Passa ai contenuti principali

I paralipomeni dei Power Rangers

Oggi giovedì 6 aprile esce nelle sale italiane il film sui Power Rangers. E' il reboot della serie storica, ma è il terzo lungometraggio dedicato agli eroi con i costumi colorati: il primo fu nel 1995 e non si inseriva nella continuity della serie (in sostanza era un inizio alternativo per la terza stagione di Mighty Morphin Power Rangers); il secondo del 1997 fu il passaggio dalla serie "Zeo" a quella "Turbo".


I Power Rangers hanno avuto un grande successo per un motivo. Sono stati sulla cresta dell'onda, amati od odiati. Chi come me non poteva perdere una puntata delle loro avventure; chi invece li riteneva un telefilm troppo infantile. Hanno lasciato il segno, in un verso o nell'altro. Non hanno lasciato nessuno indifferente.

L'amico Miki Moz, sul suo blog, ha pubblicato uno splendido ed esauriente riassunto (clicca QUI). Io invece mi sono divertito a fare una piccola integrazione, con questo post.

LA CAVA DELLA BATTAGLIA: come noto, Power Rangers utilizza gli spezzoni delle serie giapponesi in occasione dei combattimenti. La cosa più buffa non sono le mosse e le pose fatte dai Rangers indossati i loro costumi, ma i cambi bruschi di location. Angel Grove è una città piuttosto grandina: ha delle sterminate zone di verde o montane vicino al centro abitato. Spesso il mostro parte della città, poi si sposta in queste zone per combattere. Così la maggior parte delle battaglie i Rangers le combattono ALLA CAVA DI ANGEL GROVE (!). Oppure i combattimenti si svolgono nella zona industriale, che per essere industriale pare proprio essere rimasta al secolo prima, oppure in fabbriche abbandonate.

IDENTITA' SEGRETE: i Power Rangers devono mantenere le loro identità segrete, ma ci sono delle eccezioni. A circa metà della seconda stagione, vengono introdotti nell'episodio "Incontro Ninja" tre nuovi personaggi: Rocky, Adam e Aisha. Tempo un paio di episodi e diventeranno i nuovi Rangers al posto di Jason, Zach e Trini. Prima di questo passaggio di poteri, i tre nuovi personaggi entrano a conoscenza dell'identità dei Rangers. Questo perché Kimberly è costretta a togliere il casco a Billy, che rischiava il soffocamento dopo aver lottato contro un serpente malefico di Lord Zedd. Ma tutto questo ha una ragione che di poetico non ha nulla. Da diversi episodi l'azione coinvolgeva sempre il terzetto Tommy-Billy-Kimberly, mentre gli altri tre Rangers iniziavano ad eclissarsi, tornando solo nel momento della battaglia. Questo perché gli attori che interpretavano Jason, Zach e Trini erano stati fatti fuori. Laddove si rese necessaria la presenza di questi tre personaggi, venivano utilizzate controfigure o si riciclavano vecchie scene.

Un altro personaggio che conosce l'identità dei Rangers, nella serie "Zeo", è David, il fratello di Tommy. Quest'ultimo gli si rivela dopo che Re Mondo lo aveva rapito per impossessarsi della freccia indiana che i due fratelli custodivano, un manufatto con poteri arcani.

Nell'episodio 91 "Vuoto di memoria" Bulk e Skull scoprono l'identità dei Rangers. Aisha e Rocky si trasformano sotto i loro occhi, per poi perdere la memoria, come i compagni, per colpa del mostro lanciato da Lord Zedd. A salvare i sei rangers smemorati intervengono proprio Bulk e Skull, in una scena che cita i classici western. L'intervento dei due pasticcioni sarà eroico, ma causerà la perdita della loro memoria.

Infine nell'ultimo episodio di "Power Rangers in Space" i Rangers si rivelano davanti alla popolazione. Astronema minaccia i cittadini di Angel Grove qualora i Rangers non fossero usciti dal loro nascondiglio. Bulk e Skull intervengono dichiarando di essere dei Rangers e provocando l'emulazione di tutti gli altri cittadini. Astronema ovviamente ordina alle sue truppe di "distruggere tutti": a quel punto i cinque Rangers (manca solo Andros) si rivelano sul tetto di un palazzo e si trasformano.


