei serio? cioè, proprio l'anti|sesso per eccellenza... poi non ti lamentare! ahahahahahah

    comunque qui da me niente termostato, quindi buh! ma ti scrivo da poco sopra l'Africa, per cui xD d'inverno il riscaldamento non lo accendiamo quasi mai, anche perché a me fa seccare il nasino e poi non respiro, e mi vien mal di testa e chi lo vuole un tipetto ancora più intrattabile in giro per casa ahaha

    comunque non ti inviterei mai, e non per il rischio|nudo, figurati se mi scandalizzo, anzi! ahaha ma perché mi verrebbe l'esaurimento con il tuo Toby|Toby|Toby in stile Sheldon xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che sei un bimbo :D, calzettoni di pile sono alla vista non 'invasivi' e tengono caldo. Se vuoi ti mando lo screenshot del piede :D.

      Caspita, che bello che risparmiate così tanto sul riscaldamento...a noi arrivano delle sleppe di bollette...però mi raccomando, se serve accendete :D il troppo freddo poi smorza passioni e virtù :D.

      Siiiii Toby toc toc Toby toc toc Toby toc toc, una tortura XD

      Elimina
    2. nono, grazie, io sono tante cose ma feticista proprio no, o almeno non ancora ahahaha

      comunque ecco, come Pier, anche qui abbiamo i condizionatori, intendevo quello per riscaldamento. il troppo freddo? tonifica! non c'è rischio che si smorzi qualcosa, a parte la candela! AHAHAHAHAH e dopo questa, corro a studiare 😁

      Elimina
    3. Allora ti manderò un pacco di calzetti di pile. Li apprezzerai molto :D.

      Elimina
  11. Molto simile la mia situazione in Abruzzo: termostato nel corridoio delle camere, temperature similari alle tue.
    Quest'anno sento più caldo del solito, di notte, tanto che ancora non passo al pigiama invernale (sono in t-shirt come in estate). Sto bene così, perfetto.
    In Puglia fa un po' più caldo, a casa. Leggermente. Ma perché cucina, soggiorno e spazio pranzo sono un open space.
    Conosco case dove, a gennaio, sembra di stare ai tropici. In fondo quando ci vado mi fa piacere stare bene, al caldo... :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah però, dormire in t-shirt :D fa molto ammmericano. Nelle case in cui sei ospite e fa così caldo..beh devi vestirti a strati e denudarti :D

      Elimina
    2. Sì, praticamente mi spoglio.
      Il guaio poi è uscire fuori per tornare a casa...

      Moz-

      Elimina
    3. Lo sai già chi sono -l'amica della vegana nordcoreana26 gennaio 2018 10:10

      IO pure dormo in t-shirt e pantaloni della tuta (ODIO i pigiami da quando avevo 15 anni), in tutte le stagioni :D

      Elimina
    4. Benvenuta :P, ma come ti possiamo chiamare più brevemente :D? Comunque tu dormi sostanzialmente vestita :D, per cui si tratta solo di avere le braccia libere.

      Elimina
  12. Allora per me la questione è un po' diversa, nel senso che in casa mia, abitando in Sicilia, non ho dei veri e propri riscaldamenti ma più un condizionatore con pompa di calore, che quindi riscalda a necessità. Il problema parte più verso le 16 quando la casa diventa esageratamente fredda. Qui il freddo è comunque umido quindi te lo senti nelle ossa pur non essendoci temperature tremendamente basse. Insomma in genere il nostro condizionatore è impostato sui 24 gradi, e devo dire che si sta bene :D Al di sotto non è abbastanza certe volte, ma penso sia un calcolo diverso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho gli 'inverter', ovviamente in estate servono assai perché altrimenti la casa è un forno! Il caldo lo mettiamo magari nei mesi intermedi, quando non c'è bisogno del termo. Ovviamente sì, quando metti 24, la temperatura mai raggiunge quel valore :D

      Elimina
  13. Io il termostato non ce l'ho! 😄
    Abito in una grande casa di campagna che in inverno riscaldiamo con il buon vecchio riscaldamento a legna.

    Doprattutto da quando c'è Sophia, nelle stagioni fredde cerco di avere sempre piuttosto caldo in casa perché le piace togliersi le scarpe e girare scalza... inoltre non riesco proprio a farla dormire coperta, quindi anche la notte devo tenere piuttosto caldo in casa.

