Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2018

Mi sono trasferito qua...

E' iniziata la mia nuova avventura, il blog "Il bazar del calcio". 
Il calcio non solo dell'attualità, ma quello legato a ricordi, cimeli, maglie. Il calcio nelle sue sfumature più pop.

That's all folks

Cari amici miei,
ho deciso di chiudere il mio Bazar.

E' una decisione serena, presa in una sera di fine estate. Covavo questa sensazione dentro di me da un po' di tempo. Così ho deciso. A dimostrazione che nella vita riesco anche a prendere decisioni di petto, quando serve.

Devo fare pubblica ammenda. Ho aperto il blog perché volevo parlare di me, delle mie passioni, del mio passato. Cercando una "legittimazione", il consenso. Ma peccando di narcisismo.

Ho capito che il mio problema non è il 'nostalgismo' o la nostalgia del passato. Il problema è cercare semplicemente di creare un simulacro per dire: "il simulacro, la gente lo adora, quindi sono a posto così".

Al contrario bisogna alzarsi ogni mattina sì con il sorriso, ma anche con il coltello, perché bisogna conquistarsi ogni giorno qualcosa. Non dire, "Oh questa cosa non va bene, pazienza, tanto c'ho il blog, scrivo un bel post e mi trovo le pacche sulle spalle e i complimenti". No…

L'episodio più bello di Bojack Horseman: "Fish out of water".

L'episodio 4 della stagione 3 di Bojack Horseman, tradotto in italia con il titolo "Un pesce fuor d'acqua", è il migliore della serie. Forse il miglior episodio che abbia mai visto in un cartone animato.


Venticinque minuti senza dialoghi, con il protagonista della serie impegnato a promuovere il suo film "Secretariat" in un festival che si tiene...sott'acqua. Bojack non può parlare, né bere né fumare: deve infatti tenere uno scafandro per respirare. Incontrerà Kelsey, la prima regista di Secretariat (poi sostituita) e cercherà di scusarsi con lei. La inseguirà per le vie di questa strana città, salirà su un autobus e finirà per perdersi, ma si imbatterà in una persona che cambierà, per un giorno, la sua vita.

L'episodio è bellissimo, poetico, con rimandi a Fantasia della Disney, commovente. Non mancano gag irresistibili, come quelle delle sardine (vedere per credere). Qui c'è una delle frasi più emozionanti di tutta la serie: "In this te…

Estatissima 2018 Disney, recensione doppia con Ema!

Undici storie a tema estivo, raggruppate tra le annate 2000-2006, con un salto nel 2008 (la storia più recente, "Zio Paperone e i miliardi al campeggio" di Carlo Panaro) e due sole storie del vecchio millennio.

E' questo il menù di Estatissima, la raccolta Disney che esce ogni estate. Io ed Emanuele Di Giuseppe, del blog "The Reign of Ema", abbiamo deciso di scrivere due recensioni (dall'impostazione differente) per regalarvi i nostri punti di vista su questa raccolta. QUI trovate la recensione di Ema!

Torniamo a noi, da segnalare subito la splendida copertina (finalmente i gusti di Gelato riprodotti con i pezzi, non lisci) di Giorgio Cavazzano (colori di Max Monteduro). Prima nota dolente: un indice sproporzionato, con due sole storie dei topi (Pippo protagonista).

La seconda avventura di Pippo ("Pippo e l'afa notturna", 2005, Carlo Panaro) è però la storia dall'essenza più estiva e per me la più interessante. Pippo si trova costretto a …

Intervista a Paolo Samarelli, l'artista dei calcio e i suoi fantastici disegni

Conoscete la mia passione per il Guerin Sportivo e per l'Almanacco del Calcio Panini, passioni che si fondano soprattutto sugli splendidi disegni dei gol e delle azioni delle partite che li arricchivano.

Da "secoli" mi batto per esaltare e celebrare la bellezza di questi disegni, che purtroppo sono spariti dai giornali specializzati e dai quotidiani. Spariti molto prima del proliferare di Internet e dei telefonini, complice anche la volontà degli editori e dei direttori di testata di tagliare i costi, a scapito però di noi collezionisti.