I BACI TRA KIMBERLY E TOMMY: in 137 episodi di tre stagioni sono solamente due, il primo al termine dell'episodio "La candela verde" e il secondo nello speciale di Natale "Babbo Natale e i Power Rangers". Quest'ultimo episodio è posizionato prima dell'arrivo di Katherine, il personaggio che prenderà il posto di Kimberly. Ma all'inizio doveva essere collocato successivamente: Kimberly sarebbe tornata per trascorrere le feste ad Angel Grove, lasciando per un paio di settimane la Florida. Mentre Katherine avrebbe inviato una cartolina di saluto e di auguri agli amici.


IL DEMONE LOKAR: appare ne "L'isola dell'illusione". E' un testone che si materializza minaccioso sui cieli di Angel Grove e potenzia il mostro "Mutitus" (che sarebbe il mostro Frankenstein apparso in "Ballo in maschera", nella versione americana sono invece due mostri diversi). Sapete chi è in realtà quel testone? E' il padre della strega Bandora, cioè Rita Repulsa nella versione giapponese.


SCORPINA E GOLDAR: nella serie giapponese sono marito e moglie. Proprio così!

DA MINACCIA PER L'UMANITA' A DOMESTICI: la serie "Alien Rangers", dodici episodi che fanno da introduzione a "Power Rangers Zeo", il centro di comando viene distrutto da Goldar e Rito, che inviati da Lord Zedd e Rita, si introducono nei suoi bassifondi per mettere dell'esplosivo. L'esplosione causa però una grande amnesia ai due mostri, che finiscono per vagare per le strade di Angel Grove, prima di essere raccolti da Bulk e Skull e diventare loro domestici.

IL GOLD RANGER: in "Power Rangers Zeo" Jason torna dalla Svizzera (ah però la conferenza è durata due anni!) e diventa il Gold Ranger, il sesto componente del gruppo, subentrando all'alieno Trey di Triforia. In precedenza è Billy che prova ad assorbire i poteri del Gold Ranger, ma non ci riesce a causa degli ioni negativi che il suo corpo ha assorbito il giorno dell'esplosione del centro di comando.


ALTRI ARTICOLI DEL BLOG SUI POWER RANGERS

Power Rangers more than meet the eyes. Clicca QUI

Power Rangers, il fumetto "dark" pubblicato da Panini: la recensione di "Un nuovo inizio". Clicca QUI

Power Rangers: Pink!, il fumetto con la miglior Kimberly Hart di sempre. Clicca QUI

Commenti

  1. Ottimo articolo!
    Sulle identità segrete mi sono sempre chiesto come mai Rita e Zedd non le svelino al mondo intero, visto che loro le conoscono XD
    Goldar e Rito una grandissima coppia, così come Goldar e Scorpina.
    Sai che sia Rito che Scorpina sono ancora vivi? Di fatto, non prendono parte a Countdown to destruction (Rito perché aveva il costume rotto). Scorpina si voleva far tornare in Exxagon ma poi niente.
    Goldar invece lo avrebbero potuto far tornare (anche se ufficialmente è morto) nella serie Dino Charge del 2016... ma niente anche in questo caso. Speriamo nel 2018 (25simo anniversario) recuperino qualcosa.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo! Rita e Zedd potevano benissimo mettere in difficoltà i Rangers, ma non lo hanno mai fatto. In una delle ultime puntate prima di Alien Rangers, mi pare ci sia Goldar "mescolato" alla folla di umani, compresi i Rangers non trasformati, ma Goldar non pensa di dire: "Oh i Rangers sono loro!". Di Rito sapevo quella cosa del costume rotto XD. Ma se sia Rito che Scorpina erano assenti nella battaglia finale di "Countdown to destruction" è facile pensare che siano già stati uccisi. Forse durante la serie Turbo XD?