    E poi io sono una di quelle persone che, come dici tu, anche io inverno amano girare per casa in maglietta... mi trovo più comoda a fare le faccende, piuttosto che avete dieci maglioni addosso! 😊
    E, inoltre, non ho mai sopportato è mai sopporterò i pigiami... quindi, altro motivo per cui di notte in casa mia deve esserci caldo. 😊


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nostro matrimonio sarebbe finito presto, quindi :D. Birbantella che dormi nuda :D, bene, il babbo di Sophia sarà contento :D.
      Comunque ti perdono per questa casa modello forno, perché c'è la piccola!

      Elimina
    2. Guarda che i matrimoni finiscono per colpa dei pigiamoni di pile, non per i babydoll! 😜
      Quindi il nostro matrimonio sarebbe potuto durare a lungo... 😊

      Elimina
    3. No io ho bisogno di caldo moderatooooooooooooooooooo. Comunque faccio coming out, io adoro le ragazze col pigiama. Altroché antisesso. Ora potete farmi i buuuh

      Elimina
    4. Beh, allora sì, il nostro matrimonio sarebbe davvero finito presto! 😉

      Elimina
  14. Vivo all'estremo sud quindi vento a parte non fa molto freddo e confesso che vivendo in una casa molto old style ( ho ancora la vecchia bombola a gas per cucinare ), non uso né stufe e nemmeno riscaldamenti e non ne sento nemmeno la necessità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero? mamma mia ma in caso di ondata di freddo? :D

      Elimina
  15. Ahahah mi hai fatto morire!
    Io sto in perenne lotta con la mia lei, che è freddolosa mentre io, carico sempre d'alcol in corpo, ho sempre caldo, anche quando gela (davvero raramente a Roma).
    Odio le case sempre calde in cui si gira a maniche corte, quelle in cui chi ci abita è sempre malato (il troppo sbalzo fa male a chiunque, quindi ho resti in casa 6 mesi o ti ammali!). Dai miei era perenne freddo e infatti ho preso la mia prima febbre dopo VENTI ANNI, poco più di un anno fa, '96/'16, grazie alla resistenza ottenuta a casa Di Giuseppe!
    Quando teniamo i riscaldamenti accesi quella mezz'ora in più, passo la notte a rigirarmi e a sudare.
    È quasi totalmente questione di abitudine ma tra le due fazioni, preferisco i poveri o i tirchi che hanno case fredde, si soffre un po' ma non ci si ammala mai!
    Viceversa, d'estate sono tra quelli che soffrono di più, sopra i 26 gradi è una tortura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah comunque io non uso il pigiama da una vita... da quando lessi Mazinsaga in cui il protagonista diceva che dormire nudi è salutare. Non dormo completamente nudo perché mi fa schifo che le lenzuola diventino delle mutande (dovrei cambiarle ogni giorno) e perché fino al 2011 ero ancora a casa dei miei. E poi ho sempre trovato qualsiasi pigiama qualcosa di orribile, che fossero a quadri o celesti di flanella (mega disgusto), mi fanno proprio schifo. Preferisco la classica tuta quando mi alzo per andare a fare colazione, mentre sotto le coperte, solo mutande/boxer.

      E neanche io ho mai avuto il termostato.

      Elimina
    2. ahha perenne freddo quando? Comunque vent'anni senza febbre? Sei una roccia, spaventoso! Mi fa ridere che sono come te. Se c'è un surplus di riscaldamento passo anche io la notte a rigirarmi e a sentire caldo (fortunatamente non a sudare..)

      Elimina
    3. noooo io amo i pigiami :D. Ce li ho a maniche corte (guai a dormire con le t-shirt), cotone leggero manica lunga, cotone caldo, per me sono come delle divise :D. Ho dormito nudo (mutande) proprio in casi estremissimi: tipo serata caldissima in estate a Bologna.

      Elimina
    4. Riky... scusa se mi faccio i fatti tuoi... ma tipo anche a luglio e agosto dormi con la maglietta del pigiama?

