Moby Dick

Divinazione capitolo 1

Cammino per la strada principale del mio paese, è quasi l'alba. Ne costeggio il bordo, ma potrei benissimo camminare in mezzo: non c'è traccia di automobili. Non c'è traccia di persone. E neanche il cane del mio vicino c'è, il recinto è vuoto.

Sto sognando, me ne rendo conto dalla felpa che indosso, con il cappuccio alzato. Le felpe con il cappuccio le ho infatti bandite dal mio guardaroba. Ed è così innaturale questo scorcio di N.: è così grande, vuota. Ma non solo. I miei sensi sono sviluppatissimi. Ho tolto gli occhiali. Non servono, ho una vista da falco. Percepisco suoni, anche lontani. Un formicolio attraversa le mie braccia e le mie gambe. Potrei camminare per ore e ore, non sentirei la fatica.

Passo davanti casa della bella morettina che incrocio ogni mattina. Mi piacerebbe fermarla, dirle che è una bellissima ragazza. Vedere finalmente il suo sorriso: invidio chi ha avuto questo privilegio.

Ma non la fermerò mai. Né lei, né altre ragazze bellissime che conosco. Non desidero passare per uno spasimante o uno stalker, il confine tra le due cose è molto labile. Non voglio conquistare il loro cuore, non sono all'altezza e ad ogni modo non posso dire che ne valga la pena. Mi basterebbe solo conquistare un loro sorriso, un pensiero affettuoso, nulla di più.

Vedo finalmente, in fondo alla via, la figura di un uomo statuario, messo in risalto dalla luce di un lampione. E' vestito come un esploratore del medioevo, o qualcosa del genere: cotta di maglia, pantaloni, stivali, un ampio mantello. Le braccia sono nude, fatta eccezione per dei preziosi bracciali. Si gira leggermente verso di me e vedo finalmente il suo volto. Ho un brivido.

Il suo volto è il mio volto. La pelle è però priva di imperfezioni, tranne una cicatrice che solca parte della fronte e del sopracciglio sinistro. La barba è regolare, scura. Gli occhi sono cerulei, i capelli sono folti, grigi, raccolti in una coda alta.

"Bada a te, se ti innamorerai", mi dice lo sconosciuto. Chiude gli occhi e si dissolve, mentre un altro brivido attraversa la mia schiena.

Commenti

  1. Uh, mo voglio sapere come continua.
    E soprattutto, se ti innamori :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è sapere come e se finisce XD

      Elimina
    2. Beh, tutti siamo sempre bloccati nello scrivere^^

      Elimina
    3. già! Però nel mio caso ha più importanza ogni capitolo del totale della storia :D

      Elimina
  2. L'inizio ha il suo perchè, vediamo come preosegue ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie :P sono curioso del commento della tua metà :D

      Elimina
    2. Ti dirà che devi aggiungere qualcosa di splatter, per accontentare i suoi gusti ^^

      Elimina
    3. Ah aspetta, questa cosa dello splatter mi era sfuggita XD.

      Elimina
  3. Il post è scritto molto bene e la storia è interessante.
    Però mai permettere a nessuno di dirti che non devi innamorarti. Era la parte di te che forse sta pensando di volerlo fare ma viene frenata da "e se", "ma"...Invece non esistono se e ma in amore. Esisti che ti butti e se va male pazienza, mica si muore, ma se va bene ne varrà la pena :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per i complimenti :P

      Chissà chi è lo sconosciuto: in fondo siamo in una dimensione onirica. :D

      Elimina
  4. Complimenti! Voglio il seguito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille :) a breve arriverà (e' già caricato nel pannello :D)

      Elimina

Posta un commento