Passa ai contenuti principali

L'infanzia in un tag: le mie cinque scelte

Nominato dall'amico Arcangelo , partecipo a questo nuovo 'contest' tra blogger. Riassumere l'infanzia in cinque tag: scelta in parte semplice, in parte difficile.

#Topolino#

Trent'anni di Topolino, per cui il primo tag della lista è assolutamente il primo anche di importanza. Ricordo che da piccolino assorbivo molto il linguaggio del fumetto e talvolta utilizzavo nel quotidiano anche le espressioni onomatopeiche, soprattutto "sigh" e "gulp". Devo aggiungere un aneddoto, rispetto a quanto già scritto: mia sorella mi ha trasmesso la passione per Topolino, ma io da piccolo (3 anni) le ho danneggiato diversi Topolino! Da grande ho comunque provveduto a ricomprare diversi volumetti che avevo reso illeggibili (saccheggiavo le pubblicità!).


#Il film del campionato - Guerin Sportivo#

Anche qui riprendo un vecchio post (scusate l'auto-citazionismo), ma il Guerin Sportivo è stato una delle mie passioni. E' stato, perché quello che c'è ora in edicola non è il Guerin Sportivo, è un inserto del Corriere dello Sport mascherato da Guerin Sportivo. Da piccolo, tutto il mio interesse era per il 'film del campionato', un fascicolo di 16 pagine circa in cui venivano raccolte foto e 'moviole', i mitici disegni dei gol. Pupazzetti colorati che riproducevano le reti delle partite di serie A. Ancor'oggi sento quelle emozioni che provavo il martedì nell'aprire il giornale fresco di stampa: la mia curiosità era tutta per le 'moviole', per vedere quali partite sarebbero state affidate alla matita del mitico Paolo Sabellucci. A fine anno, i fascicoli venivano raccolti e rilegati (come vedete nella foto).

#Librogame: Lupo Solitario#

Fu l'amico Francy N. a farmi conoscere i librogame della serie di Lupo Solitario, una saga fantasy con protagonista un guerriero 'monaco' dell'ordine dei Ramas (Kai). In sostanza il lettore deve scegliere armi ed equipaggiamento, nonché alcuni dei poteri di quest'ordine e durante la lettura fare scelte di percorso e affrontare nemici attraverso punteggi di combattitivà e resistenza, facendo uso della 'tabella del destino' (in pratica scelta casuale di numeri dallo 0 al 9 che determinano l'esito positivo o meno di un combattimento o di una prova). Più di He-Man, Ken Shiro, Gatsu e Goku, Lupo Solitario è l'eroe più grande del mio immaginario fantasy: arrivato al volume n.20, è un semi-Dio che può anche rigenerarsi arti (!!!). Non a caso dal volume 21 si fa un passo indietro, si dismettono i panni di Lupo Solitario e si vestono quelli di un Grande Maestro qualunque (qualunque si fa per dire). La saga è arrivata al volume 29, mi pare, ma l'autore Joe Dever ci ha purtroppo lasciati. La famiglia è intenzionata a chiudere la saga come da previsioni di Dever al volume 32. Per me è superfluo. Lupo Solitario è come Topolino: non ha bisogno di un finale.

#Lego#

Scelta difficile. Tuttavia ho deciso di 'taggare' solo una serie di giocattoli. Masters, Ninja Turtles, MicroMachines, Transformers. Ma alla fine ho scelto i Lego. Perché i Lego più di tutti hanno scatenato la mia fantasia nell'inventare storie (punto n.3 di questo precedente post). Io ero uno di quelli ligi al libretto di istruzioni per il montaggio, ma questo non mi ha precluso un uso longevo e divertente dei mattoncini. Le mie serie preferite, come noto: Pirati&Gendarmi e città.

#Odeon tv\Junior tv#

Qui sono stato un po' furbetto, perché scegliere un unico cartone mi era praticamente impossibile. Ho deciso così di premiare i due canali che più di tutti hanno regalato cartoni animati indimenticabili della mia infanzia: Transformers, Gi-Joe, M.A.S.K., tanto per citarne tre. OdeonTv e JuniorTv rappresentano veramente un mondo che non esiste più. Oggi con il digitale terrestre esistono 7-8 canali esclusivamente dedicati a cartoni e telefilm per i bambini, per non parlare dell'offerta a pagamento di Sky. Una volta invece i bimbi come me dovevano aspettare le finestre apposite sulla Rai, sulle reti Mediaset, oppure collegarsi con le 'misteriose' Telecentro e Vga TeleRimini...