      Ema... Condivido in pieno! Se fosse per noi i produttori di pigiami farebbero la fame! 😥

      Elimina
    5. Ma a me piace parlare dei fatti miei :D, quindi domanda lecita e risposta in arrivo. Certo che sì! :D. A petto nudo solo al mare XD. In effetti alla fine, pensandoci bene, ho dormito così solo un paio di notti estive nell'appartamento bolognese, in casa avrò avuto sicuramente 30 gradi e di fuori c'era aria sahariana. Tieni conto che a Bologna all'università finivo le lezioni a maggio, iniziavo la sessione degli esami a maggio, poi tornavo su solo altre due volte, una a giugno e una a luglio (quindi il problema della casa bollente era molto saltuario). In casa mia, invece, una volta d'estate bastava tenere aperte le finestre la sera e dormivi al fresco. Con l'arrivo delle estati bollenti, dal 2003, bastava tenere aperte le finestre anche alla notte. Poi tipo dal 2011 sono iniziati a girare i ladri, quindi spazio ai condizionatori! Tieni conto poi che di notte, quando dormi, la tua temperatura si abbassa, quindi a volte il problema è addormentarsi, poi il caldo si sopporta. Comunque a Bologna non si aveva la privacy XD, una volta ho sorpreso la vicina (una signora) che si slogava il collo per cercare di vedermi nudo

      Elimina
    6. Ahahah! Povera signora... le hai tolto il divertimento! 😜

      Ultima domanda, giuro!
      Dimmi che quando ti capita di dormire con una ragazza (tipo tu che resti a dormire dalla tua fidanzata o lei da te, oppure weekend fuori o vacanza) non vai a letto in pigiama... ti prego dimmelo! 😫

      Elimina
    7. Va beh intanto il problema è un po' che non si pone XD.

      Ovviamente il pigiama c'è sempre! Ma mi sa che tu sei un'eccezione perché in genere voi donne lo avete sempre ehehhehe.

      E poi tanto il pigiama si toglie in un nano secondo ahahah

      Elimina
    8. Ahahah!
      Forse mi sono espressa male però... il mio non mettere il pigiama (così come il preferire che la persona che dorme con me non lo metta) non ha niente a che vedere con "certe cose"... anche perché, come dici tu, ci vuole un nanosecondo a toglierlo!

      E innanzitutto un fatto di comodità (perché davvero io non ce la faccio ad andare a letto con dei pantaloni!) e poi, soprattutto, una questione "coccolosa"! 😊

      Dai, adesso vado a mettermi il mio non-pigiama e vado a nanna! 😊
      Notte!

      Elimina
    9. Sisi avevo capito che era una questione scissa dallo zum zum XD. Ti farò un post per convincerti sulla bellezza del pigiama eheh..Notte e sogni d'oro.

      Elimina
    10. Ahahah non avrà a che fare con lo zum zum ma la mia ragazza, che fa come Benedetta, quando sotto le coperte mi dà le spalle mi fa salire l'arrapatio ferocius ma non è tutto rose e fiori, ha un difetto, quando si alza usa i mega tutoni super comodi e super caldi e alla fine passa tutto, prendo l'arnese e lo ripongo nel comodino, non merita neanche di stare nelle mutande (non sono un Lego, è metaforico eh). La colpa è anche mia che non sopporto la casa calda.
      Comunque stanotte ho spento i riscaldamenti un'ora più tardi e mi sono addormentato alle 4...

      Elimina
    11. ahhaaha, forte l'arrapatio ferociuos :D.

      W i pigiami, mentre effettivamente sui tutoni larghi....posso essere d'accordo con il NO :D

      Elimina
  16. Da me fa schifosamente freddo.
    O forse questo è l'anno più freddo, chissà :I

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naa, a meno che abiti sulle Alpi...sì in realtà dicembre è stato freddo..ma gennaio caldo rispetto a un mese invernale :)

      Elimina
  17. Big bang theory ha fatto tantissimi danni alla società e dovrebbe essere eliminata dalla faccia della terra. Comunque, 18 la notte e 23 il giorno e indipendente mente dall' orario e dalla temperatura io sono perennemente in mutande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaahah, allora perché non fai un articolo sul tema Big Bang Theory? Secondo me sarebbe molto interessante. Dai, pensaci!

      Elimina
    2. BBT non riesco a vederlo senza tirare una scarpa contro lo schermo per il fastidio, ma effettivamente sto pensando di scrivere qualcosa sul peggior nerdismo, per come lo intendo io.