Oggi parleremo con uno degli artisti che riproduceva le prodezze dei calciatori: Paolo Samarelli, presente negli anni '80 sulle pagine del Guerin Sportivo e negli anni '90-2000 su quelle di Repubblica. Il maestro Samarelli mi ha concesso gentilmente un'intervista.

1-Paolo, come realizzava i suoi disegni all'epoca della collaborazione con il Guerin Sportivo? I gol li guardava su 90esimo minuto? Quale metodo di lavoro segui…

Cinque canzoni estive italiane anni '90 dimenticate

L'estate sta finendo, cantano i Righeira. Oggi parleremo di hit estive degli anni '90, italiane, letteralmente dimenticate. Eppure in quegli anni erano in "heavy rotation" nelle radio o addirittura protagoniste del Festivalbar.

MARCELLO PIERI - SE FAI L'AMORE COME CAMMINI (1991): cantautore cesenate, Marcello Pieri spopolava sulla radio che ascoltavo in quegli anni (Radio Gamma), ma ottenne un grande successo a livello nazionale con questo singolo, presentato anche al Festivalbar. Un blues dedicato a una donna già 'impegnata'.



VERNICE - SU E GIU' (1993): guidata da Stefano d'Orazio (solo omonimia con il membro dei Pooh), la band Vernice fu notata dal produttore Cecchetto nel 1992, al Festival di Castrocaro, quando cantò il verso "Tua madre è una stronza" in diretta tv su Rai1, dopo aver promesso di modificarlo e censurarlo ("Tua madre è una strega"). Il singolo "Su e giù" ebbe un grande successo anche nel Festivalbar d…

Letture estive: Casi umani e Nessuno come noi

L'estate sta finendo e oggi ho pensato di dedicare un post veloce ai due libri che ho letto durante le mie ferie pesaresi!

"Casi umani" di Selvaggia Lucarelli lo ha letto e recensito anche la mia amica Claudia Turchiarulo. Il libro della Lucarelli mi ha immediatamente colpito dalla copertina. La nota scrittrice e opinionista televisiva ha raccontato le sue disavventure amorose successive alla rottura di un lungo fidanzamento. Ho iniziato a leggere questo libro con la curiosità di scoprire se tra i suoi spasimanti e tra i suoi flirt ci fossero persone..simili a me. Invece no, per fortuna! Quindi non posso catalogarmi tra i "Casi umani"!  A parte gli scherzi, si tratta veramente di tipologie di maschio anomale e singolari (persone chiamate con nomi e cognomi fittizi). Tre storie mi hanno fatto sbellicare dal ridere: quella dell'uomo spilorcio e del suo show dall'impresario di pompe funebri; quella del musicista "dannato" che vive nella sporcizia…

Aspirante vedovo, recensione del film con Fabio De Luigi e Luciana Littizzetto

Fabio De Luigi è un comico straordinario, che ha regalato personaggi indimenticabili nella trasmissione "Mai Dire Gol". A mio modo di vedere, il miglior Fabio De Luigi lo abbiamo ammirato in "Love Bugs", in sketch di vita quotidiana veramente esilaranti (vi ricordate il tormentone "Michelle"?).


E non era facile reggere la scena affiancato a due showgirl e non a due attrici (Hunziker e Canalis). Al cinema invece l'attore riminese non "sembra ugualmente efficace" (cit. Cassidy de "La bara volante"), anche se mi sono ripromesso di riguardare con attenzione tutta la sua filmografia.

"Aspirante vedovo", in onda questa sera su Rai 1, sostanzialmente un remake di un film con Alberto Sordi del 1959, sembra confermare la teoria di cui sopra. De Luigi è Alberto Nardi, uno "yuppie" moderno, un imprenditore pasticcione sposato però con una ricchissima industriale, Susanna Almerighi, interpretata da Luciana Littizzetto. Lui …

Guerin Sportivo n.9 settembre 2018: la recensione

Appuntamento mensile, qui sul Bazar, dedicato al Guerin Sportivo, nella fattispecie al numero uscito lo scorso 10 agosto.

