Passa ai contenuti principali

Friendzone: una condanna o no?

In un interessante scambio di mail con Miki Moz del Moz O'Clock abbiamo parlato...di donne. E di un fenomeno: la "Friendzone".

Proprio così, alla fine ci siamo confrontati sul tema della "Friendzone". In pratica quando una persona è innamorata di un'altra persona che però lo considera solamente come amico o amica. Cito la wikipedia: "nella cultura popolare, la friendzone (termine inglese, letteralmente "zona amici") è una situazione in cui uno dei due membri di una relazione amichevole, specie quello di sesso maschile, vorrebbe passare ad una relazione romantica o sessuale, mentre l'altro, solitamente di sesso femminile, no".

Fenomeno in genere maschile dunque: è l'uomo che desidera l'amore di una donna che al contrario lo vede solo come amico. Con il rischio di un rapporto sbilanciato: nel senso che l'uomo (mantengo sempre questo esempio) finirà sempre per fare di più nel tentativo di conquistare il cuore della donna.

Io non la reputo affatto una cosa negativa. Se mi piace una persona, l'idea di base è che quella persona voglio viverla, la voglio vicina a me, nel mio cammino di vita. Ma è fondamentale la consapevolezza che al 95% quel rapporto non si evolverà mai in un fidanzamento. Mai perdere le speranze, in fondo non costa nulla; ma attenzione alle false illusioni. In questo modo si esce presto dalla "Friendzone" e si entra in un'amicizia.

Pensandoci bene, vivo da tempo un caso di "Friendzone", ma in questo caso c'è il piano B: quello di allentare la presa, ripristinando l'equilibrio nel rapporto.

Non ho dunque una visione negativa della "Friendzone", anche perché probabilmente non ho mai vissuto una situazione simile a quella descritta nella mitica canzone di Elio e le Storie Tese, "Servi della gleba". Ma sono stato testimone di "Friendzone" di quel tipo. Anche se la soluzione è la solita: pensare al consolidamento di un rapporto di amicizia o troncare i rapporti.

E voi cosa ne pensate della "Friendzone"?

Commenti

  1. Eheh, addirittura ne hai fatto un post!
    Che dire... è logarante. Specie quando la vivi: se davvero credi che anche come amicizia possa funzionare, allora ok, ma davvero vogliamo ciò? Nel 99% dei casi no. Vogliamo che quella persona ricambi il nostro interesse, il nostro amore.
    Inutile perdere tempo con speranze, ormai io non ne perdo più: mi do un tempo limite oltre il quale lascio perdere, perché ho capito che non vale la pena stare dietro a certe situazioni^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì :D, ampliamo la discussione. Hai centrato il punto: in effetti noi dobbiamo vedere cosa volere da quel rapporto. Se vogliamo comunque vivere quella persona, allora vale la pena instaurare appunto un'amicizia (mantenendo i giusti equilibri di essa, nel senso che non deve essere tutto a favore della ragazza...). Altrimenti è bene cestinare il tutto.

      La speranza è diciamo la porticina che tieni aperta pensando "magari dopo un po' che siamo amici si convince...". Anche se poi c'è l'altro fattore: "Eh non mi posso innamorare di lui perché poi guasto l'amicizia" XD.

      Elimina
    2. Voglio subito screen delle vostre email xD

      Elimina
    3. Quelle su Twin Peaks vanno bene :P?

      Elimina
    4. Rick, ma scusauna cosa: come fai a voler vivere una persona che ti piace, senza che lei ricambi i tuoi sentimenti? Come fai a voler assistere a questa tizia che ti ha friendzonato e intanto se la fa con qualcun altro?
      Se la friendzone deve evolvere (vedi risposta di Franco) o si resta in un rapporto comunque paritario (lei non deve interessarsi di terze persone) o è meglio troncarla qui.
      In ogni caso, nel frattempo è bene sempre farsi i cazzi propri e non perdere occasioni^^

      Moz-

      Elimina
    5. Chiaro che se la tizia friendzonata si accompagna a un uomo, con il passare del tempo sarà lei a dirti grazie, buonasera e arrivederci...il suo uomo non accetterebbe mai la presenza di un terzo incomodo così...