Questi i miei cinque tag. Dovrei fare altrettante 'nomination': rischierei di fare i soliti nomi, per cui chi ha voglia di cimentarsi nei cinque tag, è invitato a farlo.

Commenti

  1. Per quanto riguarda Topolino sai benissimo della mia passione, che come la tua non ci lascerà mai ;)
    Del campionato collezionavo solo figurine, niente giornali o cassette (solo quelle degli scudetti vinti...), e di Lupo Solitario vedevo soprattutto i simpatici cartoni :)
    Infine i Lego purtroppo mai avuti, seppur qualche volta ci ho giocato, mentre i cartoni fin quando non arrivavano su Mediaset e Rai, era Telenorba l'unica da seguire assiduamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste un cartone di Lupo Solitario?

      Elimina
    2. Infatti, penso Pietro abbia confuso :D.

      Figurine io ho un paio di album (avevo scritto un post tempo addietro), invece ho tutti gli almanacchi del calcio della Panini

      Elimina
    3. Esatto, l'ho confuso con Lupo Alberto, che stupido sono, scusa :D

      Elimina
  2. Fossi stato tuo sorello, ti avrei soffocato mentre dormivi!

    Mitico Lupo Solitario e i libri game! Però non fa parte della mia infanzia, l'ho conosciuto in terza media.

    I Lego sono ancora il mio giocattolo preferito, non posso relegarlo solo alla mia infanzia 😝

    Di Junior TV già te ne ho parlato, due articoli fa.
    Altri fantastici tempi i nostri... ormai molti cartoni della mia infanzia me li sono scaricati ma non è la stessa cosa senza i contenitori di una volta. Ho tutto Nino Il Mio Amico Ninja (con video chiarissimo, quasi bianco e audio rompi timpani ma va bene lo stesso) ma non riesco a trovare Doraemon col vecchio doppiaggio. Su Boing passano quello demmerda ridoppiato con la merda di sigla D'Avena che se mi capita di ascoltarla ancora una volta, la imparo a memoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhahaha, in realtà sarei tornato indietro nel tempo io a soffocarmi :D.

      Conosci i Librogame? Grandissimo...io naturalmente ho tutti i primi 20 volumetti, poi sono arrivato al 26...ma gli ultimi li ho presi recentemente XD.

      Bellissima anche la serie stile Mad Max di Joe Dever!

      Elimina
    2. Ma come sanno bene gli esperti di viaggi nel tempo, verrebbe a crearsi un paradosso, se ti uccidi, non diventi mai grande per tornare indietro ad ucciderti... quanto mi arrapano questi discorsi, quasi quanto due grosse tette!

      Li conosco ma ho letto/giocato solo a quelli di Lupo, mi avevano prestato degli altri, mi pare con una spia o qualcosa del genere, mai letti però.
      Li ho comunque recuperati (scaricati) tutti di recente, il problema è che mi dimentico di stampare mappa, abilità, il dado su foglio (farei prima a comprare un dato vero) e ancora non ho ricominciato la lettura, stavolta in ordine, da giovane andavo a casaccio.

      Elimina
    3. mi raccomando sì, segui l'ordine di lettura che è importante!

      Elimina
    4. Ok!
      Conosci la app?
      Ero tentato tempo fa, prima di scaricare i cbr ma mi ha bloccato che è solo in inglese.

      Elimina
    5. non sapevo avessero fatto addirittura la app. Ma credo che il fascino del vecchio libro sia ineguagliabile, specie per i librogame :D