      Elimina
    2. Beh, no... Scorpina si rivede solo una volta dopo la prima stagione, mentre Rito per quel problema del vestito non appare proprio.
      Ovviamente è lecito supporre che siano morti colpiti da Zordon, ma perché non ripescare due personaggi così?^^

      Moz-

      Elimina
    3. Eh, infatti, la serie Power Rangers aveva potenzialità da esprimere. Se pensi ad esempio alle trame della prima serie, magari si poteva fare qualcosa di più, va bene che era un prodotto per bambini..però :)

      Elimina
  2. Ciao Riccardo, prima volta per me che capito nel tuo blog :-)
    I Power Rangers hanno fatto parte anche della mia infanzia. Volevo essere Trini perchè adoravo le tigri e il rosa è sempre stato sopravvalutato :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Roberta, benvenuta..è un grande piacere per me :).

      Ti invito a leggere anche gli altri tre articoli (anche se uno è centrato proprio su Kimberly, poiché è protagonista di una nuova, esaltante mini saga a fumetti), di cui trovi i link in calce a questo articolo qui.

      E' una cosa stuzzicante sapere che nel web c'è un approfondimento (a cui ho contribuito anche io in parte) sui Power Rangers: questa serie lo meritava, perché è stata, per molti, leggenda :) nonostante le tutine, i mostri goffi, i cattivi non così cattivi...i "Kia" e le mossette.

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I cinque portieri più forti di Capitan Tsubasa-Holly e Benji

Prendiamo in considerazione la versione italiana del manga che comprende anche i volumetti del World Youth.



Oltre 50 volumi di manga (quelli tradotti e importati in Italia), diverse trasposizioni in anime. Capitan Tsubasa è un fenomeno mondiale amato da tantissimi, bambini e adulti. Da appassionato di portieri, non potevo non cimentarmi nella classifica dei cinque migliori portieri.


L'escluso: Ken Wakashimazu (Ed Warner). Per molti questa mia esclusione può essere una nota dolente. Il portiere, idolo di molti per il suo look e per il suo stile da karateka tra i pali, in effetti da bambino rivaleggia alla pari con Genzo Wakabayashi-Benji Price. Al termine del terzo campionato delle scuole superiori, il distacco con il rivale è però marcato: Warner gioca in una squadra scolastica, Benji nel settore giovanile dell'Amburgo. Con la maglia del Giappone, Warner subisce spesso molte reti. Ad esempio: ferma il tiro infuocato di Schneider, ma solo quello calciato dall'area dell…

Tema del soldato eterno e degli aironi, la poesia di Roberto Vecchioni

Questa canzone di Roberto Vecchioni fa parte di uno dei dischi della mia infanzia, 'Per amore mio': fu infatti pubblicata nel 1991, quando ero un 'pischello' di seconda elementare. Dopo 'La guerra di Piero', un'altra canzone sul tema della guerra riuscì a catturare la mia attenzione.

'Tema del soldato eterno e degli aironi' trasforma in un singolo la moltitudine di soldati che hanno combattuto le guerre, dalla battaglia di Maratona alla battaglia di Fort Alamo, fino a Waterloo. E' una riflessione sull'insensatezza della guerra (non a caso il traditore viene perdonato e chi non ha tradito viene ucciso) e sulla impossibilità di scrutare il destino (la metafora del cielo, troppo grande per essere capito dagli aironi). C'è l'amore, un'illusione che tiene in vita i ragazzi che sono mandati al massacro, a combattere.

Questa canzone rappresenta per me anche una metafora della vita. La vita è in fondo un combattimento, ogni giorno siamo…

La mia fuga da Facebook, recensione del saggio di Francesca A. Vanni

Dopo molto tempo ho riattivato il Kobo, il lettore di ebook. Ho deciso di inaugurare il ciclo 2.0 di letture (termine che calza a pennello, visto che sono sparite tutte le vecchie statistiche di lettura) con il saggio dedicato a Facebook scritto da un'amica blogger, Francesca A.Vanni.

Il saggio si intitola "La mia fuga da Facebook". Francesca racconta la sua (breve) deludente esperienza come utente del noto social network, un'esperienza avviata per dare visibilità alla propria attività di scrittrice.

Quello che mi ha colpito è che Francesca non affonda i colpi sugli aspetti che in apparenza si prestano più facilmente agli attacchi: la diffusione delle bufale e la viralità di certi post che, secondo me, dipendono anche direttamente dal social network stesso (come vengono scelti ad esempio gli aggiornamenti delle personali homepage? Su centinaia di amici, a parte le varie opzioni come segui, cosa porta certi post ad essere visualizzati?), oppure i tanti reati che pos…