      Elimina
    6. Comunque concordo col il rusctellofago MikiMoz.

      Una volta mi fu detto che il più furbo di tutti fu Dante, che convogliò tutti i sentimenti di zerbinismo verso una donna morta così poteva sbunnare come un riccio tutte le altre senza farsi troppe pippe mentali.

      Elimina
    7. AHAHA! Grande ExV! :)
      Cooomunque, Rick, la cosa non è così scontata: lei ti terrà come amico perché le farà comodo, sa che faresti di tutto e quindi non ti dirà addio...
      Addio dobbiamo dirlo noi, poi, per inciso. Se questa persona si interessa di una terza persona, significa che per noi non prova quel sentimento che vorremmo. E allora vaffanculo e figli maschi :)

      Moz-

      Elimina
    8. Rusctel che???? :D. Dici Miki? Secondo me sarà costretta giocoforza a farsi sentire di meno, come amica, perché poi il fidanzato è geloso.

      Elimina
    9. Arrosticini (tipico cibo abruzzese XD)
      Anche se così fosse, hai tutto da perderci, perché non potrai nemmeno più esserle così tanto amico...

      Moz-

      Elimina
    10. Infatti a quel punto..partita finita :D

      Elimina
  2. C'è sempre la speranza che la friendzone evolva. E' per questo che l'hanno inventata. Tieni in caldo la patata parlando di fotografia. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La speranza, dicevo appunto, ci deve essere, ma una speranziella, una piccola porticina. Infatti come dice Miki (aggiungendo anche chi visse sperando, morì non si può dire) se si è troppo speranzosi poi si rischia di finire come i servi della gleba di Elio...

      La Friendzone pericolosa è quella in cui la donna sfrutta l'uomo sapendo che egli è innamorato e lei ne può fare quello che vuole. Ma in questo modo non c'è un rapporto di amicizia, è solo un rapporto di uso :D

      Elimina
  3. Il problema è che una volta che ci sei cascato, una volta che ci vedi qualcosa di più in quell'amicizia e magari ti sfuggono due parole, succede che t'arriva la frase fatta di risposta, e finisce tutto lì, persino l'amicizia. Secondo me è per questo che sembra impossibile uscire da questa "Friendzone": tu ci stai benissimo con lei, vi divertite e la ami, lei sta benissimo con te, si diverte ma ti vede solo come un amico. Tu, per paura che si perda pure l'amicizia, stai zitto e vai avanti, al massimo ti godi un po' di gloria con qualche like tramite screen su Facebook :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì esatto DD (nota la citazione xD), se uno ha paura che si perda l'amicizia va avanti, ma ogni tanto dando qualche colpo di freno.

      Elimina
    2. Sì, è vero quel che dice DoppiaD, ma non si guarda a una cosa: e se lei (o lui) poi si interessa di altri??
      Come ci rimaniamo?

      Moz-

      Elimina
    3. Ci rimaniamo...cappio e sgabello :D.

      No scherzo, comunque sentiamo un po' di prudore anale del tipo mi si è infilato un ideale dito medio ma poi passa :D

      Elimina
    4. Appunto: se è un corteggiamento e lei c può stare, allora ok, continuiamo il rapporto. Altrimenti non ha senso: sprecheremmo tempo, soldi e energia appresso a una stronza (o uno stronzo, che sennò le femmine s'incazzano) che non ci ricambierà mai e che creerebbe una costante sensazione di frustrazione in noi.
      Perché dovrei vivere una persona, una situazione così? Non appena ho avuto la delusione (lei interessata a altri) io ho lasciato perdere. Fanculo, te le facesse l'altra persona le cose che vuoi da me e che chiedi a me perché sai cosa mi lega a te.

