Cimeli: gli album delle figurine che collezionavo da piccolo

Ecco foto e descrizione degli album di figurine che ho collezionato da piccolo! Calcio, ma non solo.


Partiamo dalle figurine dei calciatori. Panini? No, no. Le tarocchissime raccolte dell'Antonio Vallardi editore. Io possedevo due album: quello del campionato '89-'90 (incompleto, finanziato in gran parte dal mio compianto nonno Nicandro) e quello del campionato '90-'91 (completo). A vostra disposizione, per le foto, solo quest'ultimo.

Ecco dunque il Milan 1990-1991


I terribili stemmi tarocchi (c'erano anche quelli di serie B)


Ma Vallardi editore ebbe il merito di essere un precursore: le sezioni speciali, che oggi abbondano negli album Panini, con le figurine dei calciatori in movimento. Nell'album troviamo infatti la top 11 del campionato precedente (bizzarra la scelta di Tacconi in porta e non di Zenga, che fu premiato nel 1990 come miglior portiere dalla IFFHS, International Federation of Football History & Statistics).


Una ricca selezione dedicata alle nazionali, con il report del mondiale di Italia '90


E a seguire la mitica formazione azzurra di Schillaci, Baggio e Baresi.


Dopo la serie B, la sezione con le figurine dedicate alle tifoserie. Alla fine era un album molto ricco, benché non ufficiale.


ALBUM FIGURINE GUERIN SPORTIVO (rarità): nella stagione 1993-1994 il Guerin Sportivo del mitico direttore Marino Bartoletti lanciò questa graditissima iniziativa, relativa alle 18 squadre di Serie A. Figurine adesive da attaccare nell'apposito album. Un album completo senza spendere soldi nelle bustine e senza piangere per le doppie. Mancava la poesia del "celo celo manca", però il possessore dell'album lo poteva completare senza problemi. I calciatori erano ritratti in azione, con la prima e la seconda maglia.


ULTIMI ALBUM CALCISTICI: sempre nel 1994 il Guerin Sportivo regalò ai propri lettori un album con tutte le figurine dei giocatori italiani di tutte le epoche. Meno bello del precedente. Ma l'ultima raccolta di figurine calcistiche della mia vita fu quella della Panini '98-'99 (incompleta). Come mai ci fu questo ritorno di fiamma? Semplice, l'anno prima spopolarono le terribili cicche alla fragola della Topps che divennero un fenomeno, dal Nord al Sud, grazie al genio dell'ufficio marketing che decise di abbinarle a un mini album di figurine di calciatori (solo Serie A). La mitica raccolta, se completa, ti permetteva di ricevere una maglia (tarocca) della serie A, a tua scelta. Come è noto, una raccolta praticamente impossibile da terminare per colpa di due calciatori: Volpi del Bari e Poggi dell'Udinese. A Novafeltria il fortunato vincitore, che gestisce con la famiglia una nota norcineria, scelse la maglia di Martusciello dell'Empoli, la squadra simpatia di quell'annata. E il sottoscritto? Completò 2-3 album senza però riuscire a trovare i fottutissimi due. E le cicche? Le davo a due miei amici che odiavano il calcio e le figurine. Con tutte le cicche (disgustose) che hanno mangiato, stranamente non hanno avuto problemi con il dentista. Orfano dell'album delle cicche, l'anno dopo lo sostituii con quello più tradizionale.


Ma veniamo alle raccolte non calcistiche. Quella degli Exogini è un altro piccolo culto, per noi fortunati nati negli anni '80. Degli Exogini parlerò magari in un post dedicato. L'album è quasi completo, mancano 6-7 figurine.


Ai tempi delle medie, due collezioni.


Quella di Holly&Benji, edita dalla Merlin, è incompleta. Era parallela alla messa in onda televisiva su Canale 5 (in quegli anni era praticamente replicata a getto continuo). La particolarità della collezione Merlin era una rivisitazione delle partite, che avevano risultati diversi. Ad esempio la finale del mondiale tra Giappone e Germania finiva 2-1 e il primo gol di Schneider diventava il momentaneo pari del terzino Hoffmann (!). Spesso i gol venivano associati a immagini che nella realtà del cartone corrispondeva ad altro. La finale tra New Team e Toho? 2-2, liquidata in una pagina scarsa. Praticamente chi ha ideato l'album sapeva di calcio, ma poco o nulla di Holly&Benji. Comunque un discreto album, copertina a parte: con Holly che gioca con un pallone gigante e Benji che difende le mini porte da bambino.


