Riky Reload: Evil Dead, la leggenda di Ash Williams non tramonta mai


Oggi Evil Dead è una fantastica serie televisiva sulla quale tornerò in futuro. In passato è stata una splendida trilogia horror-fantasy. Di cosa sto parlando? Beh, de "La casa", film che conoscete tutti.


"Evil Dead" è una trilogia che in Italia é stata tradotta con il termine improprio de "La Casa". Per gli ignoranti della materia, dopo "La casa 1 e 2", é iniziata la produzione dei cosiddetti sequel apocrifi, il tutto per sfruttare il successo degli originali. In altro modo detto, il sequel de "La casa 1 e 2" é l'armata delle tenebre. Come noto, ad accomunare i tre film della saga di Evil Dead sono sostanzialmente due elementi: il regista, Sam Raimi, ancora un genio prima di piegarsi alle regole dello star system hollyiwodiano con i pessimi "Spiderman", e il protagonista, lo straordinario Bruce Campbell.

EVIL DEAD: uno dei pochi film dell'orrore riusciti a 360°. Un film di paura che fa veramente paura: crea un livello di tensione elevatissimo, pari alla "Casa delle finestre che ridono", grazie peraltro ad uno sapiente dell'audio e senza dover per forza far ricorso al famigerato "buh" (1). Il livello splatter è elevatissimo, si parte con una matita conficcata nel tallone (già, irrealisticissimo, ma dolorosissimo), si procede con corpi mutilati e litri di sangue. Lo splatter con la computer graphic resta uno splatter fatto con il computer: poco realistico, con quel sangue così perfetto che sembra il sangue di Doom senza pixel. Molto meglio i vecchi cari pupazzoni e i liquidi. La regia è un gioiellino, lascio la parola a Exxagon (Alberto Pedrazzi) che sicuramente ha maggiori competenze dal punto di vista tecnico: "La mdp di Raimi, gestisce il tutto in modo dinamicissimo con riprese rasoterra, zoomate, spostamenti veloci d'inquadratura che rendono il racconto e i dialoghi quasi superflui". Raimi mette talento e genialità, confezionando un gioiellino horror con un budget risicatissimo. Poi cosa succede ? Bene, l'unico sopravvissuto (tra tanti attori non professionisti e anche piuttosto anonimi) è il paffutello Ash Williams, alias Bruce Campbell, che torna nel sequel.


EVIL DEAD 2. La pellicola mantiene gli elementi dell'horror: la stessa ambientazione della prima pellicola, gli spiriti maligni, le morti e lo splatter. Poi, il tocco di magia di Raimi. Non poteva realizzare una brutta copia di Evil Dead 1 (il sequel è sempre peggio dell'originale) e decide allora di voltare pagina. Si punta sull'humor nero: la vittima, Ash, diventa il protagonista; lo vediamo così alle prese con la sua mano...mutilata e sgarbata, oppure con la dispettosa testa...dell'ex fidanzata appena divenuta un Evil Dead. Campbell sale al proscenio, regalandoci movenze, smorfie, facce e gesti che ne fanno, indiscutibilmente, il punto di forza della pellicola. Ed arriviamo ad Army of Darnkess. Al termine di Evil Dead 2, Ash si ritrova catapultato dalle forze oscure nel medioevo. Qui, alla stregua di un eroe, dovrà proprio combattere in prima persona il male.


ARMY OF DARKNESS. Il terzo capitolo della saga non è un film horror; é il terzo gradino dell'evoluzione di Evil Dead. Bruce Campbell ha abbandonato la goffaggine del primo episodio, diventando il "cazzuto" con la motosega al posto del braccio e così a suo agio nel maneggiare fucili; anche il fisico si fa più scolpito, il volto segnato dalle mille battaglie. Il finale nel supermercato è il coronamento della saga: Bruce Campbell non é più un attore, Ash Williams non é più un personaggio: sono entrambi diventati leggenda e e lo spettatore che si è appassionato ad Evil Dead 1 non può che applaudire; non ha visto tre film uno copia dell'altro, ma tre film che sono veramente il seguito, e l' evoluzione, uno dell'altro. Campbell si consegna alla storia, qui e in una pellicola successiva, "Bubba Ho-Tep". I profani lo chiamano attore di B-Movie, ma qui non siamo sicuramente in presenza di film di serie B, se non dal punto di vista del budget. Non è facile certo inquadrare Bruce Campbell in un personaggio, nè si poteva prolungare di dieci capitoli la saga di Evil Dead. Ci è riuscito Don Coscarelli, inventandosi per lui un Elvis vivo e..anziano, ma non a caso Bruce ha rifiutato di far parte del prequel di "Bubba Ho-Tep". La magia di certi personaggi non può infatti essere riprodotta con il ciclostile. Al massimo per tirare su due soldini si fa qualche comparsata: Campbell non è mai stato un attore da oscar e non lo sarà mai; di questo ne è stato sempre conscio, tanto più che si è anche schernito in un film da lui realizzato, "My Name is Bruce", dove si è descritto come un attore fallito e alcoolizzato, gigione e pasticcione, ma con grande autoironia. Per noi fan, si è consegnato alla Leggenda. Hail to the king, baby.


(1): frastuono creato dal regista che contrasta con il silenzio della scena: come provocare una reazione nello spettatore facendo stridere una forchetta su una lavagna.

Commenti

  1. Un trittico leggendario che, da quei gloriosi anni, ci ha consegnato l'ennesimo grande personaggio CULT.
    Poteva succedere solo in quell'epoca **

    P.s. vero, La Casa è horror puro.
    L'Armata delle Tenebre fighissimo, cazzaro, berserkiano **
    Dammi un po' di zucchero, baby.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la serie Tv è ottima perché non tradisce lo spirito del personaggio Ash e della trilogia.

      Elimina
    2. Io ancora non la vedo ;__;

      Moz-

      Elimina
    3. Io ho visto solo la prima in inglese con sub Ita :)

      Elimina
  2. L'horror è un genere che ho scoperto solo in tempi recenti pur conoscendo di fama svariate saghe. La trilogia de La Casa l'ho visto praticamente solo l'anno scorso e l'ho subito adorata! So che generalmente il secondo è considerato il capitolo migliore ma personalmente gli ho preferito di gran lunga il primo, è davvero un grandissimo horror, la transizione del secondo non mi ha convinto fino in fondo mentre L'Armata delle Tenebre è un capolavoro del trash. E ovviamente ho guardato Ash vs Evil Dead, entrambe le stagioni in italiano, il mix perfetto tra l'horror del primo film e il divertimento del terzo, è diventata una delle mie serie preferite in assoluto, nel suo essere altamente e volutamente cazzara riesce ad essere più credibile di tante altre serie in circolazione.
    Ho anche preso l'action figure di Ash da Evil Dead (ci avevo fatto una rece) e mi piacerebbe prendere quella di Evil Dead 2 oltre che avere una riproduzione del Necronomicon, roba altamente inutile ma sai che bellezza? XD

    PS: ti ho nominato ai Liebster Award, trovi tutte le info qua https://syfyomniverse.wordpress.com/2017/04/04/liebster-award-2017/
    Arcangelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo a prendere l'action figure :D anche a me piacerebbe avere un po' di roba da esporre al posto del mobilio tradizionale, ma al momento non posso XD. Ash vs Evil Dead è una serie spettacolare, la prima puntata quando Ash prende la motosega al volo è una roba da delirio XD

      Elimina

Posta un commento