      Moz-

      Elimina
    5. Si precisiamo che abbiamo fatto tutti gli esempi al maschile per comodità :D

      Elimina
    6. Miki, secondo me Paola mi sa che si divertirebbe con i nostri racconti. XD

      Elimina
    7. Screen, daiiii!

      Comunque voglio aprire una discussione: dato che io a Maurizio abbiamo entrambi un blog ci capita spesso di parlare e spettacolare di voi, tra di noi. Quindi mi sono sempre chiesta, voi che siete amici e vi trovate a parlare in privato, lo fate anche? O ve lo chiedete degli altri come faccio io ora?

      Elimina
    8. Ecco perché recentemente mi è capitata qualche fischiata d'orecchio. Mi immagino te con i popcorn in mano che ascolti i miei racconti di vita disgraziata, poi per fortuna arriva il mio amico barbiere parrucchiere giampy che ti taglia i lunghi capelli.

      Cio' detto abbiamo sostanzialmente parlato delle nostre passioni geek e abbiamo avuto questo scambio.di battute sulla friendzone al culmine di uno scambio di mail sulle mie disgrazie XD.

      Elimina
    9. No, Rikyyyy. Io sono sufficientemente critica ma non gioisco maiii delle disgrazie dei poveri cristi che non mi fanno nulla. Anzi, io sono una di quelle che, finché non le si fa nulla, cerca di giustificare tutti. L'importante è che non mi tocchino. In quei casi si salvi chi può, divento terribile credimi xD
      Ma fino ad allora sono un angelo.

      Screen imbarazzanti niente quindi?!
      Miki mi deludi xD

      Elimina
    10. No no infatti, non volevo dire che gioisci delle disgrazie altrui, anzi avevi preso più volte le mie difese :D, intimando reazioni sugli eventuali persecutori.


      Elimina
    11. Se hai bisogno, aizzami xD

      Ti dico solo che una volta una mia sorella ebbe una discussione su fb con una e non me lo disse finché non avevano finito perché sapeva che avrei preso le redini in mano per distruggerla xD
      Ed infatti quando le mie amiche hanno bisogno di litigare con qualcuno indovina chi chiamano xD

      Elimina
    12. Sacrificherò la macchina del tempo..non vado dalla bionda, ma porto la te attuale nel 2001 o nel 2002 a prendere le difese di me di quell'epoca :D. Io ovviamente sto in disparte a guardare la scena :D

      Elimina
    13. Ahaha Paola, niente di imbarazzante sul serio :)
      Sono sempre molto pudico :p

      Moz-

      Elimina
  4. Io personalmente non ho mai subito una friendzone ma, come accennato in qualche post recente, mi è capitato che quattro miei amici diversi si innamorassero/infatuassero di me. Nel mio caso, per assurdo, non mi sono comportata io male con loro ma loro con me xD (a parte uno, quello che dicevo si è poi sposato).

    Io ritengo che essere innamorati di una propria amicizia non debba proclamarne la fine a patto che, la parte che non ama non si approfitti di chi si è innamorato. Ma in quel caso già a prescindere non penso si potrebbe parlare di amico ma solo di persona indegna.
    Tutto questo, ovviamente, sempre nei limiti di quello che l'innamorato riesce a sopportare. Ovvio che, se io Paola so che Tizio è innamorato di me, siamo amici ed intanto muore perché sa che io sto con Maurizio, non me la sento di biasimarlo se mi dice "senti, per me finisce qui".
    E' tutta una questione di persone, di come si è evoluto nel tempo il rapporto e così via.
    Non so se vale lo stesso e si possa parlare di Friendzone però mi è capitato anche di stare con un ragazzo (ma eravamo veramente piccoli, tra terza media e primo superiore), che poi lui mi lasciasse non parlandoci per mesi dopo dei quali lui è tornano, siamo diventati amici e per la prima parte del rapporto lui era ancora innamorato di me ed io non più. In quel lasso di tempo lui è stato comunque molto carino, uno degli amici migliori che abbia avuto in assoluto ed il fatto che fosse innamorato di me non ha cambiato nulla, né da me per lui, né da lui per me. Alla fine gli è passata ma nel lasso di tempo la nostra amicizia non ha mai subito delle compromissioni.