      Elimina
  3. Condivido molto, slittato di qualche anno e soprattutto senza calcio, che non ho mai seguito.
    Topolino e Lego sono stati compagni fedeli e imprescindibili della mia infanzia, mentre i Librogame li guardavo con curiosità senza mai provare ad usarli. (Mi bastavano le storie similari che ogni tanto faceva Topolino.) Proprio la settimana scorsa su bancarella ho preso un librogame con un ninja in copertina: lo stesso che ammiravo da ragazzino quando mi è nata la ninja-mania. (Malattia che ancora mi opprime, visto che ho scritto l'unico libro al mondo sui ninja nella cultura poolare :-P ) non so se quel Librogame è della stessa serie che dici tu, ma a me interessava solo il ninja in copertina...
    Sono del '74 quindi sono cresciuto coi cartoni di Rai prima e Mediaset poi (che ancora non si chiamava così). Però quando arrivò Junior TV non ero certo così grande da snobbarla, e la vedevo spesso e volentieri: Nino il mio amico ninja l'ho conosciuto tardi ma me lo sono gustato. (Sebbene io amassi i ninja "seri", non le parodie :-P )
    Non so se si prendeva in altre regioni, ma a Roma c'era Telestudio che replicava a manetta cartoni animati vecchissimi: ho avuto il piacere lì di vedere i razzistici cartoni bellici che spingevano i bambini a donate soldi all'Esercito contro i cattivi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha i cartoni animati bellici, mai visti :D

      Il librogame che dici tu è della serie Ninja: ne ho anche io uno!

      Le mitiche storie a bivi di Topolino, una vera chicca anni '80.

      Elimina
    2. Chiunque sia cresciuto negli anni 80 ama i ninja.
      Io mi iscrissi a karate dato che qui in Italia, insieme al judo, erano le uniche cose che si avvicinassero al ninjutsu.
      A metà anni 90 invece andavo alla ricerca del kenpo (con la pi e non con la di, il kendo è un'altra cosa) solo perché ero in fissa con Ranma. Volevo fare salti di 5 metri e capriole in aria come lui!
      Oggi amo solo la lite da traffico, che qui a Roma è una cosa quotidiana. E per fortuna ho sempre avuto accanto donne pronte a bloccarmi, non quelle coatte che invece caricano il compagno. Non si sa mai chi ti capita!

      Telestudio me lo ricordo ma non i cartoni.

      Elimina
    3. beh il Ninja ha avuto sempre il suo fascino (ad esempio Snake Eyes nei gi-joe), poi c'è stato il boom con le Tartarughe Ninja. Nino il mio amico Ninja invece non mi ha mai entusiasmato :D

      Elimina
    4. Non so se qualcuno vedeva "Master" su Italia1, arrivato da noi nella seconda metà degli anni '80 ma replicato anche in seguito. Lee Van Cleef faceva il vecchio maestro ninja in America: lo adoravo malgrado fosse una trashata unica! Erano i tempi in cui Odeon TV mandava "American Ninja", Rete4 "Trancers Ninja III" e Italia1 "Ninja la furia umana": come si poteva resistere? Poi i Masters ti fanno Ninjor e il mondo esplode.
      L'arrivo delle Tartarughe è stato motivo di lutto per me, perché da fighissima arte dell'assassinio nell'oscurità il ninjitsu è diventata commedia per bambini, come purtroppo è ancora oggi, con l'aiuto dei Ninjago.
      A Roma invece c'è l'antica e misteriosa arte della "Manata 'n faccia", citando Lillo e Greg :-D

      Elimina
    5. Dei programmi che citi non ne ricordo uno :D. Già, vero, le Tartarughe Ninja hanno inevitabilmente ridicolizzato l'essenza vera del ninja. Ma personalmente sono affezionato loro lo stesso :D

      Elimina
  4. Senza dir nulla su cose di cui abbiamo già ampiamente discusso (Topolino, Guerin ecc), mi soffermo sui canali che hai "premiato": diciamo che erano una sorta di evasione dai classici Rai e Mediaset (che pure proponevano grandissime cose).
    Erano spesso canali da scoprire, il cui palinsesto variava o non era mai certo. Beccavi cartoon fantastici. Ho una passione smodata per questi canali regionali, tanto che ne ho sempre parlato anche sul blog e li guardo ancora!

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti vedo se riesco ad allestire un post con 'strani' programmi che guardavo su questi canali regionali XD