Il restyling grafico, avviato nel numero di luglio, è completato. Un punto a favore della nuova gestione, sotto la direzione di Ivan Zazzaroni.

Veniamo alle altre note positive: cinque articoli di presentazione di Juventus, Inter, Milan, Napoli e Roma con un'appendice tattica a cura di Adriano Bacconi per ognuna delle cinque "regine". Considerato che il mercato italiano ha chiuso il 17 agosto e che le maggior operazioni di mercato erano già state perfezionate dell'uscita del Guerin Sportivo, posso dire che gli articoli sono sostanzialmente aggiornati e quindi apprezzabili.


Altra sezione molto apprezzata, la rassegna sui principali campionati europei. Ritroviamo pezzi di grande qualità degli storici corrispondenti del Guerin Sportivo: Roberto Botta (Inghilterra), Gianluca Spessot (Germania), Rossano Donnini (Spagna), accompagnati dalle rose (parzi…

Tensione Panini Comics ed edicolanti. Fumetti via dalle edicole?

Durante il mio turno di lavoro domenicale, ho letto questa notizia interessante sull'Ansa. Avendo tanti amici blogger amanti di fumetti, volevo chiedere il loro parere.

Lo scorso 10 agosto Marco Lupoi il direttore editoriale di Panini Comics - il comparto del colosso modenese delle figurine che edita in Italia i fumetti della Disney e della Marvel - aveva pubblicato sul sito un lungo intervento in cui, tra le altre cose, svelava di voler ricorrere "sempre più", per la distribuzione degli albi, alle "fumetterie", rispetto alle edicole.La presa di posizione, riportata anche dalla stampa locale modenese, non è piaciuta al mondo degli edicolanti. Che adesso replicano. Forse preoccupati, che anche la vendita delle figurine possa prendere altre strade. "Abbiamo avuto la pessima idea di leggere l'editoriale intitolato con molta modestia 'Messaggio alla nazione!", scrive in una lettera inviata a Lupoi e pubblicata anche sul sito, Giuseppe Marchica, se…

Dedica di compleanno! Happy Birthday Claudia!

Doppio compleanno sulla Blogosfera! Ieri ha spento 35 13 candeline sulla torta Miki Moz. Oggi invece è il compleanno di Claudia, che, come ricorda lei stessa nell'homepage del suo blog, è nata il 18.08.87, quindi non prendetevela con me se ho rivelato la sua età!

Auguri quindi a Moz e a Claudia, per la quale ho pronte tre canzoni da ascoltare in questo sabato 18 agosto.

Iniziamo dagli 883, dal brano "Nessun rimpianto". Qui "mi piace vincere facile", perché so benissimo che è uno dei suoi brani preferiti. Intanto io riguardo le gnocche spaziali del video.



A Claudia piace tantissimo Lucio Battisti, quindi ho scelto uno dei miei pezzi preferiti, "I giardini di Marzo". Sperando che in questi giardini non ci sia troppa umidità, sennò inizio a starnutire.

Infine estraggo una canzone dalla mia vastissima enciclopedia musicale italiana. Antonio Calò, in arte Bungaro (corregionale di Claudia)  e la sua splendida "Guardastelle". 

Auguri Claudia!

La classifica dei miei gelati (confezionati) preferiti

Siamo nel cuore dell'estate e non potevo non dedicare uno spazio al re di questa stagione: il gelato! Oggi parleremo di gelati confezionati. Prova ardua: mettere in graduatoria i miei gelati preferiti. Ho scelto quelli che ho mangiato o mangio più spesso. Ho escluso ad esempio il cono Cinquestelle che è qualcosa di estremamente godurioso, ma che purtroppo ho mangiato poche volte nei miei 35 anni di vita. E ho escluso anche il Twix Gelato, perché l'ho messo negli snack. Sì, l'ho sempre considerato uno snack!.