      Elimina
    3. Dai, procedi. Vediamo in quante cose mi ritrovo e su cui puoi scudisciarmi :D

      Elimina
  18. Tre o al massimo quattro ore al giorno, impostato affinché parta se si scende sotto i 18 gradi.
    Poi basta.
    E funziona solo da dicembre a fine febbraio!
    Che dire, casa mia è come l'Undicesima Casa del Saint di Aquarius :-)
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le donne blogger sono speciali, loro non vogliono il troppo caldo, perché si riscaldano con i sentimenti e le emozioni. Brave :)

      Elimina
    2. Il nostro è centralizzato si accende qualche ora al mattino poi dal pomeriggio fino alla sera. Però avendo le termovalvole alcuni termosifoni restano spenti perché sono inutili tipo quello del corridoio. per il resto non superiamo i 20 grandi anche noi e la sera spenti.
      Il calzettoni d'inverno li uso anche io, ho troppo freddo ai piedi eheheheh

      Elimina
    3. Brava anche la nostra Mariella. Comunque i miei calzettoni di pile non sono così vistosi, anzi quelli che ho adesso sono anche carini, grigi con il risvolto interno nero :D

      Elimina
    4. Riky vogliamo un post con tutti i tuoi pigiami e tutti i tuoi calzini! 😍

      Elimina
    5. Ecco il mio tessoro

      http://i64.tinypic.com/2jg54xz.jpg

      un cassettino dove custodisco un sacchetto con 7 calzettoni di pile, 5 normali e 2 lunghi, ancora con l'etichetta, pronti per l'uso. Il problema infatti dei calzettoni di pile è che si consumano in fretta!

      Elimina
    6. 😂😂😂😂
      Guarda, sul fatto del pigiama resto della mia idea ma prometto che seguirò il tuo consiglio e terrò meno caldo in casa per evitare gli sbalzi di temperatura. Mi sono già ammalata due volte da inizio anno!
      Adesso, infatti, sono di nuovo sotto il piumone con 38,7 di febbre... 😷

      Elimina
    7. Ti ho portato sfortuna :/ , riprenditi presto!

      ps stamani dal barbiere: "Hai freddo? Il termostato segna solo 20.4°".
      "No no, sto benissimo".

      Elimina
  19. La notte lo spengo e la mattina l'accendi ionmanualmente perche ho le imposte vecchie e ho gli spifferi che sabotano alla grande . In casa mia ci si copre con la copertina sul divano e i pile ovunque .ho un appartamento piccolino quindi gestibile .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Urca, se posso suggerire, quando puoi investire...finestre nuove che sono un toccasana.

      Elimina
  20. Allora, per farti capire ti faccio le seguenti premesse.
    Casa mia è su due piani, tutta aperta, cioè non c'è nulla che separi gli ambienti giorno/notte. In secondo luogo è tutto in marmo/granito, quindi valuta la capacità di emanare freddo di questi materiali. Infine, a casa mia non ci sono termosifoni, riscaldamenti e simili dal momento che mio padre odia il caldo.
    Abbiamo solo i condizionatori ma li accendiamo solo d'estate per il freddo, un camino che non accendiamo mai perché sta nel salone sopra (ed un altro che sta in una sala da pranzo rustica a parte che quindi viene usata poco pure xD) ed una stufa a pellet che sta nella sala da pranzo. Quindi immagina il livello di non calore che si respira a casa mia xD infatti siamo tutti GGGGIOVANI, io non ho 24 anni, ne ho 54 ma la pelle levigata come una pesca xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da una parte avevo il sospetto su una risposta simile da parte tua, da una gggiovine cresciuta scavalcando le pareti non poteva essere altrimenti...comunque meglio così :D. Anche se a casa tua io avrei sicuramente freddo :D, c'è il rischio di finire nella categorie 'case gelate' :D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Le quattro canzoni degli 883 che hanno fatto la (mia) storia

Max Pezzali e gli 883, con mia grande sorpresa, sono un mito per tantissimi, nella blogosfera. Quando c'è un tag sull'infanzia, Max e la sua storica band (inizialmente un duo, in realtà) spuntano sempre fuori nelle varie citazioni. Mi fa sorridere ricordare che ero l'unico, tra i miei amici, ad ascoltarlo! E poi era opinione comune che le canzoni degli 883 fossero banali e c'era anche chi riempiva di disprezzo chi le ascoltava (o forse disprezzando me, disprezzava le canzoni che ascoltavo. Vabbè). Io, come spesso accadeva in gioventù, ero fiero di andare controcorrente. E siccome siamo nel cuore dell'estate e le canzoni degli 883 hanno fatto sempre da colonna sonora alle mie estati, ho deciso di pubblicare questo post. In realtà ho scelto quattro canzoni che hanno qualcosa di più: un legame con alcuni momenti della mia vita.

O ME O QUEI DEFICIENTI LI'



Gli 883 hanno sfatato per me il tabu' delle parolacce, anche se, ovviamente, quando cantavo i loro brani, l…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…