Passa ai contenuti principali

Librogame: Lupo Solitario e la sua invincibile Spada del Sole

Secondo appuntamento al Bazar per i retroscena della splendida saga di Librogame ideata da Joe Dever, protagonista il Guerriero Ramas Lupo Solitario. Parleremo oggi della potentissima arma che contraddistingue il nostro eroe sui campi da battaglia: la Spada del Sole.

LA STORIA DELLA SPADA DEL SOLE: nella guerra tra Signori delle Tenebre e il regno di Sommerlund, fu decisiva la vittoria al passo di Motyura. Il re Ulnar, con la Spada del Sole, pose fine alla vita di Vashna, il potente Signore delle Tenebre che guidava l'esercito del male. La spada magica fu donata da Re Ulnar agli alleati di Durenor.

TRAVERSATA INFERNALE: è il volume n.2 di Lupo Solitario. Sfuggito al massacro dei Ramas, Lupo Solitario deve partire per una nuova missione, destinazione proprio Durenor, per riportare a Sommerlund la spada del sole. 'Traversata infernale' è uno dei librogame più avvicinenti e anche difficili della serie. I paragrafi sono piuttosto brevi, come di consuetudine dei primi due volumi, ma l'avventura è particolarmente lunga. Più che 'infernale', la defirei 'travagliata' come traversata. Si viaggia infatti via mare e via terra, anche in carrozza. Giochi d'azzardo (con la tabella del destino ovviamente) per guadagnare denaro. Scampi ad un attentato e devi capire chi è stato l'attentatore. Prima di prendere la Spada del Sole, Lupo Solitario combatte contro i terribili Helghast. Vi parlavo dei bivi che raramente conducono a una morte. 'Traversata infernale' fa eccezione. Bisogna assolutamente entrare in possesso della 'Lancia magica', manufatto che poi non verrà più menzionato nella saga, per sconfiggere questi terribili guerrieri morti viventi che riescono a cambiare il loro aspetto, prendendo anche sembianze umane. Senza 'Lancia magica', la nostra vita e la nostra missione falliranno miseramente. Con un'unica eccezione: usare l'affinità animale, l'arte più 'pippa', per schivare gli Helghast grazie a dei piccoli alleati.


LA SPADA DEL SOLE: per poter sfruttare i poteri di essa, dobbiamo necessariamente possedere l'arte del Sesto Senso. Per me è sempre l'arte n.1 al momento della scelta; permette infatti di conoscere i pericoli in anticipo, o di capire la natura di oggetti, armi e marchingegni incontrati durante l'avventura. Senza il Sesto Senso, non possiamo entrare nel pieno dei poteri della Spada del Sole. Nel volume 2 partiamo da una combattività del valore compreso tra 10 e 19. Ebbene, con la Spada del Sole e il Sesto Senso, aumenteremo di ben 8 punti la nostra combattività, dieci se possediamo l'arte della guerra. Potendo scegliere anche uno scudo, tra gli oggetti speciali da portare con noi durante il viaggio (ci dà + 2 punti combattività), significa già poter arrivare a 30 come valore di combattività. Inoltre la Spada del Sole (altro bonus 'perenne') ci permette di raddoppiare i punti di resistenza persi da ogni nemico morto vivente.

Il 'BUG' DELLA SPADA DEL SOLE: se uno non possiede l'Arte del Sesto Senso, non riesce a sprigionare la vera forza della Spada del Sole. Ma nel momento in cui facciamo nostra quest'arte, è palese che i bonus debbano essere aggiunti. Io ho sempre aggiunto 8 punti di combattività all'inizio di ogni volume di Lupo Solitario. Quando diventiamo Maestri Ramas, l'Arte del Sesto Senso è ormai diventata nostra, quindi non ha senso non aggiungere gli 8 punti di combattività. Ma questo è uno dei 'bug' del Librogame di Lupo Solitario: nulla di grave, ovviamente.

L'INCOMMENSURABILE POTERE DELLA SPADA DEL SOLE: detto dei bonus, la Spada del Sole ha incredibili poteri. Solo un Ramas può appunto sprigioniarne gli immensi poteri. Impugnata da ogni altra persona o eventualmente dagli emissari del male, diventa una semplice spada. La Spada del Sole lancia potentissimi attacchi di energia (oltre a usare la forza di taglio), permette di respingere potentissimi attacchi di energia e di spezzare incantesimi.

I NEMICI PIU' POTENTI SCONFITTI IN UN SOLO COLPO: è la cosa più epica che abbia mai letto. Il cattivo più potente che viene sbriciolato in un colpo solo, altroché quegli assurdi combattimenti dalla Dragonball Z. 'Traversata Infernale': nel paragrafo 350, Lupo Solitario alza la spada del Sole e la punta contro la tenda dell'accampamento nemica dove si trova il terribile signore delle Tenebre Zagarna. Un lampo di luce bianca si sprigiona dalla lama e rade al suolo la tenda e il suo occupante, la cui fine è annunciata da un gigantesco grido di dolore. Nel volume 12, 'Scontro Mortale', Lupo Solitario fa irruzione ad Helgedad, la capitale del Regno delle Tenebre, per sfidare il Signore delle Tenebre Gnaag. Arriva nella stanza del demone e dopo aver sconfitto il rapitore di menti, una creatura soprannaturale, il (quasi) Grande Maestro Ramas sfoggia la sua arma più potente. Ebbene, la lama sprigiona un'energia che - citando l'autore - fa sembrare l'ondata che ha distrutto Zagarna "La fiamma di una candela". Gli occhi di Gnaag "brillano nel panico", prima di essere annientato e ridotto in atomi invisibili.