Fuori dalla top 5: partiamo dal decimo posto. La coppa dei campioni: gelato semplicissimo, ma è stato il mio primo gelato. Nono posto: il cornetto Algida al cioccolato è decisamente meglio del cornetto Algida normale, che comunque ha una panna niente male. All'ottavo posto il cremino Algida, uno dei gelati di casa (perché il supermercato dove andavano i miei non aveva molta scelta), che ricordo soprattutto perché accompagnava la lettura di Topolino nei pomeriggi …

Il grande ritorno di Paolo Maldini al Milan

E' stato Paolo Maldini a farmi innamorare del Milan.

Proprio così. I lettori di più lunga data del mio blog ricorderanno come è nata la mia passione per il calcio (in caso contrario, leggete qui). Accennai anche al Milan. Fu in quel momento, sfogliando le sedici pagine sulle partite della Serie A, che si accese la scintilla per la squadra rossonera.



Il Milan aveva vinto 3-0 con l'Avellino, una delle reti portò la firma proprio di Maldini, titolare inamovibile nel ruolo di terzino sinistro della difesa a quattro, maglia n.3. E Maldini era ritratto nella foto centrale delle due pagine dedicate a quella partita tra rossoneri e Avellino. Non solo. Maldini fu anche scelto, dalla redazione del Guerin Sportivo, nella top 11 della giornata.



Il Milan divenne la mia squadra del cuore e partecipai, seppure in modo defilato ma divertendomi molto, anche ai festeggiamenti per lo scudetto, vinto al termine di quel formidabile campionato.



Ma il mio tifo per i 'diavoli' esplose l'…

Topolino e la marea dei secoli, l'opera cult di Casty

Il 5 agosto del 2003 su Topolino fece l'esordio, come sceneggiatore, uno dei più grandi autori italiani di fumetti: Andrea Castellan, in arte Casty.

Per festeggiare il suo quindicesimo compleanno da sceneggiatore Disney, la Geek League ha scelto alcuni supereroi per compiere una missione celebrativa: raccontarvi alcune delle più belle storie di Casty. Riky Smash-Knees, il supereroe che teme solo l'umidità e l'anticiclone africano, vi racconterà la "Topolino e la marea dei secoli", storia in quattro parti (90 pagine) uscita sui numeri di Topolino 2918 e 2919 del novembre 2011.



"Topolino e la marea dei secoli" inizia con il protagonista prigioniero in un futuro ignoto, mentre Cristoforo Colombo, in viaggio per le Indie, si imbatte in gigantesche, minacciose e futuristiche navi da guerra.




Nel presente, la città di Topolinia è sommersa da uno Tsunami, ma in aiuto di Topolino arriva Uma, l'agente cronautica, uno dei personaggi inventati da Casty nella su…

Vorrei ma non posto...#top5summer2018

In estate i tag non vanno in vacanza! Oggi risponderò alla nomination di Elisabetta Grafica, creatrice della #Top5summer2018!

Partiamo con il regolamento:

1) scegli la colonna sonora della tua estate: una sola traccia, quella che metteresti a palla in auto per partire in vacanza! Può essere la tua canzone preferita, quella che ti dà un senso di libertà, quella energizzante che ascolteresti per andare a correre, quella che alzi a tutto volume quando per caso la trovi alla radio nel tragitto di ritorno da lavoro o che canti a squarciagola aspettando il semaforo verde, quella che non ti fa rimanere ferma quando la ascolti, quella che ti fa assaporare l'estate, anche senza vacanze. Non importa che sia nuova, di tanto tempo fa, di autori conosciuti o non... a te la scelta!

2) proponi un luogo del cuore da visitare, un posto che hai già visto, che ti ispira, che ti piace e che non vedi l'ora di rivedere. Può essere un luogo di villeggiatura ma, ancor meglio, una bellezza nascosta d…

Le quattro canzoni degli 883 che hanno fatto la (mia) storia

Max Pezzali e gli 883, con mia grande sorpresa, sono un mito per tantissimi, nella blogosfera. Quando c'è un tag sull'infanzia, Max e la sua storica band (inizialmente un duo, in realtà) spuntano sempre fuori nelle varie citazioni. Mi fa sorridere ricordare che ero l'unico, tra i miei amici, ad ascoltarlo! E poi era opinione comune che le canzoni degli 883 fossero banali e c'era anche chi riempiva di disprezzo chi le ascoltava (o forse disprezzando me, disprezzava le canzoni che ascoltavo. Vabbè). Io, come spesso accadeva in gioventù, ero fiero di andare controcorrente. E siccome siamo nel cuore dell'estate e le canzoni degli 883 hanno fatto sempre da colonna sonora alle mie estati, ho deciso di pubblicare questo post. In realtà ho scelto quattro canzoni che hanno qualcosa di più: un legame con alcuni momenti della mia vita.

