Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da settembre 17, 2017

Sogni strani del venerdì notte

Torno a parlare di sogni, un argomento che mi affascina da tempo, raccontandovi ciò che la mia mente ha partorito nella notte tra venerdì e sabato.


Il primo sogno è un esempio di ciò che raccontavo sul Moz O' Clock.

Ho scritto in un commento: "La mia San Junipero esiste già, anche senza scienza. Non è tanto il Moz O' Clock, bellissimo blog del quale sono assiduo visitatore, quanto..i miei sogni. Nei miei sogni ad esempio è ancora vivo mio nonno materno, evidentemente la persona che più rimpiango tra quelle che ho perso. Nei miei sogni ci sono spesso mercatini e negozi con Topolino, i vecchi Guerin Sportivo, talvolta anche giocattoli, ma appunto giocattoli vecchi, magari quelli come 'Eldorado' dei soldati Lego che sono state idee (sogni mi pare eccessivo) non realizzate".

San Junipero, nel telefilm citato dal Moz, è un mondo perfetto e artificiale nel quale la nostra coscienza si trasferisce dopo la morte. Un paradiso cucito a su misura per noi.

Tornando al m…

Prosopagnosia (la mia)

Riflessioni personali, sulla mia vita, ascoltando 'Prisoner 709', l'ultimo disco di Caparezza. Parte prima.



"Non mi riconosco più, prosopagnosia". Nel mio caso non mi hanno riconosciuto, qualche anno fa. Mi hanno detto: "Non sei più te stesso, ora sei diventato più sburone". Sburone, parola che si usa dalle mie parti per definire una persona presuntuosa, che sopravvaluta se stesso.

Chi ero prima? Un topo di biblioteca o un secchione, il 'bambocci' non ancora cresciuto che ancora leggeva Topolino, quello che faceva tappezzerie nelle serate di festa, se alla festa era invitato perché molto spesso non avevo questo privilegio.

Per un periodo, iniziato con il mio inserimento duraturo nel mondo del lavoro (febbraio 2009), sono in effetti cambiate alcune cose. Mi sentivo come un bambino nel paese dei balocchi, vicino al boss: mano nella mano con un babbo divertente che in fondo non ho mai avuto. D'altra parte ero giovanissimo, se rapportato all'…

Power Rangers: Serpentera, il colossale robot dei cattivi era una pippa. Ecco perché

La seconda stagione dei Power Rangers costituì l'apice del successo dei mitici supereroi in tutina. A Rita Repulsa si affiancò l'imperatore del male, Lord Zedd, destinato poi a diventarne il marito. Tommy lasciò i poteri del Green Ranger per diventare il nuovo, potentissimo White Ranger.


E qui dobbiamo fare subito una precisazione: il White Ranger era uno dei sei Dairanger, la serie nipponica da cui era tratta la seconda stagione di "Mighty Morphin Power Rangers". Da Dairanger furono ripresi gli zord e i mostri (i nemici di puntata), ma vennero mantenuti i costumi dei cinque Ranger originali (i protagonisti della serie nipponica Zyuranger), Zordon e Alpha, la banda dei cattivi principali (quelli che inviavano i mostri sulla terra): a Rita fu appunto affiancato Lord Zedd, personaggio esistente solo nella continuity Usa. In sostanza nei primissimi episodi di MMPR venivano unite le scene nipponiche dei combattimenti alle scene di vita quotidiana dei protagonisti. Vist…