    Comunque il tuo post pone le luci della ribalta su una questione molto importante adesso: quale amica di Maurizio morirà per prima?Così, giusto perché prevenire è meglio che curare xD

    Comunque volevo aggiungere che deve essere molto frustrante essere innamorato di qualcuno che vedi sempre, senti e lui non ti ricambia e si vive la propria vita senza di te. Però quando accade è perché non era la persona giusta quindi la vita va avanti per tutti :-D Forza e coraggiooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Io ritengo che essere innamorati di una propria amicizia non debba proclamarne la fine a patto che, la parte che non ama non si approfitti di chi si è innamorato. Ma in quel caso già a prescindere non penso si potrebbe parlare di amico ma solo di persona indegna."

      Brava, è quello che ho risposto a Franco. Se una delle due parti è approfittatrice, inevitabilmente non è amicizia.

      Venendo al tuo ultimo pensiero: sì anche a me capita con una persona di sentirmi a volte frustrato. Soprattutto nei giorni in cui hai desiderio sessuale XD

      Ma Maurizio poveretto lascialo stare :D

      Elimina
  5. In realtà avrei fatto pure io un post che tocca l'argomento ma nella corrente programmazione è previsto per il 25 settembre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha, sei aUantissimo nella programmazione del blog..

      Elimina
    2. Il vantaggio di fare un post a settimana (salvo articoli estemporanei)

      Elimina
    3. quindi sei a 13 post programmati :D (ops, anche io ne ho 13 pronti :D)

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Curiosità su Benjamin Price-Genzo Wakabayashi, il mitico portiere del cartone "Holly & Benji"

E' il mio personaggio preferito del cartone animato "Holly&Benji" e del relativo manga "Capitan Tsubasa". Ecco le curiosità sull'estremo difensore della Nankatsu (New Team) e dell'Amburgo.



IL VERO NOME: Benjamin Price, detto Benji, si chiama in realtà Genzo Wakabayashi. Ebbene sì, ecco cosa significava quel W Genzo stampato sul berrettino.


NON E' IL PROTAGONISTA: il protagonista di Capitan Tsubasa è appunto Tsubasa Ozoora, Holly Hutton. Genzo è solamente uno dei co-protagonisti. Immagino ora non siate più stupiti per il fatto che non appaia mai nella seconda serie del cartone animato.

LE DIVISE: Genzo indossa ai tempi della New Team una maglia rossa con pantaloni della tuta nera (eh sì, nel cartone animato è una maglia arancione con pantalone rosso). Nell'Amburgo invece veste la casacca azzurra con maniche blu navy e le tre strisce adidas azzurre, pantalone della tuta blu navy, completo tipico delle squadre Adidas dei primi anni '80. Un…

Intervista a Paolo Samarelli, l'artista dei calcio e i suoi fantastici disegni

Conoscete la mia passione per il Guerin Sportivo e per l'Almanacco del Calcio Panini, passioni che si fondano soprattutto sugli splendidi disegni dei gol e delle azioni delle partite che li arricchivano.

Da "secoli" mi batto per esaltare e celebrare la bellezza di questi disegni, che purtroppo sono spariti dai giornali specializzati e dai quotidiani. Spariti molto prima del proliferare di Internet e dei telefonini, complice anche la volontà degli editori e dei direttori di testata di tagliare i costi, a scapito però di noi collezionisti.

Oggi parleremo con uno degli artisti che riproduceva le prodezze dei calciatori: Paolo Samarelli, presente negli anni '80 sulle pagine del Guerin Sportivo e negli anni '90-2000 su quelle di Repubblica. Il maestro Samarelli mi ha concesso gentilmente un'intervista.

1-Paolo, come realizzava i suoi disegni all'epoca della collaborazione con il Guerin Sportivo? I gol li guardava su 90esimo minuto? Quale metodo di lavoro segui…