O ME O QUEI DEFICIENTI LI'



Gli 883 hanno sfatato per me il tabu' delle parolacce, anche se, ovviamente, quando cantavo i loro brani, l…

Pariet a me!

Oggi è la mia ultima serata a Pesaro, finiscono infatti le mie vacanze al mare (ma non le ferie dal lavoro, fiu'). Domenica è il giorno del rientro a casa. Ma ovviamente, perché non complicarsi l'ultimo "vero" giorno di vacanza (domenica precisamente non lo si conta tra sistemazione bagagli, sistemazione  casa e viaggio di ritorno)? E' quanto ho fatto io, grazie a un "qualcosa" non ancora classificato (mi auguro sia un virus intestinale, non una colica renale) che mi ha costretto al k.o. tecnico dopo un'oretta di mare e che ha costretto mia zia materna, dottoressa, a lavorare anche nel giorno libero. Alla fine una compressina di Pariet mi ha fatto rimettere, cosa che non capitava dal lontano maggio 2009, ultimo episodio di virus gastrointestinale di quella fattispecie (attendo il commento di Claudia sul fatto che ricordo l'ultimo, anzi penultimo episodio di vomito).

Così ho trascorso il sabato vegetando tra il cellulare e la lettura di "Ma…

I Power Rangers del 1969 e la loro tragica fine: la storia nei fumetti Boom!

Nella serie a fumetti "Mighy Morphin Power Rangers" dei "Boom!Studios" tra i personaggi nuovi c'è Grace Sterling, una misteriosa miliardaria a capo dell'organizzazione Promethea. Ma Grace Sterling nasconde un passato da Ranger.



Proprio così, nell'innovativa serie a fumetti, prima di Jason e compagni, i Power Rangers furono Grace, Terona, Daniel, Nikolaj e Jamie. Nel 1969 l'uomo sbarca sulla luna, ma inavvertitamente viene risvegliato un terribile nemico dell'umanità. Lo Psycho Ranger verde! (Gli Psycho Ranger sono potentissimi nemici dei Ranger nella serie "In Space". Nel fumetto è citato Dark Specter!).



Lo Psycho Ranger era stato inviato per aprire la "prigione" di Rita Repulsa (il famoso cassonetto-dumpster), ma Zordon era riuscito a fermarlo. Risvegliatosi, lo Psycho Ranger è pronto a compiere la sua missione. Zordon deve reclutare in fretta e furia cinque ragazzi da mandare sulla Luna e affidare loro le monete del poter…

Guerin Sportivo n.8 agosto 2018: la recensione

Il Guerin Sportivo, per il numero uscito lo scorso 10 luglio, presenta alcune piccole modifiche grafiche e soprattutto un nuovo direttore. Ivan Zazzaroni, già guida della rivista a cavallo di vecchio e nuovo millennio, firma il nuovo editoriale che è la specialità della casa: il ricordare quanto erano gloriosi i vecchi tempi e di quanto fossero super le firme del Guerin Sportivo.

La nostalgia non esiste solo tra i nerd, ma anche tra gli appassionati di calcio e gli addetti ai lavori del settore. Quella del Guerin Sportivo è una nostalgia mista ad autocompiacimento, che purtroppo rischia di interessare poco alla maggioranza dei lettori, che comprano una rivista sul calcio per leggere articoli sul calcio.

Così, con tutto il rispetto per una grande penna come Italo Cucci, troviamo 7 pagine di celebrazione del vecchio Guerin Sportivo. Cristiano Ronaldo alla Juventus? Niente. Il mondiale? Un articoletto su qualche giocatore rivelazione. Il Guerin Sportivo di questo mese è qualcosa che ve…