      Elimina
    2. Topolino come ho già detto in altri lidi l'ho letto solo per un breve tempo durante le medie benché i primi Classici Disney che ho avuto sono anche stati i miei primi fumetti. Poi li ho buttati tutti pentendomene anni dopo. Attualmente ho solo tutta la serie di PK e un paio di Definitive Collection della Panini che mi ha riavvicinato di recente al mondo Disney, soprattutto merito di Ema, Moz e Orso Chiacchierone.
      I Lego sono stati un giocattolo importante anche della mia infanzia ma credo di aver imparato ad apprezzarli davvero solo oggi tra supereroi, Ghostbusters e pochi altri.
      Io e il calcio non andiamo d'accordo.
      Lupo Solitario non lo conoscevo, deve essere una figata.
      Odeon TV e Junior TV invece cult assoluto. Junior TV io lo beccavo su Antenna 3 ma per me l'infanzia è stata anche caratterizzata da canali come Telecity/Italia 7 (è qui infatti che vedevo serie come Tartarughe Ninja alla riscossa, M.A.S.K., Transformers Headmasters e Pretenders) e TMC.
      I canali dedicati ai bambini di oggi non sono affatto la stessa cosa e paradossalmente hanno molta meno selezione, salvo qualche eccezione non propongono nemmeno cose interessanti come una volta e non credo sia solo una mia percezione da adulto.

      Elimina
    3. Italia7 da me non prendeva..ma fortunatamente Transformers Headmasters e Mask li davano Odeon il primo, Junior Tv il secondo. Le tartarughe ninja dove lo guardai? Su Italia 1 mi sembra...Anche io la vedo così sui cartoni d'oggi: tanta abbondanza di canali, ma scarsa qualità e quantita.

      Elimina
    4. Mi sa che devo sbrigarmi a metter su la GEEK LEAGUE, eh... <3

      Moz-

      Elimina
    5. ahhaahahah, potrebbe essere la nostra fine :D

      Elimina
    6. Mi sono accorto solo ora di aver rispost al commento di Moz (sorry)

      Elimina
    7. @Arcangelo: mi fa piacere essere tra quelli che hanno contribuito al ritorno di fiamma.

      Da me Junior TV prendeva almeno su due canali, io però lo guardavo su Canale 66, l'altro non lo ricordo.

      Elimina
    8. Geek league :D. Stavo pensando a un post di riflessione sul tema XD.

      Elimina
    9. rifletti, rifletti, che raccogliamo idee^^

      Moz-

      Elimina
    10. aahahha, no era uno di quei post ammazza anime :D

      Elimina
  5. Trovo carinissimo che crescendo abbia "risarcito" tua sorella dei Topolino rovinati (anche se immagino, data la passione, tu lo abbia fatto più per te xD ma ssssh, non roviniamo la magia); se la mia facesse lo stesso con tutti i giochi che ha distrutto ora avrei una casa piena ed una sorella povera xD

    Comunque trovo molto interessante il post, anche se molte cose di cui parli non le conosco. Certo i Lego sono proprio un must, chi non ci ha giocato? E chi non li ha amati, soprattutto?
    I canali che hai citato mi pare di non averli mai visti, anche perché quando ero piccola io c'erano già Disney Channel e Cartoon Network (quest'ultimo mandava in onda certe cose diseducative ...xD che se ci penso ora capisco perché andavo ad arrampicarmi come una scimmietta per i campi ahah)
    È vero che oggi i bimbi hanno a portata di mano tutto quello che vogliono. Pensa che ci sono giorni in cui mandano in loop le stesse puntate ed io sono costretta a sorbirmele da una treenne riccia e pazza xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhaha una casa piena e la sorella povera :D. Con i cartoni animati eravamo più fortunati noi: in effetti la cosa della repliche a loop è terribile. Avrebbe tolto la poesia anche a certi miei cartoni top :D

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Le quattro canzoni degli 883 che hanno fatto la (mia) storia

Max Pezzali e gli 883, con mia grande sorpresa, sono un mito per tantissimi, nella blogosfera. Quando c'è un tag sull'infanzia, Max e la sua storica band (inizialmente un duo, in realtà) spuntano sempre fuori nelle varie citazioni. Mi fa sorridere ricordare che ero l'unico, tra i miei amici, ad ascoltarlo! E poi era opinione comune che le canzoni degli 883 fossero banali e c'era anche chi riempiva di disprezzo chi le ascoltava (o forse disprezzando me, disprezzava le canzoni che ascoltavo. Vabbè). Io, come spesso accadeva in gioventù, ero fiero di andare controcorrente. E siccome siamo nel cuore dell'estate e le canzoni degli 883 hanno fatto sempre da colonna sonora alle mie estati, ho deciso di pubblicare questo post. In realtà ho scelto quattro canzoni che hanno qualcosa di più: un legame con alcuni momenti della mia vita.

O ME O QUEI DEFICIENTI LI'



Gli 883 hanno sfatato per me il tabu' delle parolacce, anche se, ovviamente, quando cantavo i loro brani, l…

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…