Film horror: The Pool - Inizia l'incubo (per chi ?)

Image and video hosting by TinyPic
Ecco il protagonista della pellicola in tutto il suo splendore
Un film tedesco ambientato a Praga, con attori americani che impersonano ragazzi cechi con nomi americani. "The pool, inizia l'incubo" si può riassumere felicemente con questa frase. Horror della categoria slasher, ma lo slasher del nuovo millenio è qualcosa di inconsistente: come bere in un bicchiere vuoto. Troppo finto, troppo di plastica, come i suoi personaggi: e questa volta neanche le belle ragazze - mostrate peraltro in costumi castigatissimi, salvo una fugace visione di tette - riescono a far decollare questa pellicola.

Image and video hosting by TinyPic
No tette, no party
Il nocciolo della questione è sempre lo stesso, riprendendo la celebre asserzione di Alessandro Pedrazzi di Exxagon: negli anni '80 ridevamo con Benny Hill, ci spaventavamo con Nightmare e con gli slasher. oggi, per provare terrore, è sufficiente guardare un telegiornale: suscita più paura il 50enne estremista di destra che spara a brucia pelo agli immigrati (o per parcondicio i due ragazzi africani che sparano ad una bimba e a suo padre), che lo sfigato in calzamaglia armato di machete. Lo spettatore prova a individuare qualche motivo di sopportazione: un piccolo cenno di entusiasmo nel vedere il tuffo di una ragazza concludersi su un machete perpendicolare al terreno. Sarà squartata nel ventre, anche se ovviamente, non si vede niente: i tempi fulciani sono finiti da tempo. Il resto è tutto da dimenticare, compreso il goffo, ciccione e malinconico commissario: guardarlo e pensare a John Saxon fa piangere il cuore.

Image and video hosting by TinyPic
Il finale è noioso, scontato, banale (su tutti il superamento del trauma della protagonista, roba da cartone animato anni '80): lo smascheramento del serial killer costringe il malcapitato spettatore a tornare ad inizio pellicola, per capire chi cazzo fosse. Alla fine capiamo quell'inizia l'incubo: è riferito, naturalmente, allo spettatore

Image and video hosting by TinyPic 
No, non è lui, purtroppo.

Commenti