Il secondo album, completo ed edito da Panini, è di "SuperHuman Samurai". I Power Rangers dell'informatica, senza la tutine, ma con i mostri e i robottoni. Il mio compa' Alberto schivava i Power Rangers, ma amava i "SuperHuman Samurai". Arrivammo a registrare le puntate nel tentativo di sbobinare la trasformazione dei tre mezzi nel robot Zenon. A quei tempi non c'erano le recensioni dei giocattoli su Youtube, non c'era neanche Youtube e Internet era agli albori. Ci arrangiavamo così.


IL GRANDE ASSENTE: il mio primo album, in ordine cronologico, è stato quello dei Filmation's Ghostbusters, edito dalla Panini. Un vero culto! Le quattro facciate centrali rappresentavano la mitica casa dei Ghostbusters (io avevo il giocattolo!!) e la centrale di Malefix; qui si poteva attaccare o staccare a proprio piacimento delle speciali figurine adesive. Purtroppo l'album non ha resisto alle mani di un bambino piccolo :D, cioè il sottoscritto da piccino piccino.

Per chi volesse vedere delle foto dell'album Ghostbusters, vi rimando al Doc Manatthan: QUI

Commenti

  1. Accidenti che salto nel passato!!.. purtroppo non ho cimeli a riguardo.. ma un ricordo legato ad un giocatore panchinaro della Lazio, stagione 70/71 (ho googolato per risalire all'anno) che divenne famoso solo per essere l'unico calciatore introvabile dell'album di quella stagione... incredibile come a volte una figurina ti faccia diventare più famoso di una Champions!!... certo tu non eri ancora nato me sa... ma questo Magherini fu un incubo incaccellabile per quelli della mia età... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capisco benissimo: in fondo il mini album delle cicche faceva schifo (infatti li ho buttati tutti via) e il completarlo era un desiderio nell'ottica solo della maglia (che comunque era tarocca). Invece non termine un album Panini per una figurina introvabile...è un grande danno per il collezionista.

      Elimina
  2. Ne parlavo proprio qualche giorno fa degli album delle figurine della mia infanzia che purtroppo non ho più, li ho buttati via ma me ne son pentito amaramente. Ho collezionato per un paio di anni i Calciatori Panini ma non sono mai stato un appassionato di calcio, poi ricordo di aver collezionato Jurassic Park, forse Power Rangers The Movie, Super Street Fighter II, forse The Mask e Mighty Max, l'unico che ho completato. Altri non ne ricordo, spesso mi capitava di trovare degli album magari in allegato a fumetti o giornali ma poi non li collezionavo

    Arcangelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho sempre collezionato Topolino e il Guerin Sportivo, ma in effetti non sono mai stato un grande appassionato di figurine. Probabilmente avevo anche l'album di "Palla al centro per Rudy", ma potrei sbagliarmi :D. Ad ogni modo anche i miei coetanei non facevano collezioni, quindi gli scambi erano problematici.

      Elimina
  3. Credo che possedere questi ricordi sia molto bello, anche se personalmente non ne ho perché non sono una tifosa e per femminucce mi sa erano in voga raccoglitori al massimo di sierie tv che io non ho mai guardato -tipo Elisa di Rivombrosa, ricordi?xD-.
    In compenso ho un quaderno in cui raccoglievo articoli/foto di Tiziano *.*

    Degli album di figurine ho sempre amato l'odore. Tra l'altro al mio paese hanno avuto una idea molto bella ed hanno creato le figurine con protagonisti i bambini partecipanti a vari sport e quindi ho quelle dei miei nipotini *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mamma mia quanto sono anziano xD, mia sorella aveva l'album dei My Little Pony, ad esempio: facevano anche le figurine per le femminucce :D. E a proposito di mia sorella, lei raccoglieva foto e articoli degli 883.

      Gli album personalizzati sono una bella realtà: anche dalle mie parti c'è questa possibilità.

      Elimina

Posta un commento