IL MALUS DELLA SPADA DEL SOLE: proprio in 'Traversata Infernale' e in altre avventure in cui ci avventureremo nei regni del male, dovremo usare con grande attenzione i poteri benefici della Spada del Sole. Usandola infatti in alcuni combattimenti, attireremo una pletora di creature malefiche...che ci uccideranno. Quindi bisogna porre molta attenzione. Comunque vi rassicuro: nel testo si viene aiutati ad evitare questo errore. Per schermare la Spada del Sole, quando la portiamo con noi, abbiamo un fodero fatto di un minerale particolare: il 'Korlinium'.

Commenti

  1. Molto bello il disegno che si vede nella foto, mi ha ricordato le illustrazioni tipicamente anni '80 di certi gdr o anche fumetti come Elfquest.

    ma in sostanza, se un giocatore non sprigiona il Sesto Senso da subito (non viene suggerito di farlo, giusto?) come funziona? Ha una Spada che non può usare al 100%?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente. Quando impugni la spada del sole ti viene detto: 'se hai il Sesto Senso vai al paragrafo X, altrimenti al paragrafo Y'. Nel secondo caso non puoi usare i poteri della spada (cioè l'upgrade di combattività e il x2 dei punti persi dai nemici zombie).
      Il bug è che se tu non hai il Sesto Senso, ma lo scegli nell'avventura successiva, nessuno ti ha detto di quei punti aggiuntivi. Ma è un bug, perché nella logica della storia tu dovresti averli.

      I disegni sono bellissimi.

      Elimina
    2. Ecco, però se ti viene detto "se hai il Sesto Senso" il giocatore mangia la foglia e... insomma, cerca di avercelo, in qualsiasi modo! XD

      Moz-

      Elimina
    3. Esattamente XD. Comunque sesto senso è la PRIMA arte, fondamentale. Va scelta sempre :)

      Elimina
  2. Di questo argomento mi scopro completamente a digiuno :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti dico di recuperare, perché per farti la serie dall'1 al 20 devi fare un mutuo praticamente :D

      Elimina
  3. Un po' come nella vita... il sesto senso bisognerebbe cercare di averlo (e di seguirlo) sempre!
    Come dici tu è il SENSO NUMERO 1... è il senso che ci guida e che, in qualche modo, ci fa percepire il futuro!
    È sempre bello leggerti! 😉
    Un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo mai pensato alla metafora sul sesto senso :D. In effetti è così anche per le nostre misere esistenze :D non emozionanti come quelle dell'eroe in questione.

      Grazie, sei sempre gentilissima! Buona settimana a te

      Elimina
  4. Non ricordo 'na beata minchia di ciò che descrivi! Eppure molti volumi li ho letti... mi sa che tornerò a chiedere chiarimenti in ogni tuo articolo una volta che mi deciderò a rileggere! 😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chiedi chiedi a me piace parlare dell'argomento :D

      Elimina
  5. Nonostante abbia letto e riletto i volumi di Lupo Solitario dozzine di volte, questa storia del sesto senso non la ricordavo :D Urge rilettura!

    RispondiElimina
  6. Mi ricordo^^ tutyi presi in bibbioteca.
    Ma ricordo anche che perdevo sempre il senso e mi stufavo e li piantavo in asso e avanti un altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna :), in realtà i librogame di Lupo Solitario (da esperto librogame giocatore) sono quelli più 'semplici'. Anche io - tramite biblioteca - ho provate le altre serie e qualcosa mi hanno regalato. C'è la linea della Grecia Antica che fa veramente girare la testa :D.

      Comunque bello che conosci i librogame ^_^

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Le quattro canzoni degli 883 che hanno fatto la (mia) storia

Max Pezzali e gli 883, con mia grande sorpresa, sono un mito per tantissimi, nella blogosfera. Quando c'è un tag sull'infanzia, Max e la sua storica band (inizialmente un duo, in realtà) spuntano sempre fuori nelle varie citazioni. Mi fa sorridere ricordare che ero l'unico, tra i miei amici, ad ascoltarlo! E poi era opinione comune che le canzoni degli 883 fossero banali e c'era anche chi riempiva di disprezzo chi le ascoltava (o forse disprezzando me, disprezzava le canzoni che ascoltavo. Vabbè). Io, come spesso accadeva in gioventù, ero fiero di andare controcorrente. E siccome siamo nel cuore dell'estate e le canzoni degli 883 hanno fatto sempre da colonna sonora alle mie estati, ho deciso di pubblicare questo post. In realtà ho scelto quattro canzoni che hanno qualcosa di più: un legame con alcuni momenti della mia vita.

O ME O QUEI DEFICIENTI LI'



Gli 883 hanno sfatato per me il tabu' delle parolacce, anche se, ovviamente, quando cantavo i loro brani, l…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…